Home Dieta e Alimentazione

Dieta: come dimagrire facilmente dicendo addio all’effetto yo-yo

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Come perdere peso facilmente e in modo definitivo, dicendo addio all’effetto yo-yo.

Sei a dieta praticamente da sempre e, ciò nonostante, continui a prendere peso e a non piacerti davanti allo specchio? Per prima cosa non sentirti sola, questa condizione riguarda molte più persone di quanto tu non creda e tutto perché alla base ci si sono obiettivi e strategie errate che col tempo portano il metabolismo ad atrofizzarsi, rispondendo in modo alterato agli imput che gli vengono dati di volta in volta. Come fare, quindi, a dimagrire senza fare la fame? Le strategie sono tante e ti sorprenderà sapere che includono tutte un’alimentazione sicuramente più varia e piacevole di quella che sei solita fare. Se vuoi saperne di più ed iniziare a cambiare vita, quindi, non ti resta che proseguire con la lettura di questo articolo con il quale imparerai a capire dove hai sbagliato fino ad oggi e come rimediare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Come tornare in forma senza dieta dopo la gravidanza

Le strategie vincenti per perdere peso velocemente e senza fare la fame

Fonte: Istock

Per prima cosa, è giusto cercare di capire cosa ti porta a restare costantemente a dieta senza vedere risultati e questo nonostante tu ti costringa puntualmente a fare la fame, rinunciando alle uscite con le amiche o a quel dessert che ormai ti sogni anche la notte.
Partiamo dal presupposto che stare costantemente a dieta, col tempo, ha degli effetti negativi sul metabolismo che è programmato per farci sopravvivere anche in caso di carestia e che, per farlo, in mancanza del giusto apporto di calorie, deve abbassarsi di volta in volta in modo da spingerci a consumare meno energie possibili e tutto solo perché non gliene stiamo dando abbastanza.
La prima cosa da fare per interrompere questo circolo vizioso fatto di dieta e rinunce è quindi quello di iniziare ad alimentarsi in modo corretto. Certo, il solo pensiero fa paura, probabilmente perché in passato ci si è già provato con il triste risultato di riprendere rapidamente il peso perso a fatica. Per ottenere dei risultati, però, è davvero indispensabile mettersi in gioco e tentare ancora una volta questa carta, facendolo però nel modo giusto e seguendo le giuste regole.

Cosa fare per perdere peso velocemente riprendendo a mangiare

donna con bilanciaButtare la bilancia. Ok, se non la si vuol proprio buttare si potrà optare per chiuderla in una scatola o, più semplicemente, imporsi di non usarla tutti i giorni. Il nostro organismo, infatti, è in continuo divenire ed è così complesso che la bilancia può coglierne solo una piccola parte. Il peso corporeo indica infatti non solo la quantità di grasso ma anche quella di muscoli e di acqua. Pesarsi il giorno dopo aver mangiato una pizza, ad esempio, può far oscillare la bilancia, in quel peso in più però non ci sarà solo grasso ma anche l’acqua ritenuta e, probabilmente, tanti altri aspetti che non si prendono mai in considerazione come lo stato di infiammazione. Per questo motivo, prima di spaventarsi davanti al peso che mostra la bilancia sarebbe opportuno cambiare metodo di controllo della propria forma fisica e, visto che non si va in giro sfoggiando un cartello con su scritto il peso del giorno ma mostrando se stesse, forse la scelta migliore è quella di affidarsi allo specchio o, se si desidera essere più precise, a delle misure da prendere prima di iniziare questo nuovo percorso e da controllare ogni tot.
Chi ha troppa paura di sbagliare può affidarsi alla bioimpedenziometria, in grado di indicare di cosa è fatto esattamente il nostro peso corporeo. Ricorda sempre che tu non sei un numero sulla bilancia (numero che tra le altre cose varia da bilancia a bilancia) ma una persona con una sua storia ed un corpo che è formato da massa grassa, massa magra e acqua. Un chilo in più, a volte, può essere quindi di sola acqua, altre di grasso ma altre ancora di muscolo, cosa che ti renderebbe visibilmente più magra e tonica. Capito ora perché non dovresti affidarti più alla sola bilancia?

Fonte: Istock

Stop ai cibi fobici. È vero, ci sono alimenti che più di altri possono contribuire ad un serio aumento del peso. Escluderli categoricamente dalla propria alimentazione, però, se in un primo momento può portare a dimagrire velocemente, con il passare del tempo porta all’instaurarsi di una situazione tutt’altro che felice e nella quale basta solo assaggiare i cibi incriminati per aumentare di peso. E, visto che eliminare un cibo per sempre è davvero difficile (oltre a poter portare a squilibri anche pericolosi per la salute) tanto vale cercare di rendere la propria alimentazione più varia, stando sempre attenta a mangiare in modo consapevole.
Quindi, se fino ad oggi hai detto stop a carboidrati o grassi (o ancor peggio ad entrambi), inizia a reintrodurli. Per farlo in modo consapevole ti basterà prediligere i grassi sani ovvero quelli insaturi e i carboidrati provenienti da verdura, frutta e cereali per lo più di tipo integrale. Ricorda, però, che ogni tanto dire di si ad una fetta di torta o a un buon gelato ti farà bene solo all’umore e basterà riprendere subito dopo con la tua alimentazione normale per non avere alcun effetto negativo sulla tua dieta.

Fonte: Istock

Rispettare il proprio fisico. Se fino ad oggi ti sei limitata a mangiare in base alla bilancia, sappi che molto probabilmente hai smesso di ascoltarti. Questo ti ha sicuramente portata ad attacchi di fame compulsiva, durante i quali hai mangiato di tutto, salvo pentirtene subito dopo per poi cercare di aggiustare tutto rendendo ancora più rigida la tua dieta. Ecco, se vuoi davvero dimagrire in modo definitivo, dovrai eliminare anche questo modo di fare. Riuscirci è semplice, ti basterà infatti imparare ad ascoltare il tuo organismo, concedendoti degli sfizi di tanto in tanto. Fai in modo che ogni pasto sia degno di tale nome e che sia un momento di piacere sia per gli occhi che per il palato. Vivi in un periodo in cui la varietà di cibi tra i quali scegliere è così ampia da poter creare quasi tutto anche con pochi ingredienti. Esistono spuntini sanissimi da realizzare con farine integrali, yogurt e frutta, e persino una mela da accompagnare con della crema di arachidi è uno spezza fame che mangiato nel modo giusto ti aiuterà a perdere peso. Insomma, se hai una particolare voglia, cerca di soddisfarla in modo sano e se c’è qualcosa di non sano che ritieni sia impossibile da ricreare e della quale hai proprio bisogno, scegli un giorno nel quale concedertela, magari restando più leggera a pranzo ma senza punirti prima o dopo per il tuo sgarro. In questo modo sarai più felice e con lo stato d’animo giusto per proseguire il tuo percorso senza incidenti di percorso.

donna affamataEliminare il concetto di fame. Stare a dieta non significa dover patire la fame ma mangiare in modo consapevole, offrendo al proprio organismo l’energia che gli serve per vivere al meglio. Dieta infatti significa stile di vita, ovvero un modo corretto di alimentarsi. Patire la fame, quindi, non è un buon modo per dimagrire. Anzi, lo stimolo della fame può provocare l’innalzamento dell’insulina che, come sappiamo, è un ormone che oltre ai suoi lati positivi ha quello di far accumulare grasso se secreta in eccesso. Cerca quindi di mangiare in modo da sentirsi sempre sazia, questo ti aiuterà sia a vivere meglio che a non rischiare di tuffarti sul cibo del pasto successivo, rischiando così di mangiare più del dovuto o di esagerare scegliendo tra i cibi meno sani. Se tra un pasto e l’altro avverti un senso di fame, meglio rompere il digiuno con un frutto o con qualcosa da sgranocchiare come ad esempio dei finocchi o delle verdure crude. Infine, cerca sempre di fare almeno cinque pasti al giorno gestendoli in questo modo: Colazione abbondante, spuntino, pranzo, merenda e cena leggera. Ovviamente la quantità di cibo da introdurre ad ogni pasto dipenderà anche dal tipo di attività che svolti e da qual’è il periodo della giornata in cui fatichi di più. Posto che la prima colazione dovrebbe essere sempre abbondante in quanto è il pasto che da la sveglia all’organismo, se svolgi un lavoro di giorno, allora il metodo consigliato per gestire al meglio i tuoi pasti è quello di proseguire un pranzo medio ed una cena leggera, inserendo degli spuntini leggeri ma sazianti. Chi lavora di notte potrà invertire la quantità di pranzo e cena e chi invece pur lavorando di giorno tende ad andare a dormire molto tardi, potrà optare per una cena un po’ più leggera, alla quale far seguire uno spuntino pre nanna in modo da non avere mai degli stadi di digiuno prolungato. Per potersi regolare al meglio, è bene ricordare che l’ideale è non restare mai a digiuno per più di 5 ore.

lo sport da solo non fa dimagrireNon ammazzarsi di sport. Un altro errore comune a chi si trova nella spiacevole situazione di prendere peso nonostante la dieta è quello di ammazzarsi di sport cercando di bruciare più calorie possibili e questo nonostante se ne introducano già fin troppo poche con l’alimentazione, cosa che porta come già detto a far addormentare il metabolismo che, per difesa, smetterà di rispondere anche agli esercizi. Lo sport ovviamente è importante, sia durante una dieta che più in generale nella vita di tutti i giorni, questo però dovrebbe essere svolto in modo corretto e sempre nel rispetto del proprio corpo e delle esigenze personali. Ricorda che i muscoli lavorano soprattutto a riposo e che senza questo si danneggeranno invece di renderti più tonica e armoniosa. Inoltre, cercare solo di consumare calorie non è il modo corretto di allenarsi. In questo modo, infatti, si finisce solo col perdere liquidi e a volte persino massa muscolare. Un buon allenamento, al contrario, può portare a ottenere una forma del corpo piacevole, andando a lavorare sulle parti più problematiche. Da oggi, quindi, prima di lanciarti in sequenze di allenamento sfrenato, prova a guardarti allo specchio e cerca di capire cosa desideri migliorare. A quel punto potrai decidere se rivolgerti ad un personal trainer o se iniziare ad unire al cardio degli esercizi mirati (tanti si trovano anche su youtube) in modo da migliorarti solo là dove serve.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dimagrire senza dieta: scopri come fare

Queste cinque regole sono già un’ottima base per iniziare a vedere dei risultati. Ovviamente, chi arriva da un periodo estremamente prolungato di dieta o da regimi così restrittivi da essere molto vicini al digiuno, farebbe meglio ad affidarsi ad un nutrizionista che fa uso della bioimpedenziometria. In questo modo, osservando lo stato del proprio corpo, si potrà organizzare un piano volto ad eliminare la parte grassa in eccesso, aumentando, se se serve, la massa magra e dando il giusto equilibrio elettrolitico, indispensabile per evitare gonfiori o stati di ritenzione idrica.

Fonte: Istock

Allo stesso tempo, si potrà imparare nuovamente a mangiare in modo corretto, comprendendo i tipi di alimenti giusti da inserire ed il modo ideale per combinarli tra loro. Ricorda sempre che ogni persona è estremamente diversa e che il tuo percorso di vita è ciò che ti rende unica. Per questo motivo, per raggiungere il tuo stato fisico (e psicologico) ideale, devi imparare a lavorare concentrandoti solo su te stessa, senza mai paragonarti agli altri e puntando a ciò che è meglio per te. Oltre a vederti meglio allo specchio riscoprirai la sensazione, bellissima, di sentirti energica e piena di forze ed anche il cibo assumerà un valore diverso, smettendo di essere il centro dei tuoi pensieri per diventare un rituale piacevole per prenderti cura di te stessa.