Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione La dieta non funziona? Ecco dove sbagli

La dieta non funziona? Ecco dove sbagli

CONDIVIDI

I motivi più comuni che stanno alla base delle diete che non funzionano.

bulimia e anoressia Fonte: Istock

Quando si decide di perdere peso, la prima cosa che si fa è mettersi a dieta. In questo modo si ha la certezza di vedere dei risultati in poco tempo. Se il più delle volte, questo è ciò che accade davvero, ci sono dei casi in cui, nonostante la dieta, il peso si ostini a non scendere neppure di un grammo.
In questo caso le cause possono essere diverse, anche di tipo medico. Se fatti gli esami ormonali e i controlli di routine non emerge alcun problema, allora le cause sono da ricercarsi in alcuni errori comuni che spesso si fanno quando si è a dieta e che su alcune persone possono intervenire in modo più evidente che su altre, portando a non dimagrire. Proviamo quindi a scoprire quali sono gli errori più comuni e quindi da evitare quando ci si mette a dieta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Effetto yo-yo: come evitarlo

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda la dieta e le strategie per mantenerti in forma CLICCA QUI!

Gli errori da evitare quando si segue una dieta

Eliminare del tutto i carboidrati. Molto spesso, specie negli ultimi tempi, mettersi a dieta significa dichiarare guerra ai carboidrati. Se da un lato è bene ridurre il più possibile zucchero e cereali raffinati, dall’altro è sempre bene non eliminare mai del tutto una categoria di alimenti ed evitare anche i cereali integrali (sani poiché ricchi di fibre) e la frutta e la verdura non è mai una buona scelta. Certo, all’inizio si ha l’illusione di perdere tanto peso per via dei liquidi che vanno via. Una volta reintrodotti, però, il peso tenderà a risalire creando un circolo virtuoso dal quale è sempre più difficile uscire. È importante, quindi, limitare l’introduzione di cibo ma senza eliminare del tutto i carboidrati che, tra le altre cose, servono anche a mantenere alto l’umore e ad evitare abbuffate future che sono spesso una delle cause per cui non si riesce a perdere peso.

Le abbuffate. Restando in argomento è bene aprire una parentesi sulle abbuffate. È ormai risaputo che quando si è a dieta, concedersi uno sfizio di tanto in tanto giova al metabolismo. Ciò che molti non considerano è che per sfizio si intende una pizza a cena, un gelato dopo cena o un dolce da mangiare a merenda. L’errore in cui molti si imbattono è quello di dedicare un’intera giornata a mangiare, assumendo tutte le calorie risparmiate nel corso della settimana e arrivano così ad una sorta di pareggio che porta a far restare invariato il peso sulla bilancia. È inoltre bene ricordare che il bisogno di gettarsi in modo famelico sul cibo è sempre indice di un problema di fondo che, se apparso insieme alla dieta, può indicare qualche carenza come la mancanza di zuccheri o di altre sostanze. Per questo motivo, nel caso il problema fosse frequente il consiglio è quello di chiedere aiuto al proprio medico curante.

Consumo di barrette e beveroni. Viviamo nell’era di beveroni e barrette che sostituiscono i pasti o promettono di far perdere peso. Sebbene possano essercene di validi, la verità è che il sostituto del pasto andrebbe preso solo dietro consiglio medico e una volta ogni tanto e solo se ci si trova nel particolare frangente di non poter consumare cibi solidi o di non avere tempo e modo di fermarsi a pranzare. Se si vogliono ottenere risultati migliori senza fare la fame, basta optare per un’insalata ricca di verdure, proteine magre (anche di tipo vegetale) e grassi buoni come l’olio extra vergine d’oliva o la frutta secca. In questo modo si avrà un miglior senso di appagamento, ci si sentirà sazie e non si correrà il rischio di problemi futuri dati dai tanti stimolanti che spesso si trovano all’interno dei beveroni dimagranti.

Limitarsi alla dieta. Scegliere di mangiare in modo diverso, se fatto con lucidità, è sempre una buona cosa ma perde efficacia quando si sceglie di fermarsi a questo. Uno stile di vita sano presuppone un’alimentazione bilanciata e ricca di tutti i nutrienti ed una moderata attività fisica che consenta ai muscoli di lavorare, aiutando così l’organismo a bruciare i grassi in eccesso e a ritrovare tonicità là. Inoltre, con gli giusti esercizi, anche la massa magra aumenterà e ciò porterà ad un innalzamento del metabolismo e quindi ad un più rapido dimagrimento che sarà sicuramente armonico, dando alla figura le giuste proporzioni.

Essere ossessivi. Quando ci si mette a dieta, spesso si finisce con il pensare solo a questo, pesandosi di continuo e diventando ossessivi. È importante ricordare che nessuno è solo un numero sulla bilancia e che il peso, a volte, può restare fermo per svariati motivi come il ciclo ormonale in arrivo, un periodo di affaticamento o un bilanciamento tra massa grassa persa e massa magra acquisita. È bene quindi evitare di pesarsi tutti i giorni, guardandosi anche allo specchio che spesso può dare più risposte di un semplice numero.

Non fare paragoni con gli altri. Nell’era dei social, anche la dieta diventa tale e sempre più persone finiscono con il raccontare ciò che mangiano, mostrando anche i risultati della loro dieta con foto e tanto di misure. La verità, però, è che ognuno di noi è fatto a modo suo e ciò che va bene per qualcuno non va affatto bene per un altro. Inoltre non va dimenticato che le persone raccontano spesso la verità che vogliono far conoscere, omettendo particolari importanti che spesso fanno la differenza. Per questo motivo, uno degli errori più sbagliati è quello di imitare gli altri o di paragonarsi a loro cercando magari di raggiungere dei risultati impossibili o che, più semplicemente, non vanno bene per se stessi. Se si hanno dei dubbi su cosa mangiare o su come gestire la dieta, è sempre meglio rivolgersi ad un nutrizionista competente che, studiato il caso, saprà dare i giusti consigli, stilando anche una dieta facile da seguire e in grado di portare a dei risultati rapidi e sicuri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Addio gonfiore alimentare: come avere la pancia piatta in quattro settimane

Non consultarsi con il medico. Concludiamo con la premessa iniziale, ovvero quella che quasi nessuno segue mai. Se si hanno problemi nel perdere peso, prima di passare a diete restrittive o ad allenamenti estenuanti è bene rivolgersi al proprio medico. A volte dei chili in più possono dipendere da un problema di allergie come quella al nichel, da intolleranze alimentari come quella per il glutine o il lattosio o, ancora, da problemi ormonali, ipotiroidismo, eccesso di cortisolo per via del troppo stress e, in tanti casi, da troppe diete sbagliate fatte in passato e che hanno distrutto il metabolismo. Si tratta sempre di situazioni risolvibili ma solo con l’aiuto del medico giusto che sappia comprendere e trattare l’argomento e che dia la giusta strada da seguire.

Voler perdere peso è una scelta legittima che va però fatta in modo consapevole e senza fretta. Ognuno di noi è molto più di un corpo o di una taglia e ciò che conta, prima di tutto, è riuscire a trovare una serenità di fondo che consenta di avvicinarsi ad un modo sano di alimentarsi, non solo per perdere peso ma per star bene e in salute.

Fonte: amando.it

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Tisana fredda zenzero e limone: per depurarsi e perdere peso
Leggi anche -> Questi cibi rendono più veloce il tuo metabolismo
Leggi anche -> Gli snack estivi che fanno bene alla salute