Home Dieta e Alimentazione

I 10 cibi che non scadono mai

CONDIVIDI
Fonte: Pixabay

Ecco alcuni cibi che, nonostante riportino una data di scadenza, possono essere consumati anche molto tempo dopo.

Quante volte capita di fare la spesa e di mettere in casa più roba di quanta se ne riesce a consumare. Spesso accade per via di acquisti dettati dall’impulso e dalla voglia di provare un dato alimento, altre per via di offerte impossibili da rifiutare ed altre ancora per un semplice errore di calcolo che spinge a fare scorte spesso esagerate. Quali che siano i motivi, trovarsi con dei cibi prossimi alla scadenza non è mai una cosa piacevole tanto da spingere la maggior parte delle persone a consumarli in tutta fretta, a regalarli o a usarli per preparazioni da porzionare o congelare. Quello che forse molti non sanno è che non tutti i cibi scadono effettivamente quando lo dice l’etichetta e questo perché alcuni si conservano molto a lungo nel tempo. Per via delle normativa vigenti, però, è necessario apporre ad ogni alimento una data di scadenza e questo anche quando lo stesso potrebbe andare avanti per diverso tempo. Oggi, quindi, cercheremo di capire quali sono i cibi che, se conservati correttamente, possono essere consumati anche oltre la data di scadenza, evitandoci corse e affanni inutili.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta anti caldo

Ecco i cibi che non pensavi di poter consumare (quasi) per sempre.

Fonte: Pixabay

Gli alcolici. Se ad alta gradazione, gli alcolici non scadono mai. Anche dopo essere stati aperti, grazie all’alcol e allo zucchero in essi contenuti, si mantengono a lungo nel tempo e possono andare avanti anche per anni, migliorando addirittura nel sapore. Ovviamente, dovranno essere ben imbottigliati e al riparo da temperature estreme, altrimenti il rischio è quello di trovare della muffa, cosa che capiterebbe anche prima della scadenza.

Lo zucchero. Da buon conservante naturale, lo zucchero può essere conservato anche per diversi anni dopo la scadenza. Il suo sapore rimarrà intatto e l’unico problema potrebbe derivare dall’indurimento. Conservato in modo sicuro e riposto in un vano al riparo da caldo e freddo eccessivi, si manterrà al meglio.

Il miele. Come lo zucchero, anche il miele si conserva a lungo nel tempo. L’unico intoppo al quale può andare incontro è la possibilità che si indurisca. Un problema risolvibile e che comunque non lo rende affatto meno commestibile.

Il sale. Esattamente come lo zucchero, anche il sale, tende a durare per diversi anni dopo la scadenza e questo perché anche lui è privo di acqua e quindi meno incline a deteriorarsi.

Il riso bianco. Il riso è un vero salvavita tra gli alimenti che durano negli anni. Se ben conservato, infatti, può andare avanti anche 30 anni. L’importante è che si trovi a temperature basse, che sia ben chiuso e che non soffra il caldo. Volendo è possibile conservarlo anche in freezer. Attenzione, però, queste regole valgono solo per il riso bianco. Quello integrale o ai cereali tendono a deteriorarsi a causa dei grassi che contengono.

Fonte: Pixabay

I legumi. Essiccati e privi di acqua, i legumi se ben conservati si mantengono a lungo negli anni. L’importante è tenerli ben a riparo dai raggi del sole e a temperature stabili che non siano troppo calde o troppo fredde.

Aceto di vino bianco. Anche diverso tempo dopo la scadenza si mantiene intatto sia nel colore che nel sapore. Anche quello rosso può mantenersi a lungo ma il passare degli anni può fargli cambiare odore e colore, rendendo più difficile capire se è ancora commestibile.

Il cioccolato fondente. Anche dopo la scadenza, il cioccolato può andare avanti per qualche tempo, seppur non quanto gli alimenti sopra descritti. In media si tratta di uno o due anni e molto dipende dalla qualità e dagli ingredienti che lo compongono. Basterà uno sguardo per capire se è ancora buono. Inutile dire che un cioccolato che ha subito dei cambiamenti sciogliendosi e riconsolidandosi (magari in frigo) non potrà essere conservato a lungo in quanto non più organoletticamente a posto.

Caffè solubile. A patto di essere conservato in freezer, ovviamente in monoporzioni, il caffè solubile può durare ben oltre la data di scadenza, aggiungendosi così agli alimenti che non scadono mai.

Latte in polvere. Seppur più delicati degli alimenti sopra elencati, il latte in polvere può essere conservato a lungo, ovviamente ben chiuso e in un ambiente protetto e non soggetto a temperature estreme.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’anguria: fino a 5 kg in meno in una settimana

Questi sono i cibi che in assoluto possono conservarsi più a lungo. Ci sono, però, altre categorie di alimenti che, anche se per periodi più brevi possono essere consumati dopo la data di scadenza. Si tratta di yogurt, formaggi stagionati o prodotti dolciari a lunga conservazione. In questi casi, però, la capacità di saper riconoscere i primi segnali di un cibo che sta per andare a male sono ancora più importanti.
Detto questo, in tutti i casi, per poter consumare i cibi anche dopo la data di scadenza è indispensabile essere certi di averli conservati in modo corretto e saper distinguere tra un alimento sano e uno che invece non lo è più. Mangiare cibi andati a male, infatti, può essere molto pericoloso per la salute. In caso, di dubbi anche minimi, quindi, è preferibile non correre rischi inutili.