Home Moda & Abbigliamento Outfit Camicette e top: quali scegliere per valorizzare la silhouette?

Camicette e top: quali scegliere per valorizzare la silhouette?

CONDIVIDI

Non esistono top e camicette tabù, capi che non possiamo acquistare e indossare perché ci farebbero apparire più grasse. Esistono invece abbinamenti sbagliati: scopriamo quelli da evitare e quelli invece da sfruttare per valorizzare la silhouette.

Foto da iStock

“No, quella maglietta non è adatta a te. Ti ingrassa!”

Quante volte vi è stata rivolta questa osservazione? Spesso e volentieri si fa cenno a capi d’abbigliamento che, per eccellenza, sarebbe meglio evitare, causa chili di troppo in omaggio anche se non desiderati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Moda Curvy: come vestirsi per nascondere i chili di troppo

In poche parole, pare esisterebbero vestiti che ci ingrassano. Ma le cose stanno veramente così? Secondo Clio Zammatteo e il suo team no.

Sul blog della make up artist è infatti recentemente comparso un articolo volto a sottolineare come “non ci siano indumenti da demonizzare ma, semplicemente alcuni abbinamenti che possono valorizzare la figura meglio di altri”.

Concentrandoci sulla “parte sopra”, per così dire, ovvero su top e camicette, scopriamo insieme quali sono gli abbinamenti più corretti, quelli, per intenderci, che rendono giustizia o meglio ancora valorizzano la nostra silhouette.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno sulle notizie delle categorie gossip, moda e abbigliamento e social, CLICCA QUI!

Camicette e top: gli abbinamenti per rendere giustizia alle nostre forme

Foto da iStock

Il punto di partenza sarà una buona conoscenza di quei dettagli che aggiungono volume alla figura, quelli, per capirci, che dovremo accuratamente evitare. Fatto ciò avremo pronti per l’uso una serie di top e camicette con cui andare semplicemente sul sicuro!

In questo caso la scelta più immediata ed efficiente sarà senza dubbio quella che ci lega alla semplicità: linee pulite e una totale assenza di rouches, balzevolant, aggiunte che, da un punto di vista ottico, allargano la parte superiore del corpo, saranno garanzia di un capo privo di rischi.

Altro elemento a cui prestare particolare attenzione è la scollatura. Per i fisici più “burrosi” sarebbe bene evitare quelle rotonde o troppo accollate. Dare maggior verticalità alla figura è infatti obbiettivo principe in simili circostanze: le migliori saranno allora quelle a V oppure le scollature “wrap” a portafoglio, che non solo ristabiliscono armonia nella figura, ma regalano anche un sempre gradito effetto “push-up”.

Se però non volete scoprirvi troppo e vi pare impossibile rinunciare alle vostre magliette accollate potrete salvare la situazioni abbinandole ai giusti accessori. Una collana lunga, magari a contrasto con il top, sarà perfetta!

Diverse difficoltà sono poi presentate dalla scelta del colore. Come tutti sappiamo quello che “snellisce” per eccellenza è il nero ma si può trattare di un’alternativa alla lunga un po’ noiosa. Varianti interessante e dal medesimo esito sono ad esempio il borgogna, il grigio, il marrone o il verde bosco, ma si potrà anche optare per top e camicie colorate, stemperandole ad esempio con un cardigan, una gonna o un paio di pantaloni più scuri a contrasto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 5 cose da sapere per non sbagliare mai outfit

Infine le più temute, le righe orizzontali. Loro sono un vero e proprio spauracchio ma si possono rivelare un’arma molto utile, a patto di conoscerne i segreti più nascosti Non tutti sanno ad esempio che le righe chiare hanno il merito di “portare avanti” e far risaltare determinati punti del corpo mentre, mentre quelle scure, riescono ad “abbassarne” altri. Utilizzarle dunque in posizioni strategiche può rivelarsi di grande aiuto.

Spiega assai bene il team di Clio:

“Se, ad esempio, si ha un fisico “a pera” che presenta una sproporzione tra la parte inferiore e quella superiore, paradossalmente le righe orizzontali indossate sulla sua parte superiore in veste di top o camicetta, contribuiranno a ripristinare una giusta proporzione e a minimizzare dei fianchi o delle cosce tornite. Se, però, avete un fisico a mela, optate per un capo che presenta le righe orizzontali solo sul seno, in modo da distogliere l’attenzione dalla zona pancia.”

Infine la regola d’oro, quella che vale per ogni capo di abbigliamento: scegliete la taglia giusta. I top che ingrassano sono nella maggior parte dei casi semplicemente della taglia sbagliata: troppo larghi appesantiscono al figura, troppo stretti ne evidenziano le imperfezioni. Provate dunque sempre più taglie di ogni capo, così da comprendere quale più vi “calza a pennello”.

Allora, siete ancora convinte che nella moda esistano i tabù? Alla fine è solo questione di abbinamenti.

Fonte: blog.cliomakeup.com

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Pantaloni che ingoffano: quali modelli evitare e quali prediligere?

Pantaloni larghi, salvavita per l’estate: come abbinarli al meglio

Colore valorizzante: come fare il test e scoprire la tinta che ci dona