Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Pandoro e panettone | come gestirsi dopo averli mangiati

Pandoro e panettone | come gestirsi dopo averli mangiati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28
CONDIVIDI

Mangiare pandoro e panettone è uno sfizio che ogni tanto è giusto togliersi, specie a Natale. Ecco come gestire al meglio il resto della giornata.

pandoro e panettone
Pandoro e panettoni – Fonte: iStock photo

Ormai nel pieno del periodo pre festivo, molti di noi avranno già in casa pandori e panettoni. E, anche i più attenti alla linea e che quindi hanno preferito evitare la tentazione tra le mura domestiche, si stanno trovano sempre più spesso a confrontarsi con offerte di fette di pandoro e di panettone alle quali è spesso difficile dire di no. Cosa fare, quindi?

In realtà pandoro e panettone si possono mangiare anche senza ingrassare, per farlo è bene seguire certi accorgimenti sia nella scelta dei dolci da acquistare che nei momenti in cui dedicargli le proprie attenzioni. Ci sono però situazioni in cui pur non avendolo messo in conto, ci si ritrova con una fetta di dolce tra le mani. Anche in quel caso, niente paura, basta imparare a gestirsi nell’arco della giornata e per il peso forma non ci saranno problemi. Scopriamo quindi quali strategie mettere in atto se la voglia di mangiare pandoro e panettone si è fatta più forte del dovuto.

Come gestirsi dopo aver mangiato pandoro e panettone

dimagrire senza rinunce
Donna con panettone -Fonte: iStock photo

Con l’arrivo delle feste di Natale, uno dei capisaldi della tradizione è il consumo dei due dolci tipici della festa ovvero il pandoro e il panettone. Che si amino nella loro versione più classica, adornati di glasse particolari o con ripieni alternativi con creme che vanno dal cioccolato al limoncello, questi dolci sono al centro delle fantasie di molti di noi e spesso anche in primo piano sulle tavole.

Sebbene ci si riprometta sempre di non comprarne e di non accettarne da amici e parenti, prima o poi la voglia si fa così grande che non cedere è quasi impossibile. In questi casi è meglio gustarsi il dolce senza inutili sensi di colpa. E se proprio si sente il bisogno di correre ai ripari, ecco alcuni trucchi per rendere il più possibile innocua la vostra piccola trasgressione.

Prima di tutto è bene ricordare che potendo scegliere è sempre meglio optare per un dolce non troppo ricco di creme del quale si può chiedere o prepararsi una fetta piccola, in genere la metà di quelle che vengono date di solito. In questo modo controllare l’introito di zuccheri e di calorie sarà estremamente più facile. Detto questo, vediamo come gestirci in base al momento in cui ci si trova a mangiare pandoro e panettone.

Clicca sull’immagine qui sotto se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il Natale e sulle strategie per mantenerti in forma nonostante l’abbondanza di dolci e pietanze golose.

speciale Natale 2019 chedonna.it
ricette dolci natale

Colazione. Mangiare a quest’ora una fetta dei dolci tipici del Natale non è poi così dannoso. Basta non esagerare con la quantità ed inserirla in un contesto diverso da solito. Invece di mangiarlo da solo o con del succo di arancia è molto meglio farsi preparare un bel cappuccino di soia senza zucchero o, in alternativa, un bicchiere di latte di soia, sempre senza zucchero. La bevanda di soia, infatti, se non ha zuccheri aggiunti è altamente proteica e andrà a bilanciare almeno in parte la fetta del pandoro o del panettone, rendendo la colazione abbastanza idonea. In questo modo si potrà proseguire il resto della giornata mangiando normalmente.

A metà mattina. Se l’assaggio di pandoro e panettone arriva a tradimento a metà mattina, probabilmente sarà difficile bilanciare il tutto. Potendo scegliere è sempre bene abbinare il bicchiere di latte di soia senza zucchero, procedendo con un pranzo più leggero del solito e possibilmente a base di proteine magre e di verdure. Meglio evitare pane o pasta visto che i carboidrati assunti da poco saranno ancora in circolo.

Dopo pranzo. Se si sta pranzando e si è capito che a seguire arriverà una fetta di dolce alla quale non si vuole rinunciare, si può giocare d’astuzia evitando di mangiare il primo e prendendo un secondo senza pane. In questo modo il pandoro andrà a coprire la dose di carboidrati del pranzo e gli zuccheri non faranno poi così male. Così facendo si potrà proseguire la propria giornata normalmente.

A merenda. Uno dei grandi classici è quello della fetta di pandoro o di panettone a merenda. Spesso ci si trova al bar ed in tal caso è meglio sostituire la tazza di cioccolata calda con un cappuccino di soia senza zucchero. Se, invece, si è a casa di amici e non ci sono alternative, tanto vale gustarsi il proprio dolce e limitare i carboidrati della cena. Una buona idea? Del pesce arrostito con verdure grigliate con spezie e olio extra vergine d’oliva a crudo. Si compenserà quanto mangiato a merenda e si andrà a dormire leggeri e appagati.

Donna mangia panettone
Donna che mangia panettone – Fonte: iStock photo

Prima di cena. Questa opzione è rara ma se dovesse capitare di mangiare i dolci di Natale prima di cena è bene fare come a merenda. Meglio evitare il pane, la pasta e anche la frutta, scegliendo proteine (anche di tipo vegetale) da abbinare a delle verdure.

Dopo cena. Qui il gioco si fa duro. Se, come nel caso del pranzo, si sa già cosa ci attende si possono seguire le stesse regole. Nel caso in cui il dolce arrivi a sorpresa, invece, ci si può limitare ad un assaggio evitando di bere alcolici.
Quando dalla cena al momento di andare a dormire passano almeno due ore, si possono mangiare due cucchiai di ricotta per compensare gli zuccheri. Diversi studi dimostrano infatti che la ricotta ha proteine nobili che aiutano sia a dimagrire sia a bilanciare eventuali zuccheri presenti nel sangue. In alternativa, va bene un bicchiere di latte per dare all’organismo qualcosa di bilanciato e mettere un po’ di ordine all’eventuale picco glicemico.

Leggi anche -> In forma sotto le feste: 10 consigli salva linea per il Natale

Ovviamente si tratta di regole da mettere in atto se si sta seguendo una dieta (in tal caso è meglio chiedere prima il parere di chi vi segue) e se si tende facilmente a prendere peso. Detto ciò, se si tratta di un evento sporadico, si mangia in modo sano e bilanciato e si fa attività fisica, non sarà una fetta di pandoro o di panettone a compromettere il tutto. Ciò che conta, come sempre, è la moderazione che alla base di uno stile di vita sano e di una linea da mantenere per tutto l’anno.

Pandoro e panettone – Fonte: iStock photo