Guestbook matrimonio | Dimenticate il semplice libro e liberate la fantasia

Guestbook, il libro su cui gli invitati scrivono i loro auguri per gli sposi, ma può esser veramente solo un libro? Ecco le alternative più originali e di tendenza.

tappi sughero guestbook
Foto da Instagram @carlhouseevents

Originalità, fascino e semplicità, le tre caratteristiche che ogni dettaglio di un matrimonio deve racchiudere in sé per esser veramente vincente.

I nostri ospiti si aspettano una giornata speciale, in cui tutto sia perfetto e l’intero evento sia disseminato di dettagli indimenticabili.

Segnaposto originali, tableau ricercato, menù ben studiato e sì, anche un bel guestbook.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bomboniere e segnaposto | Cadeaux originali per gli invitati alle nozze

Spesso ci si dimentica del libro che attende gli auguri, le dediche e i pensieri degli ospiti e lo si riduce a un volume che attende gli invitati vicino ai loro cadeaux, quando invece potrebbe esser la vera e propria ciliegina sulla torta.

Come sfruttare allora al meglio il potenziale del guestbook? Noi abbiamo qualche idea.

Guestbook matrimonio, molto più di un libro

vinile guestbook
Foto da Instagram @weddingchicks

La chiave del successo sta nel trovare qualcosa di originale ma al tempo stesso intuitivo, qualcosa che, soprattutto, non sia destinato a rimanere su uno scaffale e accumulare polvere.

Il moderno guestbook è innanzitutto infatti un futuro oggetto d’arredo, un quadro o qualcosa che gli sposi avranno poi piacere a conservare in bella vista, così da poterlo ammirare in ogni giorno della loro nuova vita.

Naturalmente deve anche colpire e accendere la fantasia degli invitati durante il ricevimento.

Quali sono allora le opzioni che sposano entrambe queste esigenze? Noi ne abbiamo scovate dieci.

SULLO STESSO ARGOMENTO: IDEE MATRIMONIO: dediche degli ospiti

Tappi di sughero – Un idea semplice e al tempo stesso originale ma, soprattutto, di riciclo. Basterà una confezione con tanti tappi, qualche pennarello e, soprattutto, un contenitore in cui una volta scritti i tappi potranno esser conservati “finché morte non ci separi”

Polaroid – Il tocco vintage del matrimonio. Sarà possibile renderlo più interessante mettendo a disposizione degli invitati accessori come occhiali giganti, baffi finti, parrucche e chi più ne ha più ne metta. Un po’ di nastro biadesivo per attaccare le foto sul libro e… via alle dediche!

Puzzle – Si tratta della possibilità di far stampare un puzzle ad hoc, con una forma particolare, magari la data delle nozze perché no, una foto degli sposi, scomporlo e mettere poi i vari tasselli a disposizione degli invitati con una penna per scrivervi sopra la propria dedica. A casa gli sposi potranno ricomporre il puzzle e incorniciarlo poi per conservare un ricordo veramente speciale.

Mappamondo – Un bellissimo oggetto di arredo che diviene così ancor più speciale perché cosparso delle dediche di amici e parenti. Ognuno potrà scegliere la sua nazione preferita.

Battaglia navale – Vi ricordate il vecchio gioco di coppia, ecco ora il medesimo meccanismo pare spopolare nel mondo dei guestbooks. Si crea un apposito contenitore e si mettono a disposizione degli ospiti diversi tasselli, vanno per la maggiore quelli a forma di cuore, su cui scrivere la propria dedica per poi inserirla nel contenitore che andrà a creare il quadro.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Libro degli ospiti shabby chic fai da te

I mattoncini – “Aiutaci a costruire il nostro sogno”. Messaggi come questo illustrano il funzionamento di una serie di piccoli mattoni, per lo più in legno, su cui gli invitati potranno lasciare il loro messaggio. Ci ricordano molto i pezzi del famoso gioco con cui si costruiva la torre di legno, il Jenga, ed è una soluzione altrettanto divertente.

Iniziali giganti – Un altro guestbook che diverrà poi oggetto di arredo. Si possono far realizzare in formato maxi le iniziali dei nomi degli sposi, rettando poi a disposizione degli invitati tanti pennarelli per disegnarvi e scriversi sopra le loro dediche. Il tutto finirà poi in bella vista nel salone degli sposi.

Il vinile – Amanti della musica ecco il vostro guestbook dei sogni. Piazzate nella location del ricevimento un vecchio lettore per quarantacinque giri, un vinile e una penna apposita per scrivervi sopra. Avrete un meraviglioso vinile vintage, ricoperto di amore.

Sassi per tutti – Il meccanismo è esattamente lo stesso dei tappi di sughero: invitate gli ospiti a scrivere sui sassi e riporli poi nel contenitore che preferite. A voi la scelta tra le due alternative: i più leggeri tappi o i assidua scrivere e colorare.

Il quadro – E’ la soluzione più semplice, forse anche più classica, quella in cui si realizza un grande pannello, spesso anche caratterizzato dai nomi degli sposi e dalla data del gran giorno, e si invitano poi amici e aprenti ad arricchirlo con le loro dediche.

Le opzioni sono ora molto più interessanti del semplice libro, vi pare?

Non resta che scegliere quella che più saprà ispirarvi. Il vostro matrimonio avrà senza dubbio un tocco in più, un guestbook indimenticabile.