Home Dieta e Alimentazione

Perdi peso facilmente con la dieta delle bacchette

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopri come dimagrire velocemente con la dieta delle bacchette.

Di solito, quando si parla di diete, si tende a pensare subito ad un’alimentazione di tipo restrittivo, priva cioè di tutti quei cibi che normalmente vengono considerati buoni. È risaputo, dopotutto, che nella maggior parte dei casi i cibi considerati buoni come dolci, fritti e merendine varie sono ricchi di calorie e di grassi saturi, entrambi nemici giurati della linea così come del benessere psico-fisico.
Ciò a cui si presta poca attenzione è tutto ciò che sta intorno alla dieta, ovvero l’allenamento, il modo di approcciarsi al cibo, le quantità e soprattutto il come si mangia.
È scientificamente provato, infatti, che mangiare in modo distratto o troppo velocemente, tende a far “sentire” di meno il pasto, portando a desiderare ancora cibo anche in caso di sazietà. Un cibo consumato con calma e senza distrazioni, invece, di solito tende a restare più impresso, aiutando a sentire la sazietà e ad attendere senza troppi problemi il pasto successivo.
Ma cosa succede esattamente quando si mangia? Il famoso stimolo della sazietà, in realtà, tende ad essere registrato dal cervello con parecchio ritardo, ovvero tra i 15 e i 20 minuti dopo averlo raggiunto.
A chi non è capitato almeno una volta di sentirsi improvvisamente così piene da stare male? Ecco, ciò dipende da un pasto troppo veloce, nel quale dopo aver raggiunto la sazietà si è continuato a mangiare fin quando giunto il messaggio non si è avvertito l’immediato bisogno di fermarsi, scoprendosi troppo gonfie e appesantite. Una sensazione spiacevole che può essere risolta facilmente, ovvero prestando attenzione a cosa si mangia. Ogni cibo infatti andrebbe assaporato con gli occhi, l’olfatto ed infine la bocca. Solo in questo modo l’esperienza sarà tale da appagare del tutto la persona. Non per niente tra le persone più longeve al mondo ci sono i giapponesi che del loro modo di mangiare hanno fatto una vera e propria cultura, dando valore e prestando particolare attenzione al cibo. Certo, nel loro caso, anche l’alimentazione sana e bilanciata è un grande aiuto, tanto che sempre più spesso vengono presi ad esempio per studi sul rapporto tra alimentazione e qualità della vita. E proprio restando in Giappone, oggi vedremo come è possibile perdere peso più facilmente seguendo un semplice trucchetto, quello di abbandonare le posate per prendere in mano le bacchette.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: come dimagrire facilmente dicendo addio all’effetto yo-yo

Come mangiare bene grazie all’uso delle bacchette

Fonte: Istock

Come molti sapranno, in Oriente si tende a mangiare con le bacchette. Chi è stato almeno una volta in un ristorante cinese o giapponese avrà sperimentato l’uso di questi bastoncini con i quali gli orientali sono bravissimi a mangiare praticamente tutto. Quello che forse non tutti sanno, però, è che mangiare con le bacchette, specie per gli occidentali, può rappresentare un buon modo per riavvicinarsi al cibo, trovandosi costretti a rallentare i ritmi, migliorando così la capacità di avvertire il senso di sazietà.
In commercio esiste persino un libro sull’argomento, scritto dalla giapponese Kumiko Barber ed il cui titolo è appunto “La magica dieta delle bacchette”. Qui tra ricette varie, viene spiegata l’estrema utilità di scegliere le bacchette al posto delle posate. Ovviamente, per far si che questo metodo funzioni è necessario impegnarsi nel seguire alcune regole, senza trovare facili (ed inutili) scorciatoie per cercare di mangiare più velocemente.

Le regole da seguire

Fonte: Istock
  • Per prima cosa è necessario imporsi di impiegare almeno una trentina di minuti per consumare il proprio pasto. Certo, se ci si trova al lavoro è la pausa è più breve, si dovrà fare buon viso a cattivo gioco ma si potrà cercare di gustare il cibo nel modo corretto anche se in minor tempo, riservando un approccio più sano alla cena.
  • Usare le bacchette anche per quei cibi che sembrano difficili come, ad esempio il riso. Anche a costo di consumare un chicco alla volta, usare le bacchette aiuterà a diminuire la portata delle porzioni di cibo che si portano alla bocca rendendo il processo anche più lento e aiutando così non solo la digestione ma anche il senso di sazietà.
  • Seguendo sempre il modo di fare degli orientali, si potrebbe iniziare a ridurre le porzioni. Un’eventuale porzione di riso con pesce servito su una piccola ciotola, ad esempio, sarà necessariamente minore di una servita nel classico piatto fondo o piano.
  • Consumare il più possibile dei cibi sani. Riso bianco accompagnato da pesce e verdure è ciò che caratterizza la base dell’alimentazione orientale, specie in Giappone. Seguire il loro esempio, oltre ad aiutarci nel comporre sempre menu bilanciati, ci consente di fare il pieno di omega 3 e di mangiare alimenti sani che fanno bene non solo alla linea ma anche alla salute. E, ovviamente, per sani si intende anche preparati ad hoc, senza condimenti eccessivi, con poco sale e con cotture considerate privilegiate come, ad esempio, quella a vapore.
  • Fermarsi quando si è all’80% della sazietà. Una delle regole fondamentali dei giapponesi è quella di non concludere mai il pasto a stomaco pieno. Il senso di sazietà dovrà essere all’80%. In questo modo ci si sentirà subito leggeri e scattanti, senza alcun senso di spossatezza e pronti a riprendere il lavoro o le proprie incombenze.

Seguendo queste semplici regole, mangiando in modo sano e bilanciato e concedendosi un minimo di attività fisica, il dimagrimento è assicurato e con esso anche un miglior rapporto con il cibo.
Avere la chiara idea di cosa si sta mangiando, assaporare ogni singolo boccone e concedersi del tempo da vivere con rilassatezza sono fattori importantissimi per una corretta alimentazione. Il senso di appagamento, infatti, renderà meno sensibili agli attacchi di gola o di fame nervosa e questo perché essi derivano per lo più da una sensazione di incompletezza dovuta spesso (oltre che ad altri fattori) ad un bisogno di mangiare che il più delle volte, a causa della velocità con la quale si consuma un determinato posto, non viene soddisfatta del tutto, lasciando addosso un senso di frustrazione. Da oggi, quindi, chi è a dieta o sta pensando di iniziarne una, avrà un’arma in più per dimagrire velocemente e senza troppi problemi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Bilancia: come e quando pesarsi per non sbagliare

E chi, grazie alla passione per la cucina giapponese, è ormai più che esperto a destreggiarsi con le bacchette? Anche in questo caso la situazione non cambia, mangiare seguendo le altre indicazioni, aiuterà comunque a raggiungere i propri obiettivi.