Home Dieta e Alimentazione

Perdi peso con la dieta dei sei pasti

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopri come perdere peso con la dieta dei sei pasti.

Quando si parla di diete, gli approcci al cibo sono così vari da poterci scrivere un intero libro. Ad oggi esistono infatti tantissime diete, molte delle quali così diverse tra loro da contraddirsi a vicenda. Tra queste, una che si va facendo sempre più spazio è quella dei sei pasti al giorno. Uno stile alimentare improntato sul consumo di pochi pasti. L’idea è quella di mantenere sempre attivo il metabolismo senza appesantire l’organismo. Mangiando piccoli pasti, infatti, la digestione ne trae un certo vantaggio, evitando crisi di fame improvvisi e relative abbuffate.
Un metodo che negli anni ha ottenuto sempre più consensi anche da parte dei nutrizionisti che tra i motivi che rendono questo tipo di alimentazione molto adatta al benessere dell’organismo hanno aggiunto anche la capacità di tenere a bada l’insulina, l’ormone che viene messo in circolo dopo il consumo di zuccheri o a digiuno e la cui presenza in eccesso può portare all’aumento del perso corporeo. Oggi, quindi, dopo esserci occupati della dieta di Settembre, scopriremo insieme come seguire la famosa dieta dei sei pasti, analizzando un menu tipo, sul quale poter basare un piano alimentare settimanale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Scopri la dieta che sazia e perdi fino a 2 kg in quattro giorni

Dieta dei sei pasti, dimagrire senza patire la fame

crono dietaSono sempre di più i nutrizionisti d’accordo nell’affermare che mangiare anche sei o sette pasti al giorno fa bene alla salute. Ovviamente, la regola vale solo se gli stessi sono sani e mai abbondanti. L’idea è infatti quella di consumare piccoli pasti che siano leggeri e facili da digerire e che, al contempo, aiutino l’organismo a mantenere costanti i livelli di glicemia nel sangue.
Ma come gestire esattamente una giornata improntata su sei pasti? La dieta si basa sul consumo di circa 2000 calorie con pasti che vanno dalle 300 alle 400 calorie previste per i principali e 100 o 150 per gli spuntini. Gli stessi si articolano in quelli principali, ovvero la colazione, il pranzo e la cena e tre spuntini da fare al mattino, al pomeriggio e la sera prima di andare a dormire. Se si va a dormire presto il terzo spuntino può essere aggiunto a quello del mattino o del pomeriggio, una scelta che si può fare in base all’ora in cui ci alza, al fine di rendere la dieta il più possibile adatta alle proprie esigenze.

Menu tipo della dieta dei sei pasti con vari esempi

Colazione:

  • Una tazza di tè verde e 150 grammi di yogurt greco con frutta di stagione
  • Una tazza di latte parzialmente scremato o di tipo vegetale (purché senza zucchero) con 30 grammi di cereali integrali
  • Una fetta di pane tostato con 70 grammi di yogurt greco e un cucchiaino di marmellata senza zucchero

Spuntino:

  • 20 gr di parmigiano
  • Uno yogurt magro
  • 200 grammi di Kefir

Pranzo:

  • Un’insalata mista con verdure di stagione, ceci e pollo, condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. A seguire una piccola mela
  • 60 grami di spaghetti integrali con pomodorini e 15 grammi di parmigiano. A seguire in piatto di verdure di stagione grigliate
  • 50 grammi di spaghetti di riso con pollo, peperoni e scalogno. Da far saltare con un goccio di salsa di soia e da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Merenda:

  • Un frutto di stagione e una tazza di tè senza zucchero
  • Una fetta di pane tostato con 30 gr di prosciutto di tacchino
  • 30 gr di noci o altra frutta secca e una tazza di caffè senza zucchero

Cena:

  • Una porzione di pesce arrostito con contorno di verdure alla griglia condite con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
  • Zuppa di ceci e verdure miste di stagione condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e un uovo
  • Una porzione di formaggio magro con insalata mista condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. 30 grammi di pane integrale

Dopo cena:

  • Un bicchiere di latte parzialmente scremato
  • Un quadratino di cioccolato fondente oltre il 75%
  • Una tisana addolcita con un un cucchiaino di miele

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: 5 regole per restare in forma dopo la prova costume

maniglie dell'amoreIndicazioni per seguire al meglio la dieta dei sei pasti

Affinché la dieta dei sei pasti funzioni a dovere è necessario prestare attenzione alle porzioni, curandosi di non consumarne mai di eccessive.
Inoltre è consigliato bere tanta acqua. Una delle strategie vincenti, specie per chi sa di bere troppo poco, è quella di affiancare almeno un bicchiere d’acqua ad ogni pasto. In questo modo si raggiungerebbero già sei bicchieri. A quel punto ne basterebbero altri due per arrivare alla dose minima consigliata. Le bevande consumate durante il giorno contribuiranno a raggiungere i due litri di acqua giornalieri.
Come sempre lo sport è il ben venuto, purché sia gestito in base alle proprie capacità. Se si parte già da una buona base si può proseguire regolandosi in base al nuovo piano alimentare. Altrimenti, la scelta migliore è quella di iniziare pian piano. Si può fare andando in palestra e facendosi seguire da un personal trainer oppure iniziando con delle camminate sostenute da trasformare lentamente in brevi sessioni di corsa. In questo modo il fisico non si affaticherà ma inizierà a riattivarsi, sostenendo il percorso della dieta.

Pro e contro della dieta dei sei pasti

dieta senza bisturiCome ogni dieta anche questa ha i suoi pro e contro, alcuni dei quali legati al fatto che non tutti sono d’accorso sulla positività del mangiare tante volte durante il giorno. Ovviamente non ci sarà mai un parere univoco, molto dipende quindi dalle proprie esigenze.
Appurato che per molti questo modo di fare è ottimo per mantenere attivo il metabolismo e per evitare gli attacchi di fame, va detto che per far si che la dieta funzioni è necessario mangiare le cose giuste. Per far ciò è sempre meglio affidarsi ad un buon nutrizionista che sia in grado di stilare un piano alimentare adatto alle esigenze personali e al tipo di risultato che si desidera ottenere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> I dieci cibi che non scadono mai

Detto ciò, non tutti i pasti sono esattamente bilanciati, altro motivo per cui un aiuto esterno, specie nei primi tempi, può rivelarsi davvero utile, insegnando cosa è giusto mangiare e come abbinare tra loro i vari alimenti in modo da ottenere delle combinazioni vincenti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI