Home Coppia

La gelosia come una malattia: ecco cosa dicono i medici

CONDIVIDI

Un sentimento comune che riguarda sempre molte relazioni di coppia.. Eppure non va presa alla leggera. Ecco perché la gelosia può diventare una malattia..

gelosia malattia
Coppia in litigio, IStock

Gelosia: spesso si verifica nelle relazioni di coppia, e per molti diventa un vero e proprio sentimento di cui è impossibile fare a meno. A studiarla da molti anni sono anche medici, scienziati e psichiatri.

L’ultima ricerca a riguardo è quella di Robert L. Leahy, che con il suo libro “La cura della gelosia” indaga questo mix di emozioni, i rischi che ne conseguono e le possibili soluzioni (a contrario di ciò che solitamente si pensa) di quella che spesso diventa un’ossessione.

Secondo l’autore, chi è affetto da una gelosia cronica spesso finisce per fare cose di cui poi si pente, mettendo a repentaglio l’equilibrio della relazione e anche il proprio equilibrio mentale. A permetterci di compiere gesti “azzardati” è quella che Leahy chiama la “mente gelosa“, che agisce irrazionalmente e d’impulso, cancellando la logica e la ragionevolezza.

Ciò su cui i medici si sono concentrati è il “punto di svolta“, ovvero capire qual è il momento in cui il sentimento affettivo si trasforma e diventa davvero ossessivo.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie relative a coppia, curiosità, salute e benessere, CLICCA QUI!

La gelosia, un sentimento paragonabile a una malattia: ecco perché

gelosia malattia
Fidanzata gelosa, IStock

A fare un’ipotesi è la professoressa Marazziti dell’Università di Pisa: «Nell’elenco delle patologie psichiatriche non rientra la gelosia, ma quando eccede nell’intensità e nella persistenza da fenomeno normale diventa patologico, e si nasconde dentro “contenitori” che possono essere stati d’ansia o persino psicosi».

La gelosia quindi, potrebbe identificarsi con quella che, nel 1800, portava il nome di “sindrome d’Otello“: una forma delirante e quasi di attacco, che uno dei due partner esercita verso l’altro per conoscerne tutti i movimenti e tenerne sotto controllo la quotidianità.

Secondo gli studi, questo status si crea tanto nella mente di un geloso quanto nella mente di un ansioso: spesso infatti, la gelosia risponde a quegli stessi meccanismi di paura, che vanno ad attivare delle aree del cervello dette “da rettile”.

Conclude Marazziti: “spesso le azioni dettate dalla gelosia si confondono con quelle legate ai disturbi dell’umore, agli stati depressivi o al comportamento ossessivo-compulsivo. Se si manifesta come delirio, rientra nelle psicosi”.

Dal Corriere della Sera

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Gelosia, come la vivi in base al tuo segno zodiacale

E’ in arrivo un fratellino? Ecco come gestire la gelosia.

Coppia: la gelosia ha origine dai pensieri non dalle azioni

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore