Coronavirus | Contagiati in Italia aumentano ma i numeri sono attendibili?

0
16

In Italia i numeri parlano di contagi molto numerosi ma le cifre potrebbero non essere attendibili. Ecco i dubbi del caso.

coronavirus contagiati
Photo by CARLO BRESSAN/AFP via Getty Images

In Italia il numero di contagiati da Coronavirus arriva a 325 di cui 11 morti il bilancio del virus in 9 regioni d’Italia: 240 casi con 9 vittime in Lombardia; 45 casi con 2 morti in Veneto; 26 casi in Emilia Romagna; 3 in Piemonte, Lazio e Sicilia; 2 in Toscana e Liguria; 1 in Alto Adige.

Le cifre presentano un’Italia che nel mondo viene già etichettata come “la Cina d’Europa”, un ritratto che spaventa in primo luogo proprio gli stessi italiani che, di conseguenza, arraffano mascherine, cercano di produrre Amuchina in casa e svaligiano i supermercati convinti che a breve si troveranno trincerati in casa.

L’allarmismo dunque dilaga ma inizia anche a esser seguito dal dubbio: queste cifre non saranno troppo alte?

La stampa anche si inizia a porre i primi dubbi e così le cifre vengono ora guardate con occhio diverso e più attento, anche paragonandole a quelle del resto d’Europa e ci si interroga in primis su una questione: come vengono elaborati questi numeri?

Sull’argomento interviene questa mattina anche il presidente della Regione LombardiaAttilio Fontana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coronavirus | Primi 4 casi di bambini contagiati, tutti in Lombardia

Coronavirus: il numero di contagiati italiani è reale?

coronavirus tampone
Photo by CARLO BRESSAN/AFP via Getty Images

Il dubbio sui numeri legati al contagio da Coronavirus in Italia nasce in primis dalla tecnica di screening.

Il tampone nella Penisola viene fatto sistematicamente in modo assai più diffuso che nelle altre nazioni. Come ha ben spiegato oggi, durante un’intervista con Attilio Fontana, la giornalista di Sky Tg24:

“La Gran Bretagna ha fatto circa 10mila tamponi. Innanzitutto non li ha fatti a tutti, li ha fatti soltanto sulle persone sintomatiche e poi hanno comunicato i positivi. Non soltanto i positivi al tampone ma anche quelli che son stati validati dal loro Istituto superiore della Sanità. Ma queste persone hanno anche dei sintomi perché altrimenti noi ci troviamo con dei numeri pazzeschi e rischiamo veramente di passare per la Cina d’Europa”

A esser dunque devianti sono proprio i numeri, nati da screening condotti forse in modo un po’ sconsiderato e comunicati anche peggio. Come concluso sempre da Sky Tg24:

“O dobbiamo uniformare a quello che stanno facendo gli altri paesi o veramente rischiamo di aver i numeri più alti, non perché facciamo troppi tamponi ma perché li comunichiamo nel modo sbagliato”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coronavirus | salgono a 11 le vittime italiane

Coronavirus controlli con termoscanner a Fiumicino
Fonte foto: Istock

Gli allarmanti numeri italiani potrebbero dunque esser stati mal presentati, comunicati con eccessiva foga e scarso buonsenso. Forse il panico è figlio semplicemente di una cattiva comunicazione.