Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione I carboidrati giusti per dimagrire

I carboidrati giusti per dimagrire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:55
CONDIVIDI

Dimagrire mangiando carboidrati? Si può! Basta scegliere quelli giusti.

pancake avena Fonte: IStock

Quando si parla di dieta, uno degli argomenti che creano più confusione in assoluto è quello dei carboidrati. Le scuole di pensiero in proposito sono infatti diverse e variano tra quelle che ne demonizzano il consumo in ogni caso e quelle che, invece, cercano di inserirli. Non mancano poi quelle che fanno un’ampia distinzione tra carboidrati salutari e non salutari, portando ad un mix di informazioni che, tutte insieme, generano il caos.
La verità è che di base demonizzare in toto un’intera categoria di alimenti non è mai corretto, specie se si pensa che i carboidrati sono indispensabili per il corpo. Certo, tra questi bisogna imparare a fare le giuste distinzioni perché se un piatto di pasta non ha mai ucciso nessuno, darsi a bibite zuccherate o ad un consumo estremo di dolciumi, di certo non fa bene alla salute.
Ci sono poi carboidrati che all’interno di una dieta possono risultare più efficaci di altri, essendo ricchi di fibre e avendo un basso indice glicemico. Ed oggi proveremo a scoprire alcuni tra quelli presi meno in considerazione ma utilissimi a perdere peso senza privarsi di alimenti sani che sappiano essere anche gustosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Gli errori da non fare mai prima di pesarsi

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda le diete e le strategie per mantenerti in forma CLICCA QUI!

I carboidrati giusti da mangiare quando si è a dieta

Pane integrale (Thinkstock)

L’avena. Iniziamo con qualcosa che si può mangiare a colazione. La farina d’avena è ormai considerata un super cibo per tutte le proprietà benefiche che contiene e per il basso indice glicemico che la rende, insieme al quantitativo di fibre, un valido alleato per chi è a dieta.
La si può trovare sotto forma di crusca (utile per chi ha problemi di stitichezza) o di cereali per la colazione. Con la sua farina si possono realizzare ottimi pancake e, ovviamente, anche alimenti salati come pane, pizza o pasta. Poliedrica come pochi altri alimenti si presta ad un’infinità di preparazioni ed ha un sapore gradevole che la rende un alimento unico nel suo genere.

Il pane integrale. Sebbene sia spesso demonizzato, il pane non è un alimento da escludere dalla propria dieta. Basta scegliere quello giusto, ovvero quello a base di farina integrale e il gioco è fatto. Lo si può così mangiare a colazione con un velo di marmellata o di miele o consumare a pranzo o a cena al posto della pasta. Grazie alle fibre che contiene è un buon compromesso per chi desidera mangiare con gusto favorendo la linea.

Pasta e riso integrali o di legumi. Esattamente come il pane, anche la pasta è un alimento che si può consumare senza problemi. Per farlo basta scegliere quella integrale o, in alternativa, quella a base di legumi. Negli ultimi tempi gli scaffali dei supermercati sono sempre più ricchi di alternative tra le quali scegliere e basterà optare per quella che si preferisce per far si che anche la dieta risulti meno pesante da seguire.

La Quinoa. Questo pseudo cereale che negli ultimi tempi si sta facendo conoscere per il suo aspetto colorato e allegro e per il sapore gradevole è una delle scelte migliori quando si sceglie di mangiare dei carboidrati mentre si è a dieta. Versatile come pochi alimenti la si può usare al posto del riso per mangiarla insieme a carne e verdure, sia in brodo che asciutta. Si può usare anche come accompagnamento per secondi piatti e sotto forma di farina la si può usare per la preparazione di pasta, pane e, ovviamente, dolci.

Le patate dolci. Si tratta di patate che hanno un indice glicemico più basso di quello delle normali patate e che per questo motivo pare si possano consumare anche in caso di diabete (sempre previo parere medico). Ottime come contorno per secondi piatti gustosi, si possono mangiare sotto forma di purè o negli sformati, in modo da rendere la dieta più saporita e con piatti che siano anche belli da vedere.

I legumi. Senza esagerare, anche i legumi sono un carboidrato utile da consumare durante la dieta. Apportano un buon senso di sazietà, appagano e sono anche buoni. Ceci, lenticchie e fagioli sono ottimi, specie se usati in combinazione con cereali antichi come quinoa e amaranto o come accompagnamento a secondi piatti dal gusto più etnico.

La mela. Frutto della salute per eccellenza, le mele sono amiche anche della dieta e grazie alle fibre e alla consistenza croccante, aiutano a saziarsi prima e a sentirsi appagati per via del sapore dolce. Ottime da sgranocchiare come spezza fame, si possono mangiare al mattino con lo yogurt, a fine pasto oppure a merenda. Ovviamente anche altra frutta può andare bene ma le mele sono senza dubbio le regine in caso di dieta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Metabolismo lento: ecco come perdere fino a 10 kg

Ovviamente anche le verdure vanno mangiate sia crude che cotte. Allo stesso modo, in piccole dosi, a meno di non avere avuto il divieto da parte del medico curante, si può mangiare quasi tutto, facendo solamente attenzione ad introdurre alimenti sani oltre che buoni. Sempre meglio evitare carboidrati provenienti da alimenti confezionati e sostituire eventuali dolci o bevande zuccherate con un bel pezzo di cioccolato fondente. In questo modo si avrà una dieta che oltre a far perdere peso con alimenti sani e gustosi aiuterà anche a restare in forma e a sentirsi più energici che mai.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Sei triste? Ecco cosa mangiare
Leggi anche -> Cosa mangiare per ridurre il senso di fame
Leggi anche -> Cinque errori che commettiamo senza accorgercene e che ci fanno ingrassare