Zuppa di miso | L’elisir di lunga vita da bere ogni giorno

La zuppa di miso è un alimento speciale, in grado di dare vigore e benessere all’organismo.

Zuppa di miso – Fonte: Istock photo

Nell’era dei super cibi, ci sono ancora diversi alimenti che in Occidente non hanno la fama che meriterebbero.
Uno di questi è la zuppa di miso, una preparazione che ha come ingrediente principale il miso che è una pasta di soia gialla fermentata in acqua e sale marino. A dirla tutta, esistono diversi tipi di miso ma ciò che non cambia mai sono le numerose proprietà che questi regalano alla famosa zuppa, molto conosciuta e amata in Giappone.

In Oriente, infatti, il miso viene considerato un elisir di lunga vita tanto da essere consumato a colazione e ai pasti principali. E visto che proprio in Giappone il tasso di longevità è superiore alla media, perché non esplorare più a fondo questo prezioso alimento?

Zuppa di miso: ecco perché viene considerata un elisir di lunga vita

Zuppa di miso
Zuppa di miso  – Fonte: Istock photo

La zuppa di miso, come già detto, si ottiene utilizzando il miso che viene aggiunto al brodo quando questo è ormai fuori dalla fiamma. Affinché riesca a mantenere i suoi principi attivi, infatti, il miso non deve mai essere cotto.

Leggi anche -> Prugne umeboshi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle

Ma quali sono esattamente questi principi che tutti decantano?
Il miso, è un alimento probiotico che fa bene all’intestino e all’intero organismo.
Consumato ogni giorno apporta svariati benefici all’organismo e tra questi i più noti sono:

  • Rafforza la flora batterica
  • Dona energia
  • È ricca di sali minerali
  • Rinvigorisce l’organismo
  • Offre una buona dose di proteine vegetale
  • Aiuta a combattere il colesterolo cattivo
  • È ricca di vitamine del gruppo B
  • Facilita la digestione
  • Rende la pelle più bella
  • Combatte i radicali liberi
  • Protegge il sistema nervoso
  • Pulisce l’intestino
  • Aiuta a smaltire il grasso in eccesso
  • Stimola il buon umore
  • Protegge il macrobiota
  • Pulisce i vasi sanguigni
  • Rende i capelli più forti
  • È un alcalinizzante
tipi di miso
Tre tipi di miso e zuppa di miso – Fonte: iStock photo

Ma come si prepara la zuppa di miso?
Per realizzarla basta partire da un brodo o da della semplice acqua calda nella quale andrà aggiunta (sempre a fine cottura) una piccola dose di miso. Visto che il miso è un alimento ricco di sapidità, non è necessario aggiungere il sale.

Per replicare la zuppa di miso che si trova nei ristoranti giapponesi è invece necessario creare un vero e proprio brodo di base. Questo deve essere a base di cipolle, carote e almeno una verdura a foglia verde (verza o cipollotto) alle quali vanno aggiunte anche le alghe. Si può inoltre aggiungere dello zenzero fresco e, infine, il miso. Alla zuppa si aggiungono spesso anche dei quadratini di tofu, altro alimenti derivato della soia e ricco di proprietà.
In base al tipo di miso scelto si otterrà una zuppa più o meno scura e dal sapore più o meno delicato.
Basti pensare che quella a base di sola soia gialla è la più forte, mentre ci sono versioni con aggiunta di orzo (più rossa e più forte) e con aggiunta di riso (più chiara e più delicata). A queste si aggiungono ulteriori versioni per una zuppa in grado di non stancare mai e di accontentare tutti i gusti.

Leggi anche -> Mela Fuji: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

Attenzione: Per via di tutte le sue proprietà, il miso è considerato come un elisir di lunga vita, ciò nonostante per fungere a tale scopo deve essere inserita in uno stile di vita sano che comprenda una dieta bilanciata e la giusta attività sportiva.
Di solito la zuppa di miso deve essere assunta a digiuno perché in questo modo risulta più facile assimilarne tutti i componenti.
Essendo un alimento salato, è sempre meglio non superare i due cucchiaini al giorno. E se si soffre di ipertensione, è bene consultarsi con il proprio medico prima di inserirla nella propria alimentazione.
Anche se la zuppa di miso è un vero toccasana per la salute non deve essere considerata un’alternativa ai farmaci né ad eventuali cure che si stanno seguendo.

miso
Miso in primo piano – Fonte: iStock photo