Perdi peso velocemente con la dieta dell’insalata di tonno e mais

Fonte: Istock
Fonte: Istock

Scopriamo insieme la dieta a base di tonno e mais. Per perdere fino a 2 kg in 4 giorni.

L’estate volge ormai verso la fine, avvicinandosi al giorno di Ferragosto e ai festeggiamenti che in molti attendono ormai da settimane. Nei prossimi giorni, seguire una dieta sarà parecchio difficile e tra uscite con gli amici e tentazioni a portata di mano non sgarrare sarà quasi impossibile. In questo momento, quindi, in tante stanno già cercando una soluzione da mettere in atto subito dopo Ferragosto, in modo da contenere i danni. Posto che all’interno di una corretta alimentazione, uno strappo ogni tanto non costituisce un problema e basta tornare a mangiare come sempre per perdere in fretta eventuali kg (per lo più di liquidi) presi, chi lo desidera può tentare con una delle tante diete last minute. Tra esse, in questi giorni, ce n’è una in particolare che sta avendo un discreto successo. Si tratta della dieta dell’insalata di tonno con mais, un modo per mantenersi leggere con gusto e perdere anche un paio di kg, il tutto in quattro giorni totali che non vanno ripetuti. Niente male, no? Dopo le diete dell’anguria e del melone, quindi, restiamo in tema con qualcosa di fresco e dal sapore estivo, l’insalata di tonno e mais.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’insalata: per perdere peso con gusto

Dieta dell’insalata di tonno e mais. Menu e indicazioni

Fonte: Istock

A seguire, un menu tipo della dieta che, come già detto, di regola andrebbe seguita per un massimo di quattro giorni nei quali è prevista una perdita di circa 2 kg. Seguirla oltre i giorni consigliati porterebbe ad un inutile abbassamento del metabolismo e tutto senza il proseguimento dei risultati.

Primo giorno
Colazione: Una tazza di tè verde senza zucchero, una piccola macedonia di frutta e due biscotti integrali
Spuntino: Due fette di ananas o un frutto di stagione
Pranzo: Insalata di verdure miste con tonno al naturale e due cucchiai di mais, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e accompagnata da 20 gr di pane integrale. A seguire un frutto di stagione
Merenda: Una tazza di tè verde o una tisana senza zucchero e una mela
Cena: Insalata di lattuga con tonno al naturale e due cucchiai di mais. Una fetta di anguria

Secondo giorno
Colazione: Una tazza di latte scremato o di latte vegetale senza zucchero e 30 grammi di cereali integrali
Spuntino: Uno yogurt magro
Pranzo: Insalata di pomodori con tonno al naturale e due cucchiai di mais, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. A seguire una piccola macedonia
Merenda: Una fetta di anguria o una ciotola di ciliegie
Cena: Una porzione di tonno al naturale con insalata di fagiolini, mais e cipolle condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. Due fette di ananas

Terzo giorno
Colazione: Una tazza di tè verde senza zucchero con tre fette biscottate integrale con un velo di marmellata senza zuccheri aggiunti
Spuntino: Una mela o una pesca
Pranzo: Insalata di rucola e valeriana con tonno al naturale e due cucchiai di mais, condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e accompagnata da 20 gr di pane integrale. A seguire un frutto di stagione
Merenda: Uno yogurt magro
Cena: Una porzione di tonno fresco con verdure grigliate e condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. Una fetta di anguria

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: 5 regole per restare in forma dopo la prova costume

Il quarto giorno è possibile seguire uno dei tre precedenti.
Durante la dieta sono vietate le bibite zuccherate o condimenti diversi da quelli indicati.
Come condimenti, oltre l’olio già incluso, è possibile aggiungere pochissimo sale (meglio usare le spezie per insaporire) e aceto di vino, di riso o di mele.
Durante la dieta vanno bevuti almeno due litri di acqua naturale.
Un po’ di attività fisica aiuterà a raggiungere dei risultati più mirati. Vanno bene una camminata veloce, una corsa di 30 minuti o, se si è allenate, una sessione di palestra.

Pro e contro della dieta

Fonte: Istock

Questa dieta ha davvero pochissime calorie e una fonte molto scarsa di grassi. Per questo motivo, non andrebbe seguita per più dei quattro giorni consigliati e senza prima aver sentito il parere del proprio medico curante. Persone con determinate patologie dovrebbero sempre evitare le diete fai da te per rivolgersi ad un nutrizionista in grado di stilare un piano dietetico appropriato e studiato appositamente sulla persona. Terminati i quattro giorni bisogna tornare ad un’alimentazione sana ed il più possibile bilanciata.