Home Bellezza Capelli Capelli crespi, come trattarli? rimedi naturali fai da te

Capelli crespi, come trattarli? rimedi naturali fai da te

CONDIVIDI

Capelli crespi e indisciplinati? Niente paura, esistono rimedi naturali da usare a casa per sbarazzarti definitivamente del crespo dei capelli: consigli di bellezza fai da te

capelli crespi, cause ( Istock Photos)

I capelli sono la delizia di ogni donna ma, spesso, per molte di noi, rappresentano anche una croce pesante da portare dietro quotidianamente. Chi è “affetto” da una capigliatura crespa e poco disciplinata sa di cosa sto parlando. Si passano ore ed ore in bagno o dal parrucchiere per cercare, in qualche modo, di sistemare quella chioma che proprio non ne vuole sapere di risultare liscia, splendente ed educata. Sì, educata, in ordine come vorremmo noi. Invece no, i capelli crespi spuntano come funghi sulla nostra testa e, a meno che non li leghiamo saranno sempre lì, in disordine e spudoratamente privi di educazione! Per non parlare del mare e della salsedine, lì si che è un vero supplizio. L’unico rimedio sembra essere un cappello o una fascia avvolgi tutto! Però, c’è sempre un però, esistono alcuni rimedi naturali per poter prevenire il crespo dei capelli. Forse alcune di voi hanno già sperimentato qualcosina in commercio ma bisogna ricordare che i prodotti in commercio sono tanti e, se è vero che all’apparenza rendono i capelli “come piacciono a noi”, è altrettanto vero che questi prodotti sono pieni di sostanze chimiche che a lungo tempo, tendono a rovinare il capello con il risultato di un crespo ancora più pronunciato di prima. Quindi cosa fare? Anzitutto spieghiamo le cause che rendono i capelli crespi e, di conseguenza troviamo la soluzione migliore e più naturale possibile per curare questa brutta “patologia”, sperando di regalare un sorriso a qualcuna di voi.

Potrebbe interessarti anche: Psicologia e capelli: Qual è il rapporto tra capelli e personalità?

Capelli crespi: le cause e i fattori

capelli grassi rimedi Capelli crespi, fattori e cause Foto da iStock

I capelli crespi solitamente appartengono a coloro che hanno una capigliatura riccia, mossa, ma anche con capelli sottilissimi e che li sottopone a trattamenti aggressivi in modo quotidiano. Ma, nello specifico, quali sono le cause che rendono i tuoi capelli disordinati e tanto difficili da sistemare, anche subito dopo uno shampoo?

Una delle cause è l’eccessivo utilizzo di phon, piastra e arricciacapelli che funzionano ad alta temperatura, stressando il capello e, di conseguenza conferendogli l’effetto “crespo”. Tale effetto aumenta se i tuoi capelli hanno subito trattamenti aggressivi, ad esempio permanenti e colorazioni. Trattamenti come questi, infatti, danneggiano e indeboliscono la struttura del capello perché lo sottopongono a un forte stress.

Contribuiscono ad aumentare il problema della secchezza anche l’uso eccessivo di lacche, mousse o cere modellanti convenzionali.

I capelli crespi sono capelli secchi, fragili e faticosi da pettinare. Si mostrano opachi e ruvidi al tatto. Come fare, quindi per curarli nel modo migliore? Anzitutto dobbiamo capire quali sono le cause che rendono i capelli crespi. Ecco le 5 cause principali:

  1. Condizione genetica/ereditaria: l’effetto crespo è creato dal sollevamento delle cuticole che ricoprono la corteccia del capello. Questo fenomeno potrebbe essere genetico. Avere o meno i capelli crespi è, spesso anche un fattore ereditario.
  2. Trattamenti aggressivi: le colorazioni e le permanenti danneggiano la struttura del capello. Limitane l’uso in modo da evitare l’indebolimento della chioma.
  3. Phon e Arricciacapelli: l’utilizzo di piastre e asciugacapelli ad alta temperatura stressa il capello conferendogli l’effetto “paglia”.
  4. Fattori climatici: l’umidità, il vento, l’eccessiva esposizione al sole e la salsedine. Anche il cambio di stagione può essere responsabile dell’effetto crespo in quanto comporta l’alterazione del metabolismo.
  5. Fattori legati alla salute fisica e psicologica: carenze alimentari e stress emotivi possono indebolire i capelli.

Anche i fattori climatici quali l’umidità, il vento, l’eccessiva esposizione al sole o la salsedine, influiscono. Essi provocano l’alterazione del metabolismo e possono quindi essere responsabili dell’effetto crespo.

Potrebbe interessarti anche: Caduta dei capelli: cause principali, alimentazione e rimedi

Un ruolo importante lo gioca, anche, la tua salute fisica e psicologica. Alcune carenze alimentari, alcune disfunzioni, la stanchezza e le cattive abitudini possono riversasi sui tuoi capelli, seccandoli e sfibrandoli. Infine, tra le principali cause dei capelli crespi vi può essere la scarsa idratazione e il mancato nutrimento. Non stupirti, dunque, se per essere sani, morbidi e luminosi i capelli necessitano di molte cure e attenzioni.

Capelli crespi: consigli su come trattarli

balsamo fai da te capelli crespi (Istock Photos)

Il primo passo per migliorare la salute dei tuoi capelli consiste nel lavarli nel modo giusto. Il consiglio è quello di lavare i capelli, inizialmente ,con acqua caldotiepida. In tal modo, permetterai alla cuticola dei capelli di aprirsi e detergersi meglio. Mentre,  per sciacquare usa acqua tiepidofredda. È essenziale per ricompattare le fibre di cui è composta la cheratina e donare un effetto lucido e disciplinato. In ultimo, tampona con un asciugamano senza strizzare o stressare eccessivamente: leverai l’acqua in eccesso.

Una volta lavati, i capelli vanno spazzolati dalle radici alle punte, tenendo la testa rivolta verso il basso. In questo modo, favorirai la distribuzione del sebo su tutta la cute. Il sebo contribuisce a formare il sottile film idrolipidico che ha il compito di proteggere il capello dalle aggressioni esterne e dall’umidità, senza tuttavia appesantirlo. Molto importante è, anche, il tipo di spazzola che usi. Evita quelle con setole sintetiche, scegli piuttosto quelle con setole naturali. Permetterai la chiusura delle cuticole e renderai il capello ancora più liscio.

Come asciugare i capelli crespi in modo corretto

come realizzare uno spray termo protettore per capelli Come trattare i capelli crespi Fonte foto: Istock

Nella fase di asciugatura e successivamente di piega, il consiglio è usare il phon a una distanza di circa 10/15 cm. Tienilo lontano dalle radici per non compromettere il processo di rigenerazione del capello, ed evita quanto più possibile ferri e piastre.

So che è difficile – io più di ogni altra adoro l’effetto che tali strumenti garantiscono -, ma pensa che lo fai per la salute dei tuoi capelli. Del resto, puoi sempre imparare ad usare il phon per le tue acconciature. E se proprio non riesci a rinunciare a sfoggiare una bella piega mossa, puoi sempre usare i bigodini: durano più a lungo e sembrano essere tornati di moda!

Se vuoi restare aggiornato sulla categoria capelli, benessere e bellezza fai da te clicca qui!

I rimedi naturali e fai da te per capelli crespi: Le maschere

maschera per capelli crespi(Istock Photos)

Prendersi cura dei propri capelli nel modo giusto è importante e fondamentale per evitare, o meglio, arginare il più possibile il fastidioso crespo. Quindi, come abbiamo accennato all’inizio, esistono rimedi naturali e fai da te appositamente creati per la cura e la bellezza dei capelli. Scopri quali e come usarli, seguendo le indicazioni di seguito.

  •  Maschera nutriente al miele e olio d’oliva: per capelli secchi e spenti

Una maschera al miele e olio d’oliva è l’ideale se hai capelli secchi e spenti.

Una maschera, questa, semplice da realizzare e poco costosa, riesce ad idratarenutrire e rivitalizzare. Come prepararla? Semplice:

Metti due cucchiai di miele in una ciotola e mescolali a tre cucchiaini di olio extra vergine di oliva. Massaggia l’impacco sui capelli, soprattutto sulla lunghezza (quella solitamente più danneggiata), e risciacqua solo dopo 10 minuti abbondanti.

  •  Maschera agli oli essenziali: per nutrire i capelli

Un’altra maschera nutriente anti-crespo si può avere mescolando 2 cucchiai di olio vergine di ricino1 cucchiaio di olio vergine dargan10 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 gocce di olio essenziale di salvia.

Applica la maschera sui capelli, e lasciala in posa per unora (ricorda di coprire i capelli con della pellicola per alimenti). Prima di risciacquare, massaggia i capelli con la punta delle dita.

L’operazione va ripetuta una volta alla settimana se i capelli sono esageratamente sfibrati e secchi, altrimenti ogni 15 giorni.

Capelli crespi? Usa lo shampoo all’uovo e aceto di mele

shampoo fai da te per capelli crespi (Istock)

Come fare? Semplicemente sbatti un uovo in una terrina e diluiscilo con acqua tiepida. Applicalo sui capelli e massaggia delicatamente.

Fai riposare 10 minuti. Successivamente, sciacqua con acqua tiepida. Infine, metti il balsamo e risciacqua. Ripeti il trattamento una volta a settimana. La lecitina e le vitamine contenute nell’uovo rendono il capello lucente già dopo 2 o 3 trattamenti.

Potrebbe interessarti anche: Maschera per capelli secchi: la ricetta da fare a casa-VIDEO

Usa l’aceto di mele come disciplinante per capelli e per ristabilirne il tasso di acidità. Due o tre cucchiai nell’ultimo risciacquo fanno diventare i capelli lucidi e li rendono estremamente facili da pettinare. Se l’odore non va via, prova ad aggiungere alcune gocce di olio essenziale profumato al cocco o alla malva.

Il Balsamo all’olio di cocco per capelli crespi

balsamo all’olio di cocco Fonte: Istock Photos

Anche l’olio di cocco, essendo assai nutriente, è ideale nel trattamento dei capelli crespi, specialmente se ricci. Contenente Vitamina A e Vitamina E, protegge dalla degradazione dei tessuti e funge da antiossidante naturale. Utilizzare l’olio di cocco per farne un balsamo nutriente per capelli è davvero semplice. Come?

Mescola l’olio di cocco, il burro di karité e il gel d’aloe, direttamente sul palmo della mano, e applicalo sui capelli. Dopo averlo applicato, massaggialo sui capelli, in particolare sulle punte, avvolgi i capelli in un asciugamano caldo ma umido, e lascia agire per almeno 30 minuti prima di risciacquare. Questo balsamo è utilissimo per capelli secchi e crespi ma sconsigliato a chi ha capelli tendenti al grasso! In entrambi i casi, lavorare il balsamo solo sulla lunghezza dei capelli facendo attenzione a non toccare la radice.

Un’altra alternativa è il  Burro di karitè:  emolliente, nutriente e idratante è un valido alleato contro i capelli crespi. È utilissimo soprattutto se vai di fretta e non hai tempo per applicare una maschera, o fare uno shampoo particolare prima di uscire.Il burro di Karitè è comodo e semplice perché, può essere usato come una cera. Ti basta prendere, con un cucchiaio, una piccola quantità di burro, riscaldarlo, strofinandolo tra le mani, e applicarlo sui capelli (soprattutto sulle punte e nelle zone critiche), il risultato sarà eccezionale e immediato!

Potrebbe interessarti anche: Finisce un amore? mi taglio i capelli: si chiama Breakup haircut

Qual è il taglio migliore per i capelli crespi?

Tagliare i capelli Tagliare i capelli Fonte: Istock-Photos

Se i tuoi capelli sono esageratamente e irrimediabilmente ispidi e secchi, opta per un taglio scalato, se hai i capelli mossi o ricci. Un taglio medio lungo è anche consigliato, purché non sia paro, in quel modo eviterai l’effetto “casco di banane” in testa.

Per gestire al meglio i capelli tendenti al crespo, infatti, serve anche un taglio idoneo, oltre che i prodotti giusti e una cura piuttosto costante e attenta. Con un taglio potrai eliminare le doppie punte, la maggior parte del secco e dello sfibrato.

Ti sconsiglio, però, tagli eccessivamente corti e retti: più i capelli sono corti, infatti, più sono soliti a gonfiare. Meglio tagli medio lunghi e scalati. Ultimo consiglio, se ancora non sei andata al mare, proteggi i tuoi capelli, specie se crespi, dai raggi UV e dalla salsedine con uno spray protettivo da mettere sulla chioma prima di esporti al sole.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI