Home Salute e Benessere Psiche Come accrescere l’autostima: i passi da seguire quotidianamente

Come accrescere l’autostima: i passi da seguire quotidianamente

CONDIVIDI
autostima
come accrescere l’autostima: i passi da seguire (Istock Photos)

Come accrescere la vostra autostima seguendo i passi giusti. Una buona stima di sé porta ad avere una qualità della vita migliore, scopri come

Nella vita di tutti i giorni, capitano dei momenti in cui ci si sente un po’ giù di corda e ciò che ne risente maggiormente è la nostra autostima. Non sempre è facile gestirla e, a volte, capire come accrescere la propria autostima non è così semplice come si pensa. Ma i passi giusti ci sono e, seguendoli si potrà, finalmente, avere una buona stima di sè e, conseguentemente, una qualità della vita decisamente migliore. Se avete una carenza di autostima, come prima cosa, dovreste provare a prendere in considerazione la situazione in cui vi trovate come una vera e propria sfida. Affronterete, così, compiti e problemi con tutte le vostre energie e ne uscirete vincitori e sicuramente rafforzati. È molto importante ricordare che le basi dell’autostima risiedono in noi stessi e non dipendono dalle opinioni e tantomeno dai giudizi di chi ci circonda.

Potrebbe interessarti anche: Problemi di autostima? Donne italiane ultime in classifica

Gli estremi dell’autostima: bassa e alta

autostima
Come accrescere l’autostima: autostima alta e bassa (Istock Photos)

L’autostima non è altro che la percezione che abbiamo di noi stessi. In sostanza, è la valutazione che una persona dà di se stessa. Tale valutazione varia tra due estremi: quello positivo e quello negativo. Chi ha bassa autostima, per esempio, mostra scarsa fiducia nella propria persona e nelle proprie capacità; si sente spesso insicuro, non è in grado di contare su se stesso e manifesta diverse paure legate soprattutto alla propria percezione di inadeguatezza e incapacità. Per esempio, se una persona con bassa autostima si trova dover prendere una decisione importante, proverà un senso di incertezza molto forte e la sensazione che qualunque scelta farà si dimostrerà sbagliata; al contrario, una persona con una solida autostima sceglierà senza troppe preoccupazioni e indecisioni la via ritenuta migliore.

E’ importante sottolineare che non si nasce con una buona autostima, ma, con il trascorrere degli anni, questa va sempre più coltivata, curata, alimentata per l’intera esistenza di una persona. Se una bassa autostima si dimostra un fattore di ostacolo nella vita di una persona, allo stesso modo un’autostima eccessiva (alta) può avere effetti catastrofici. Ad un estremo ci sono infatti coloro la cui autostima è bassa, all’altro estremo coloro che godono di eccessiva autostima, finendo spesso, questi ultimi, col sentirsi sempre sicuri di stessi e ritenendo di fare sempre la cosa giusta, anche quando le cose non stanno così. Queste ultime persone corrono il rischio di non ‘accorgersi’ dei propri errori, dal momento che la loro sicurezza personale è così elevata da renderli incapaci di vedere alternative di comportamento diverse da quelle prese in considerazione. In entrambi i casi, l’autostima va rimodellata. D’altronde si sa che gli eccessi non vanno mai bene. Mentre, una persona con una sana autostima non è perfetta, e anzi sa come valorizzare le proprie abilità e capacità e come tenere sotto controllo i difetti e le parti del proprio carattere meno amate. La sana autostima è indipendente dal giudizio degli altri, è caratterizzata da una profonda conoscenza di se stessi, aiuta a mantenere i punti di forza ed a migliorare quelli di debolezza, promuove obiettivi stimolanti ma non eccessivi, spinge la persona al confronto con se stessa e con gli altri.

Potrebbe interessarti anche: Bassa autostima: le 6 cose che non ti aiutano a migliorare

Come accrescere l’autostima: i passi da seguire

aumentare autostima in sette mosse
Come accrescere l’autostima: i passi da seguire (Istock Photos)

La percezione di sé ha un impatto enorme sul mondo in cui gli altri ci considerano. E il motivo è molto semplice: solo noi siamo consapevoli veramente dei nostri limiti e dei nostri pregi. Di conseguenza, sappiamo bene quanto valiamo, anche se a volte capita che non ce ne rendiamo conto fino in fondo. Infatti può capitare che valutare se stessi in modo negativo sia semplicemente una scusa per non agire, per evitare di prendere una decisione importante o  la paura di cambiare vita perché non ci riteniamo all’altezza. Eppure solo contando innanzitutto su noi stessi che possiamo evolverci veramente.

Accrescere l’autostima è possibile e richiede un impegno costante nel tempo. Non è difficile, basta volerlo veramente e sforzarsi di pensare che lo si fa per se stessi e che un giorno, dopo tanti sacrifici e sforzi adeguati, non si proveranno più quelle spiacevoli sensazioni di inadeguatezza e finalmente sarà possibile prendere decisioni in modo autonomo, portarle avanti senza ripensamenti né il timore di aver commesso un tragico errore. Ecco, dunque, i passi da seguire giorno per giorno per accrescere la vostra autostima.

Potrebbe interesssarti anche: I 5 trucchi degli psicologi per alimentare la nostra autostima

  • le proprie percezioni (il sé reale): il primo passo che assolutamente dovete fare per vedere migliorare la vostra autostima è quello di lavorare sulle proprie percezioni. Come prima cosa dovete essere obiettivi e, se questo per voi non è facile, potete sempre farvi aiutare da uno specialista o anche una persona a voi cara, il quale vi aiuterà a focalizzarvi sulle vostre percezioni in modo obiettivo. Per esempio si può avere la sensazione di non essere assolutamente in grado di fare una determinata cosa, ma allora perché non accantonarla momentaneamente e concentrarsi su qualcos’altro, anche piccolo, che si è capaci di fare? Tutti noi sappiamo fare qualcosa e il bello sta anche nella diversità, ossia nel fatto che non tutti sappiamo fare le stesse, c’è chi è bravo in un’attività, chi in un’altra. Ammetterlo è un inizio.
  • i propri ideali (il sé ideale): il secondo passo da seguire riguarda i propri ideali, le proprie ambizioni e aspirazioni. Questi vanno calibrati, modificati e rivisti in piccolo. Non è affatto corretto porci degli obiettivi o dei traguardi troppo lontani dalla realtà o difficili da raggiungere. Questi ideali andranno, dunque, ridimensionati e plasmati in funzione delle proprie caratteristiche e capacità reali, evitando soprattutto di imporsi le cose, come fossero un obbligo al quale non ci si può sottrarre. Il modo migliore per ottenere questa abilità consiste nel prendere atto dei propri limiti e accantonarli momentaneamente.
  • obiettivi realistici e tuoi: ognuno di noi ha la capacità di raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, a patto che siano realistici e scaturiscano dalla consapevolezza delle proprie potenzialità, non da desideri altrui o scelte ideali; inizialmente si potrà avere a che fare con obiettivi piccoli, in seguito si realizzeranno anche quelli più complessi e a prima vista difficilmente raggiungibili. L’autostima crescerà con l’aumentare degli obiettivi raggiunti e piano piano sembrerà più facile proseguire in questo percorso di costruzione di una sana autostima.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la psiche e le strategie per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

  • siate sinceri con gli altri: le persone che conosciamo sono per noi come uno specchio in cui tendiamo a riconoscere i nostri pregi e i nostri difetti. Dunque fare un complimento ad un’altra persona significa riconoscere in quella persona una caratteristica positiva che abbiamo anche noi. Se non riuscite proprio ad individuare i vostri lati positivi, allora provate a trovarli negli altri, sempre in modo sincero e senza adulazione.
  • Rilassatevi e godetevi il qui e ora: i pensieri ossessivi sono una minaccia per l’autostima. Se in questo momento vi sentite del tutto privi di fiducia in voi stessi, pensate che in realtà siete una persona unica al mondo nelle vostre caratteristiche e che perciò meritate un premio molto semplice: dedicarvi qualche momento di relax tutto per voi: meditate, praticate Yoga o fate una passeggiata, un bagno caldo, leggete un libro o vedete un bel film, insomma fate ciò che vi piace di più e che vi procura rilassamento e gioia, anche solo per qualche ora. Sarà più che sufficiente.
  • Non sabotate le vostre sfide: a volte, quando ci si pone un obiettivo o una sfida, la mente può entrare in gioco ostacolandovi e facendovi credere che non siate all’altezza della sfida che vorreste affrontare. Si tratta di un vero e proprio auto-sabotaggio che porta ad una riduzione dell’autostima. Non fatevi ostacolare, quindi da voi stessi e dalla vostra subdola mente, nelle azioni che avete intrapreso. Per accrescere la vostra autostima fate un piccolo passo alla volta ogni giorno verso l’obiettivo prefissato.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI