Feste Natale, allarme colesterolo: una dieta ipocalorica lo riduce

0
3

Il segreto di questa dieta ipocalorica contro il colesterolo cattivo è mantenere un equilibrio nelle calorie, assumendone un giorno di più e uno di meno.

istock

Con le grandi abbuffate che si avvicinano, anche il colesterolo fa festa. Il rischio è quello di esagerare e presentare un conto salato al fisico. Per questo serve una dieta ipocalorica in grado di combattere il colesterolo cattivo. Lo riduce del 25% e nello stesso tempo aiuta a migliorare la pressione.

Il segreto sta nella diversa distribuzione dei cibi lungo l’arco della giornata. E soprattutto nel saper alternare giornate con più calorie con altre che ne prevedano meno,m conservando un equilibrio medio che sia sulle 1.200-1.300 calorie. Il risultato finale? Dovrebbe portare a perdere almeno quattro chili al mese. Ma soprattutto a tenere sotto controllo sia i livelli di colesterolo che il nostro metabolismo.

Prima di vedere il programma settimanale della dieta ecco alcuni consigli pratici: non saltare mai i pasti principali, mangiare ad orari regolari e avere ritmi di vita normali, comprese le ore di sonno. Inoltre bere almeno 2 litri di acqua al giorno, due bicchieri prima dei pasti e uno prima di merende e spuntini, potenziare l’attività fisica anche solo cammino a passo sostenuto per almeno 30 minuti al giorno e intervallare i tre pasti principali con spuntini a base di frutta.

Dieta ipocalorico per combattere il colesterolo cattivo, il menù

colesterolo alto cibi da evitare
Fonte: Istock

Ecco quindi il programma. Il primo giorno a colazione una tazza di thé verde e tre fette biscottate con marmellata light, per spuntino 1 kiwi o 2 fette di ananas al naturale, a pranzo 150 grammi di pollo senza grasso e 10° grammi di insalata condita con un cucchiaino d’olio e aceto. A merenda uno yogurt magro e a cena vellutata di asparagi o di verdure a piacere, nasello al forno e cavolfiore gratinato. A piacere, dopo cena, una tisana rilassante.

Il secondo giorno a colazione latte macchiato e 2 fette biscottate con un cucchiaino di marmellata senza zucchero seguito per spuntino da un frutto. A mezzogiorno 80 grammi di pasta con sugo di pomodoro e basilico, 130 grammi di merluzzo al cartoccio e 150 grammi di insalata mista. A merenda una mela e per cena 120 grammi di filetto ai ferri, 250 grammi di verdure, 50 grammi di pane integrale e 150 grammi di frutta, anche mista.

Cominciamo il terzo giorno con 200 ml di latte scremato con caffè d’orzo e 30 grammi di cereali integrali. A seguire in mattinata una spremuta d’arancia e a pranzo una frittata fatta con 2 uova, parmigiano e verdure tipo spinaci, insalata con pomodori, peperoni, cipolla. A merenda una pera e la sera petto di pollo in padella con peperoni e aromi, broccoletti lessati, insalata mista a piacere.

Il quarto giorno a colazione un caffè, spremuta d’arancia o di pompelmo rosa e una brioche vuota. Per spuntino una tazza di thè verde e a pranzo 70 grammi di riso con verdure, 130 g di nasello al cartoccio e 150 grammi di verdure crude. A merenda 1 yogurt bianco o 1 frutto e a cena una bistecca di vitello alla piastra con 250 grammi di verdure, 50 grammi di pane e 150 grammi di frutta fresca.

Infine il quinto giorno stessa colazione e spuntino del primo, a pranzo 60 grammi di spaghetti integrali (meglio se di soia) con verdure, melanzane alla griglia e un piatto di insalata. A merenda una pera e per cena 120 grammi di fesa di pollo o di tacchino ai ferri con salvia e rosmarino, 150 grammi di insalata mista, 50 grammi di pane e una mela.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->>>
Pancia gonfia: come svolgere gli addominali nel modo corretto
Dieta dei cereali per eliminare la pancia: il menu settimanale
Gli alimenti da evitare e i consigli da seguire per avere la pancia piatta