Cellulare e cancro | Le 7 regole d’oro de Le Iene per usare lo smartphone

Le Iene illustrano le 7 regole d’oro per usare il cellulare, buone abitudini che dovrebbero salvaguardarci dalle radiazioni e dal pericolo cancro.

il compleanno del cellulare
Auguri tecnologia: il cellulare compie gli anni (Istock Photos)

“Le ricerche parlano di una possibile correlazione tra l’uso del cellulare e i tumori. Le radiofrequenze sarebbero in grado di attaccare non solo il cervello umano, ma anche i testicoli e il cuore. Noi vi riassumiamo insieme a Matteo Viviani una guida per evitare rischi inutili”

Così Le Iene presentano il loro servizio dedicato alla correlazione tra uso dei cellulari e rischio cancro.

Matteo Vivinai si era già occupato anni fa dell’argomento ma, ora che gli studi si sono moltiplicati e si è giunti alle prime ragguardevoli conclusioni, torna sul tema allertando gli italiani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> I genitori dipendenti dal telefono fanno del male ai loro figli

Le 7 regole de Le Iene per usare il cellulare

app fitness
Persona che tiene in mano il cellulare, IStock

Matteo Viviani torna a indagare la correlazione tra telefoni cellulari e tumori, riprendendo un servizio da lui stesso realizzato nell’oramai lontano maggio 2013.

All’epoca l’Istituto Superiore della Sanità non si era esposto più di tanto e anche un esperto del calibro di Verosnesi aveva risposto senza sbilanciarsi.

Ora però le cose sono cambiate. La ricerca è progredita e la dott.ssa Fiorella Belpoggi, direttrice del Centro di Ricerca sul cancro dell’Istituto Ramazzini di Bologna, spiega:

Esiste un pericolo, il telefono è un oggetto che potrebbe avere degli effetti importanti sulla salute umana

Secondo i francesi di Phon Gate (una ricerca importantissima che ha fatto tremare i produttori di cellulari) 9 cellulari su 10 falliscono l’esame degli attuali standard di sicurezza europei. L’osservazione è stata poi sottoscritta anche da unagiornalista canadese che ha personalmente replicato gli esperimenti e, simulando una chiamata reale, ha scoperto che i limiti sorpassavano in maniera significativa i limiti consentiti dalle attuali normative “da 3 a 4 volte“.

Occorre subito specificare che però non si parla solo di un telefono in chiamata: finché il cellulare rimane acceso, anche se non in funzione, invia comunque microonde. Ecco spiegato come esso influenza anche la produzione di spermatozoi negli uomini, come illustrato da alcuni ricercatori in Turchia e Brasile, pronti a sottolineare come sia sconsigliato per un uomo tenere lo smartphone in tasca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 14 anni, muore in seguito all’esplosione del suo cellulare

Ma quali sono le altre “mosse sbagliate” nel rapporto quotidiano con il nostro cellulare? Ce lo illustra Matteo Viviani:

  • Parlare al cellulare tenendolo attaccato all’orecchio – E’ il primo e più grande errore che si possa commettere
  • Usa il vivavoce o le cuffie – Le migliori sembrano essere le cuffie più antiche, quelle con il filo per capirci, ma anche il Bluetooth può farci contenti
  • Il telefono non va tenuto nel taschino della giacca o dei pantaloni, per le donne mai vicino al seno – Già perché diverse ricerche ci parlano di come le microonde influenzino l’apparato genitale maschile e le zone più sensibili delle donne
  • Non dormire col cellulare sotto il cuscino – Se proprio non possiamo fare a meno di spegnerlo teniamo almeno a 1 metro di distanza;
  • I mezzi in movimento sono i luoghi peggiori per telefonare – Già perché il cellulare deve emettere più radiazioni per rimanere agganciato alla rete se si trova in movimento.
  • Il telefono emette radiazioni anche quando non è in chiamata – Eh già, non è solo il momento della telefonata ma il funzionamento in generale del telefono a causare l’emanazione delle microonde,a rigate in parte solo se lo smartphone è in “modalità aereo”
  • Ai bambini, è meglio dare un altro gioco – A tutti è capitato di proporre un giochino sullo smartphone al bambino, anche per tenerli magari buoni, ma non c’è niente di più sbagliato poiché un cervello giovane assorbe maggiormente le radiofrequenze

Le Iene recepiscono così l’invito della Belpoggi a informare le persone, unica via per prevenire davvero eventuali pericoli e fare un passo importante nella lotta contro il cancro.

Una sentenza del TAR aveva del resto ordinato tempo fa al Governo Italiano di eseguire una campagna d’informazione sul tema dei pericoli sulla telefonia mobile ma nulla ad oggi è stato concretamente proposto.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI