Home Curiosita Roberto Baggio, lettera ai giovani: “Non credete a ciò che arriva senza...

Roberto Baggio, lettera ai giovani: “Non credete a ciò che arriva senza sacrificio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:24
CONDIVIDI

In occasione del 53esimo compleanno di Roberto Baggio ricordiamo il celebre discorso dell’ex calciatore rivolto ai giovani, quello pronunciato quando fu ospite al Festival di Sanremo

Roberto Baggio lettera ai giovani
Photo credit should read TORU YAMANAKA/AFP via Getty Images

“Grandi poteri comportano grandi responsabilità”. E’ il mantra di ogni super eroe che si rispetti: da Batman a Spiderman, passando per Superman e mille altri salvatori del Pianeta tutti sanno che il ruolo di supereroe implica doveri senza pari.

Certo, personaggi made in Marvel e affini forse sono un po’ più americani che italiani. Anche noi li amiamo, ben inteso, ma in casa nostra il supereroe diciamo che è un po’ più reale e un po’ meno carico di strani poteri.

Le sue armi sono il destro micidiale, il pallonetto cesellato, il calcio di punizione piazzato all’incrocio dei pali. I supereroi italiani sono i calciatori.

L’amore nostrano per il pallone permette a Paolo Maldini, Alex Del Piero e Francesco Totti di battere Wolverine, Wonder Woman e Iron Man qualsiasi giorno della settimana. Sparare le ragnatele è nulla contro il mitico cucchiaio e la regola vale dalla notte dei tempi.

Andando nel passato tanti sono i grandi nomi del calcio a cui ancora oggi ci sentiamo legati nel profondo. uno fra tutto? Roberto Baggio.

Senza andare troppo indietro nel passato, il mitico attaccante con il codino è tra quelli che ci hanno rapito ilcuore per sempre.

Per quel rigore sbagliato abbiamo pianto tutti ma, ancor di più, abbiamo esultato con lui decine e decine di vuole.

Roberto Baggio è allora senza dubbio un “supereroe all’Italia” e lui sa bene quanto ciò sia un dover ancor prima che un diritto.

Con la sua vita ha sempre dato l’esempio, con i fatti e con le parole ci ha più volte dimostrato che possiamo esser sempre la versione migliore di noi stessi.

Esempio di ciò? la sua lettera recitata sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sanremo 2020 | Monologo sulle donne di Rula Jebreal contro ogni violenza

Roberto Baggio, lettera ai giovani

Roberto Baggio Sanremo
Photo by Daniele Venturelli/Getty Images

Ospite del mitico Festival, Roberto Baggio lesse una lettera indirizzata a tutti i giovani. coloro che più di ogni altro italiano hanno nei geni del pallone i loro supereroi di una vita.

Roberto sa di far parte di questa nobile schiera e decide di sfruttare la posizione raggiunta per illuminare la strada di tutti i ragazzi che hanno un suo poster in camera o la sua maglia sulle spalle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sanremo 2020 | La lettera di Laura Chimenti alle figlie: testo integrale

“Per 20 anni ho fatto il calciatore. Questo certamente non mi rende un maestro di vita, ma ora mi piacerebbe occuparmi dei giovani così preziosi e insostituibili. So che i giovani non amano i consigli. Anche io ero così. Io però senza arroganza, stasera qualche consiglio lo vorrei dare.

Vorrei invitare i giovani a riflettere su queste parole:

La prima è PASSIONE. Non c’è vita senza passione e questa la potete cercare solo dentro di voi. Non date retta a chi vi vuole influenzare. La passione si può anche trasmettere. Guardatevi dentro e lì la troverete.

La seconda è GIOIA. Quello che rende una vita riuscita è gioire di quello che si fa. Ricordo la gioia nel volto stanco di mio padre e nel sorriso di mia madre nel metterci tutti e dieci la sera intorno alla tavola apparecchiata. E proprio dalla gioia nasce quella sensazione di completezza di chi sta vivendo pienamente la propria vita.

La terza è CORAGGIO. E’ fondamentale essere coraggiosi e imparare a vivere credendo in voi stessi. Avere problemi o sbagliare è semplicemente una cosa naturale. E’ necessario non farsi sconfiggere. La cosa più importante è sentirsi soddisfatti, sapendo di aver dato tutto. Di aver fatto del proprio meglio, a modo vostro e secondo le vostre capacità. Guardate al futuro e avanzate.

La quarta è SUCCESSO. Se seguite GIOIA e PASSIONE, allora si può anche parlare anche del SUCCESSO. Di questa parola che sembra essere rimasta l’unico valore nella nostra società. Ma cosa vuol dire avere SUCCESSO? Per me vuol dire realizzare nella vita quello che si è, nel modo migliore. Questo vale sia per il calciatore, per il falegname, l’ agricoltore o per il fornaio.

La quinta è SACRIFICIO Ho subito da giovane incidenti alle ginocchia, che mi hanno creato problemi e dolori per tutta la carriera. Sono riuscito a convivere e convivo con quei dolori, grazie al SACRIFICIO, che vi assicuro che non è una brutta parola. Il sacrificio è l’essenza della vita, la porta per capirne il significato. La giovinezza il tempo della costruzione. Per questo bisogna allenarvi bene adesso: da ciò dipenderà il vostro futuro. Per questo, gli anni che state vivendo sono così importanti. Non credete a ciò che arriva senza sacrificio, non fidatevi è un’illusione. Lo sforzo e il duro lavoro costruiscono un ponte tra i sogni e la realtà. Coloro che fanno sforzi continui sono sempre pieni di speranza.

Abbracciate i vostri sogni e seguiteli. Gli eroi quotidiani sono belli che danno sempre il massimo nella vita ed è proprio questo che auguro a tutti voi e anche ai miei figli”

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda il consumo giornaliero dei vari alimenti e quali sono i migliori tra i quali scegliere CLICCA QUI!