Home Esclusive La Pupa e Il Secchione | Marina Evangelista: “Sorrentino? Un bell’inizio” (INTERVISTA)

La Pupa e Il Secchione | Marina Evangelista: “Sorrentino? Un bell’inizio” (INTERVISTA)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45
CONDIVIDI

La Pupa e Il Secchione | Marina Evangelista si è raccontata ai nostri microfoni, rivelandoci tutti i segreti della terza edizione dello show più amato di Italia 1. Senza dimenticare l’esperienza con Paolo Sorrentino.

La Pupa e il Secchione Marina Evangelista alla finale
Evangelista (Instagram)a

Marina Evangelista è una delle protagoniste della terza edizione de La Pupa e il Secchione. Marina, durante e post messa in onda del reality show di Italia 1, ha dimostrato di non essere soltanto un bel visino, ma molto di più.

Ha studiato danza e recitazione e nel suo curriculum vanta una collaborazione con Paolo Sorrentino, premio Oscar tutto italiano. Ai nostri microfoni, Marina ci ha raccontato della sua esperienza sul piccolo e grande schermo, mostrando anche un inedito lato di sé, legato alle sue insicurezze e alla voglia di rivalsa.

Leggi anche:

Stella Manente: “La Pupa e il Secchione? Una rinnovazione spirituale” (INTERVISTA)

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Marina Evangelista de La Pupa e il Secchione: “Le mie insicurezze mi hanno reso una Pupa”

Marina Evangelista dopo la Pupa e il Secchione
Evangelista (Instagram)

Hai partecipato alla terza edizione de La Pupa e Il Secchione. Cosa ti porti a casa di quest’esperienza?

E’ stata un’esperienza bellissima, molto divertente. L’ho vissuta al 100%, con tutte le emozioni del caso. Quello che dico sempre. Lì ho pianto, ho riso. Ho dato il massimo. Porto dentro un bellissimo ricordo.

Non è di certo un mistero la tua non simpatia per la Pupa Carlotta. Hai più volte spiegato il motivo per cui non ti fa impazzire, ma il pubblico da casa è convinto che sotto sotto ci sia un po’ di gelosia nei confronti del tuo secchione Dario Massa. Ti va di fare chiarezza su questa vicenda?

No, assolutamente. Non ho mai nascosto la mia non simpatia per lei (ride). Non era gelosia. Il discorso è che lei era mia amica e l’aiutavo con gli studi. Quando non potevo, le mandavo Massa. Così lei ha pensato bene di prenderlo perché era molto forte.

Questo mi ha delusa. In più, c’erano le sue continue frecciatine e sorrisetti che mi mandavano un po’ in bestia. Quello che mi dispiaceva è che Dario non mi difendesse, per quello, ma non era gelosia. Lui poteva fare quello che voleva, fino a un certo punto. Era comunque il mio secchione! (ride)

Leggi anche:

Vittorio Sgarbi: la lettera di scuse alla D’Urso (citando Boccaccio)

Hai preso parte alla puntata, diciamocela tutta, più sfigata di Live Non è la d’Urso con il litigio tra Barbara e Vittorio Sgarbi e senza nemmeno il pubblico presente in studio a causa del Coronavirus. Però sei ritornata a Pomeriggio 5, dove hai avuto un po’ la tua rivalsa, com’è stata la tua esperienza con Barbara d’Urso e i suoi programmi?

Marina Evangelista in bianco e nero
Evangelista (Instagram)

Per quanto riguarda lei, beh è un colosso della tv! Prima di incontrarla, hai tutte le paranoie del caso: “Cosa dico e poi cosa faccio?” A Live Non è la d’Urso, è stato un po’ scioccante. Non ci aspettavamo assolutamente una reazione del genere da parte di Vittorio Sgarbi, soprattutto in un momento di allegria visto che noi stavamo scherzando con lui. Io ho provato a mimetizzarmi con il divano, visto che il mio vestito era dello stesso colore. Mi sono detta: “Ok, sto immobile. Non mi vede”.

Poi, invece, siamo tornati a Pomeriggio 5 ed abbiamo trovato un’atmosfera completamente diversa. Barbara è stata scherzosa, abbiamo potuto interagire. Io ho avuto un piccolo battibecco con Roger Garth, ma alla fine mi sono difesa, penso anche bene. Sai cos’è? Hai un sacco di aspettative quando arrivi la. Quello che ci è dispiaciuto di Live Non è la d’Urso è che abbiamo passato le ore in camerino a chiederci: “E se ci chiede questo? E se parla di quest’altro?” E poi invece niente.

Durante l’esperienza a Live Non è la d’Urso, però, hai saputo tenere testa ad Alda D’Eusanio, che vi ha chiesto se per voi conta avere di più un bel corpo o un bel cervello.

Sì, Alda ci chiedeva se fossimo più sicuri ad avere un bell’aspetto estetico o un bel cervello. Le mie insicurezze fisiche mi hanno portato ad essere Pupa, perché ho iniziato a truccarmi e a vestirmi in un certo modo per vedermi meglio. E’ stato un modo per sentirmi più sicura anche con il mio carattere. Se esteticamente ti senti pronto, sai com’è, hai minore timore di tenere faccia alla gente.

Io ho studiato, non mi piaceva l’etichetta della classica bella, ammirata soltanto per il proprio corpo. Io volevo essere brava e poi bella. Io sogno di fare l’attrice e voglio che la gente quando mi guardi mi dica “che brava sta ragazza” e non “che bella sta ragazza”.

Leggi anche:

Vittorio Sgarbi chiede scusa a Barbara d’Urso: “Hai frainteso”

Dopo l’esperienza a La Pupa e Il Secchione, continuerai a studiare?

Marina in esterno
Evangelista (Instagram)

Più che altro sarei interessata, diciamo così, a sperimentare sul campo. Quindi, adesso penso che girerò altre cose. Sicuramente, se dovesse capitarmi un’altra occasione con studi interessanti, lo farò. Studierò ancora perché, come si è soliti dire, non si finisce mai di imparare, però vorrei tanto fare esperienza. Magari anche nel cinema.

Hai collaborato con Paolo Sorrentino per la realizzazione del film “Loro”. Che ricordi hai di quell’esperienza?

Fin quando non sono arrivata sul set non ci credevo nemmeno io. Ho fatto i casting con lui, facendo tutta una serie di gaffe, come faccio sempre. L’ho convinto in qualche e modo e gli sono piaciuta. Infatti da due pose iniziali sono diventate 14. Gli interessavo come soggetto e sapeva che mi interessava recitare.

Oltre ad essere una persona meravigliosa, molto carina, a modo, umile, allo stesso tempo è un genio. Io lo stimavo già tantissimo prima, poi ritrovarmi lì con lui è stato bellissimo. Inizialmente mi sentivo come in qualcosa più grande di me, poi l’ho affrontato con determinazione. Mi sono detta: “Sono qui, ora me la gioco” ed è stato bellissimo. Per me, aspirante, attrice era qualcosa di inarrivabile. Quindi poter lavorare con lui, avere una prima esperienza con lui, è stato fantastico. Un bell’inizio.

Leggi anche:

Barbara d’Urso fa una gaffe a Pomeriggio 5: “Ho sbagliato io?”

Hai nuovi progetti in cantiere?

Marina in abito blu
Evangelista (Instagram)

In cantiere ancora nulla, però incrocio le dita e spero bene! Magari mi portate fortuna (ride).

Hai recentemente dichiarato che non ti piacerebbe portare la tua vita sentimentale in tv. Qualora ti fosse offerta un’esperienza al Trono Classico di Uomini e Donne, declineresti o accetteresti?

Non lo so, forse tenderei più a declinare. Ma non perché ho qualcosa contro il programma, ma semplicemente perché sono molto particolare, soprattutto nelle relazioni. Quindi, non so se riuscirei in quel contesto a trovare una persona o almeno a non farla impazzire. Li potrebbero vedermi e vivermi poco, li farei diventare scemi. Lo faccio per questi poveri ragazzi, forse non è il caso! (ride) Però non si sa mai.

Ti lasciamo andare, facendoti la nostra ultima domanda di rito. Hai la possibilità di poter parlare alla Marina bambina e alla Marina del futuro: cosa diresti a entrambe?

Alla me stessa da bambina direi: non mollare mai, fidati che avrai le tue soddisfazioni! A quella del futuro direi, vai avanti a testa alta, che non devi dire grazie a nessuno se non te stessa.

Leggi anche:

Barbara d’Urso | Vittorio Sgarbi: “L’unico virus è lei” – VIDEO

Finisce qui la nostra chiacchierata con Marina Evangelista de La Pupa e il Secchione e noi non possiamo che augurarle un futuro radioso nel mondo del cinema.