Covid19 | Potremo andare al mare? Da Barbara D’Urso risponde Broccolo

0
34

Una domanda che tutti gli italiani si stanno ponendo in questi giorni di pandemia causata da Covid19 è: potremo andare al mare? Barbara D’Urso ha intervistato il virologo Francesco Broccolo che ha risposto a questa e altre domande.

coronavirus pomeriggio 5
screenshot

È una domanda che in questi giorni di pandemia causata da Covid19 sempre più italiani si stanno ponendo: potremo andare al mare quest’estate? Vuoi la primavera che ormai ha fatto il suo ingresso, vuoi le giornate che si allungano sempre di più, vuoi le temperature in rialzo. La domanda sorge spontanea. A dare una risposta ci ha provato il virologo Francesco Broccolo ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 nella puntata di martedì 14 aprile.

Nei giorni scorsi si era paventata l’ipotesi di installare sulle spiagge italiane delle strutture in plexiglass per dividere le persone in modo evitare la diffusione dei contagi. La proposta era arrivata da un’azienda modenese che avrebbe già pronti questi box quadrati. Proposta peraltro bocciata dalla Cooperativa bagnini di Rimini che sostiene poco plausibile l’ipotesi di “rinchiudersi dentro un recinto di plexiglass sotto il sole cocente”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | così cambieranno le nostre spiagge

Barbara D’Urso chiede al virologo se e come andremo al mare

coronavirus pomeriggio 5
screenshot

Barbara D’Urso chiede al virologo Francesco Broccolo se quest’estate riusciremo ad andare al mare nonostante la pandemia di Covid19. L’esperto esordisce dicendo che è una risposta assai difficile da dare non essendo ancora usciti dalla pandemia, data prevista intorno ai primi di maggio. Forse allora si riuscirà ad essere più precisi quando il contagio sarà intorno allo 0,1 per cento. Attualmente il dato è al 2 per cento in Lombardia ma perché viziato dai tamponi che stanno facendo nelle case di riposo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | a fine mese i primi test del vaccino sull’uomo

Il virologo andando avanti spiega che il pensiero di andare al mare ci fa stare bene ed è quindi importante pensare alle cose positive per il nostro sistema immunitario. Quindi ben venga mangiare sano ma anche stare bene mentalmente per combattere le infezioni.

Sulle strutture in plexiglass il virologo esprime le sue perplessità ma pensa che sia più probabile far andare al mare bambini, persone giovani e donne, insomma tutte quelle categorie che hanno una percentuale di letalità pari quasi a zero. Anzi, il virologo sostiene di prendere in considerazione un rientro all’attività lavorativa delle donne e dei giovani.

Broccolo poi suggerisce per le persone più anziane una patente di immunità, analizzando il contesto anticorpale attraverso un test che dal 21 aprile sarà disponibile in Lombardia per vedere appunto chi ha già gli anticorpi. In quel caso si può pensare di far andare sulla spiaggia anche altre categorie.

Sull’uso o meno della mascherina in spiaggia il virologo sostiene che è troppo presto per dare una risposta e bisognerà riaggiornarsi ai primi di maggio quando la curva dei contagi dovrebbe essere scesa.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Come il COVID-19 reagisce ai cambiamenti climatici

Alla domanda di Barbara D’Urso che chiede se sabbia e acqua possano essere un veicolo di trasmissione il virologo risponde con un no piuttosto categorico. Inoltre, prosegue il virologo “le alte temperature renderanno il virus estremamente labile”.

coronavirus pomeriggio 5
screenshot

Il virologo conclude dicendosi piuttosto ottimista sull’estate e sulla possibilità di poter andare al mare ribadendo il concetto di trovare una serenità interiore per poter affrontare al meglio un momento del genere.

di Cristina Biondi