Alimenti da non riscaldare | Cibi avanzati che fanno male se scaldati

0
76

Scopriamo insieme quali alimenti non dovremmo mai riscaldare per non mettere a rischio la nostra salute: ecco i cibi avanzati da mangiare freddi

alimenti frigorifero
Foto da iStock

Tirare fuori dal frigorifero, scaldare, mangiare: tre step per il pasto tipico dell’ultimo minuto, quello a cui, ammettiamolo, tanti cediamo quando gli impegni tendono a prevaricarci. Anzi, spesso lo programmiamo proprio, cucinando un po’ di più la sera prima e mettendo in figorifero per il pranzo del giorno dopo. Ma possiamo farlo sempre? Non che ci sia niente di male nel piatto riscaldato dell’ultimo minuto, solo che, a quanto pare, la prassi non si adatta a tutti gli alimenti.

Ve ne sono alcuni infatti che non si prestano alla doppia cottura e, anzi rischiano, alla seconda somministrazione di calore, di divenire nocivi per la nostra salute.

Scopriamo quali sono allora questi cibi che dobbiamo rinunciare a conservare o, in alternativa, mangiare poi freddi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Gli alimenti da non mettere mai nel forno a microonde

Alimenti da non riscaldare per pericolo tossicità

alimenti da non scaldare
Foto da iStock

Ciò che accade nella maggior parte dei casi è che l’alimento, sottoposto a una nuova fonte di calore, degeneri, sviluppando degli aspetti tossici per il nostro organismo. Ciò rende, inutile sottolinearlo il piatto dannoso e, dunque, non commestibile.

Prima allora di farci del male da sole scopriamo quali sono i cibi che non possono essere riscaldati.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi sempre essere aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI

Gli spinaci – Famosi per il loro alto contenuto di ferro e altri nutrienti preziosi, è meglio consumarli tutti una volta cotti poiché il calore può rendere tossici i nitrati di queste verdure trasformandole in alimenti cancerogeni.

I funghi – Niente rischio tossico qui, piuttosto una perdita di nutrienti. Le proteine dei funghi infatti tendono a deteriorarsi: meno vengono conservati e rimaneggiati, dunque, meglio è. Del resto le loro proprietà sono numerose e da sfruttare al meglio, come vi avevamo spiegato ad esempio in Funghi porcini: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarli in cucina

Le uova – Non è certo tra i cibi che più comunemente riscaldiamo ma se mai l’idea dovesse balenare nella nostra mente decisamente meglio desister: il calore può trasformare infatti le uova in vere e proprie bombe tossiche a rischio di disastro intestinale da evitare dunque accuratamente. Vi siete mai chieste inoltre quante uova si possono mangiare in una settimana? Noi ve ne abbiamo parlato tempo fa. Cliccate sul link per scoprirlo.

Le patate – Botulino, è lui il nemico che rischiamo di dover fronteggiare se ci venisse in mente di dare una riscaldata alle nostre patate del giorno prima. Una corsa al pronto soccorso potrebbe non levarcela nessuno.

Il riso – Non tutti sanno che il riso crudo contiene delle spore che sopravvivono alla cottura. Se lo lasciamo riposare e poi lo riscaldiamo le spore rimaste lì si moltiplicano e certo non verranno uccise da una scaldatina. Intossicazione alimentare dietro l’angolo dunque.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Come congelare il brodo e il passato di verdure per neonati

Il pollo – Non è in questo caso un divieto assoluto piuttosto in invito a riscaldare il pollo nel modo corretto. Solo portare nuovamente la carne a una temperatura veramente caldissima aiuterà a gestire l’inevitabile deteriorazione delle proteine che potrebbe portare qualche mal di pancia di troppo.

Il sedano – Un ortaggio che usiamo spesso crudo ma che se cotto ripetutamente può dar qualche problema di troppo. Non sapete forse che il sedano contiene nitrati che, sottoposti al calore, generano sostanze pericolose per la salute. In alte concentrazioni si tratta di sostanze che possono diventare nitriti e aumentare così il rischio di cancro.

La barbabietola – Proprio come il sedano, anche la barbabietola contiene una quantità minima di nitrati che non fanno bene alla salute. Non è un caso se gli esperti sostengono che il miglior modo per consumarla sia cruda, cosa che mantiene al meglio tutte le sue migliori proprietà.

cibi da non scaldare
Foto da iStock