Home Attualità

Serle, ansia per una bimba autistica dispersa nel bosco

CONDIVIDI
serle
L’area boschiva di Serle

La comunità di Serle è in ansia per la sorte di Iuschra, una ragazzina di 12 anni affetta da autismo dispersa in un bosco 

Una ragazzina di 12 anni è rimasta dispersa nel corso di una gita nel bosco a Serle, nel bresciano. La ragazza si chiama Iuschra e la famiglia è seriamente preoccupata, anche perché è affetta da una forma di autismo e quindi sicuramente sta vivendo un’esperienza incredibilmente traumatica. Proseguono i controlli per ritrovarla, dopo che per tutta la notte con droni e altri strumenti avanzati di ricerca le squadre dei vigili del fuoco permanenti di Trento in collaborazione con le forze dell’ordine e i volontari del soccorso alpino hanno provato a ritrovare la giovane, purtroppo finora senza esito. L’allarme per la sorte di Iuschra è scattato intorno alle 11.30 di ieri, giovedì 19 luglio: da quel momento in poi le ricerche sono state spasmodiche, ma purtroppo la situazione è davvero difficile. L’area boschiva nella quale il gruppo in cui c’era anche lei stava passeggiando si trova nei pressi di Cariadeghe di Serle, circa 500 ettari di natura incontaminata. Una zona parecchio impervia e difficile da scandagliare al meglio. Ci sono molte grotte carsiche, quindi Iuschra potrebbe essersi rifugiata ovunque.

Iuschra, la bambina dispersa a Serle: la dinamica dei fatti

Una situazione davvero preoccupante, aggravata dalla malattia della 12enne scomparsa nel bosco di Serle, che rende il tutto molto più difficile. La piccola Iuschra è affetta da autismo ed era in gita con un gruppo di altri 15 compagni, in gita nei boschi del Bresciano con l’associazione Fobap, la Fondazione bresciana assistenza psicodisabili. Nel corso di una passeggiata Iuschra si è allontanata e da quel momento in poi non è stata più ritrovata. Probabilmente è molto spaventata e potrebbe aver trovato rifugio in qualche grotta, dalla quale forse non riesce più ad uscire. Una situazione che mette ansia soltanto a pensarci. Il nostro augurio è che tutto possa risolversi per il meglio, anche per la famiglia che in questo momento è terribilmente preoccupata: “Non era mai successo che si allontanasse – ha detto il padre in un’intervista – Forse l’ultima volta quando aveva quattro anni”. Iuschra è la prima di quattro figli e oltre a lei anche un fratellino è affetto da autismo.