Home Curiosita Come conservare gli alimenti in modo sicuro nel frigo

Come conservare gli alimenti in modo sicuro nel frigo

CONDIVIDI

Dopo aver fatto la spesa è abitudine comune riporre gli alimenti in frigo a caso, senza un rigor di logica. Scopriamo alcune regole d’oro.

Alimenti in frigo iStock-Photos

 

Non tutti abbiamo la corretta abitudine di sistemare nel frigo gli alimenti in modo idoneo, perchè andiamo sempre di fretta. I cibi non vanno sistemati a caso dopo aver fatto la spesa perché rischiamo di dover buttare il cibo dopo qualche giorno.

Effettuare una corretta conservazione degli alimenti è importantissimo, sia per la nostra salute che per mantenere le proprietà dell’alimento stesso come i nutrienti, sapore, odore, aspetto e consistenza.

Nel frigorifero la temperatura non è omogenea, i gradi non sono gli stessi nella parte alta e nello scomparto della frutta e la verdura.

Seguite i consigli di noi di CheDonna.it per collocare gli alimenti  frigo dopo aver fatto la spesa.

Il frigo: la temperatura

(Thinkstock)

Il frigorifero è un’elettrodomestico a bassa temperatura che viene utilizzato per la conservazione degli alimenti, la temperatura  si avvicina a 0°C.

Quando si conservano gli alimenti in frigo, si permette:

Se si posiziona un alimento fresco in posto del frigo con una temperatura inadeguata cosa accade? Si interrompe la così detta catena del freddo che provoca una reazione con i microrganismi presenti sul cibo, quindi il prodotto alimentare diventa tossico e i batteri che si sono sviluppati possono contaminare anche gli altri alimenti. Questo è il  motivo per cui è importante tenere sempre in ordine il frigo.

La temperatura all’interno del frigo

latte Fonte: Istock

In un frigorifero ben funzionante la temperatura dovrebbe essere da:

  • 0 a 2 gradi: negli scomparti in basso sopra i cassettoni
  • 4 gradi: nei ripiani centrali
  • 6 gradi: nella parte alta del frigo perchè l’aria fredda tende ad andare verso il basso;
  • 8 gradi: negli scomparti posti sullo sportello.

Se si vuole essere certi che la temperatura sia giusta in ogni scomparto occorre inserire un termometro.

Surgelatore

I primi alimenti che devi riporre sono i surgelati, sulla targhetta che si trova sulla porta superiore del frigo indicano la potenza refrigerante del freezer.

  • 3 o 4 : potete conservare i surgelati fino alla data di scadenza indicata sulla confezione.
  • 2 stelle: potete conservarli per due settimane
  • 1 stella: la conservazione è limitata ad una settimana.

Come ordinare il frigo

Come ordinare il frigo iStock Photos

1. Parte bassa 

Dopo i surgelati, riponete in frigo la spesa in ordine di deperibilità degli alimenti: quindi date assolutamente precedenza alla carne e al pesce.

Il pesce rispetto ad altri è il più delicato in assoluto, rimuovetelo dalla busta di plastica dove il pescivendolo l’ha inserirlo e trasferitelo in un contenitore di vetro che dovete chiudere con la pellicola trasparente. Nel caso in cui il pesce è già eviscerato, non dovete sciacquarlo.

2. Parte centrale

Nella parte centrale dovete riporre gli affettati di salumeria e i formaggi, nel caso in cui  gli affettati sono confezionati, li lasciate nel loro contenitore.

Se li avete acquistati al taglio, dovrete incartarli con l’alluminio l’intero pacchetto, in quanto saranno protetti meglio dall’ossidazione.

I formaggi acquistati con la pellicola trasparente , rimuovetela e rivestiteli incartarli con l’alluminio, solo se sono formaggi stagionati, mai utilizzarlo per i formaggi freschi come:

  • crescenza
  • mozzarella

E’preferibile conservare i formaggi freschi in un contenitore di vetro e chiusi con il coperchio, quelli che hanno un odore molto forte, come il gorgonzola, lasciateli nella loro confezione, evitare che poi tutto il frigorifero abbia l’odore del formaggio.

In questo scomparto, va conservato anche:

  • latte: mai sugli scomparti laterali
  • sughi
  • avanzi cotti
  • salse.

E’ fondamentale evitare le contaminazioni crociate, infatti ricordate di separare gli alimenti crudi da quelli cotti o pronti, in questo modo eviterete che i microrganismi eventualmente presenti nei primi si trasferiscano ad altri alimenti.

3. Scomparto alto

Nello scomparto alto vanno depositate le uova, ma in tanti li mettono nel contenitore già predisposto sullo sportello del frigo. Questo è il posto più soggetto ad oscillazioni termiche per via dell’apertura e della chiusura dello sportello.

In questo scomparto, dovrete mettere anche yogurtdolci a base di creme o panna e burro.

Cassetti bassi e sportello

1. Scomparto frutta e verdura

Nei cassetti in basso, va riposta la verdura, sulla base è consigliabile mettere della carta da cucina. La verdura si può tenerla  sfusa, senza alcun tipo di busta.

Anche in questo scomparto va bene la frutta, se avete acquistato i frutti di bosco, le fragoline o le more nelle vaschette di plastica potete riporli direttamente nella loro confezione nello scomparto più alto.

La frutta come le mele, le banane e le pere potete riporle nel cassettone anche senza plastica per lasciarla respirare.

2. Sportello

Lo sportello o gli sportelli, dipende dal modello del frigorifero, sono sono la parte meno fredda del frigo, infatti sulle mensole dello sportello dovrete riporre i prodotti che necessitano di una leggera refrigerazione come:

  • bevande
  • vino
  • acqua
  • birra
  • salse: maionese, ketchup, senape, barbecue e salsa tonnata.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI