Home Grande Fratello

Gf Vip: il gioco dei bigliettini crea nuove tensioni

CONDIVIDI

grande fratello vipUn gioco con dei bigliettini ha creato nuove tensioni nella casa del Grande Fratello Vip.

All’interno della casa più spiata d’Italia, ieri sono sorte nuove incomprensioni. Tutto è dovuto ad un gioco messo in atto dalla produzione che durante i vari confessionali ha chiesto ai concorrenti di scrivere tre critiche anonime contro gli altri abitanti della casa.
Durante la serata, però, i concorrenti hanno trovato dei bigliettini al tavolo con alcuni dei commenti da loro lasciati e un invito a leggerli ad alta voce.
Il trovarsi a dover leggere delle critiche inattese ha portato a reazioni diverse. Alcuni si sono scusati, altri hanno dimostrato di essersela presa. Quel che è certo è che la tensione è aumentata di colpo, dando vita a nuovi sospetti e al tentativo di cogliere da sguardi o semplici parole i veri autori delle varie critiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Lory Del Santo: Il Grande Fratello Vip le sta facendo bene

Critiche e tensioni all’interno della casa del Grande Fratello Vip

Fonte: grandefratello.mediaset.it

Leggere delle critiche nei propri confronti non è mai una cosa piacevole, se queste sono anonime, poi, le cose si fanno sicuramente più complicate. Così, al centro di una situazione sempre più tesa, gli abitanti della casa del Grande Fratello Vip, questa notte, si sono trovati al centro di un confronto inatteso che, in certi casi, ha portato quasi ad uno scontro.
A prenderla peggio sono stati sicuramente Eleonora Giorgi, accusata di essere una finta buona, e Ivan Cattaneo che non ha gradito i commenti sulla propria persona, valutando i commenti come troppo cattivi.
Più di spirito è stato Walter Nudo che davanti alle critiche e all’insinuazione di comportarsi in un certo modo per pura strategia ha commentato dicendo che rifletterà su quanto letto.
Anche le Donatella sono state criticate e giudicate troppo esuberanti al punto da sconfinare nella maleducazione. Una critica che entrambe hanno colto con il sorriso, promettendo di moderarsi di più ma affermando che è meglio essere esuberante che morte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Enrico Silvestrin: “loro hanno in mano il mio destino”

Insomma, un semplice gioco è riuscito a smuovere gli animi e a far crescere i sospetti gli uni contro gli altri. Dopotutto, più il gioco entra nel vivo e più la paura di uscire o di trovarsi al centro di alcune tattiche di gioco si fa forte, portando i vari concorrenti a dubitare di tutto e tutti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI