Home Dieta e Alimentazione

Bilancia: come e quando pesarsi per non sbagliare

CONDIVIDI
Fonte: Istock

L’uso della bilancia, a volte, può essere più nocivo che positivo. Scopriamo insieme quando non ci si dovrebbe proprio pesare.

Nella lotta contro i chili di troppo la maggior parte delle donne è solita combattere insieme ad un alleato chiamato bilancia. C’è chi sceglie un giorno a settimana per controllare gli eventuali cambiamenti e chi, invece, preferisce pesarsi ogni mattina. Ci sono poi persone che per andare sul sicuro, arrivano a pesarsi anche più volte al giorno, facendo calcoli improbabili sull’aumento dopo un determinato pasto o dopo l’assunzione di un quantitativo d’acqua. Una situazione che, il più delle volte, risulta essere particolarmente stressante, portando a scoraggiarsi e a perdere di vista il fattore predominante che ogni dieta dovrebbe avere, ovvero lo stare in salute e sentirsi meglio con se stesse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cellulite: dieta, sport e rimedi per eliminarli per sempre

Dieta e bilancia. Perché pesarsi ogni giorno può essere sbagliato

donna con bilanciaÈ sempre più risaputo che per ottenere dei risultati ottimali da una dieta è meglio mettere da parte la bilancia. Se un tempo si riteneva erroneamente che per dimagrire bastasse veder scendere il proprio peso, oggi si hanno infatti molte più informazioni secondo le quali quei numeri contano davvero poco e a volte possono addirittura trarre in errore. Il nostro organismo infatti non è fatto di solo grasso ma anche di scheletro, muscoli e acqua. Questi ultimi hanno una proporzione variabile che può cambiare in base all’allenamento e allo stile di vita per i primi e a seconda dei liquidi ingeriti e dell’eventuale ritenzione idrica per la seconda. Il peso che ogni mattina leggiamo sulla bilancia, quindi, ci indica l’insieme complessivo di tante piccole variabili delle quali il grasso è solo una tra le tante.
Perdere peso quindi, se da un lato può indicare un dimagrimento, in alcuni casi può essere la spia di un deperimento. Perdere massa magra, ad esempio, non porterà ad apparire più magre ma meno toniche e addirittura più flaccide. Allo stesso modo, mezzo chilo in più, alle volte, può essere costituito semplicemente da liquidi rimasti nei tessuti per diversi motivi come, ad esempio, il consumo di troppo sale con relativa ritenzione di liquidi, un allenamento troppo pesante o l’avvicinarsi del ciclo o dell’ovulazione. Per questo motivo sempre più nutrizionisti e personal trainer sono concordi nello sconsigliare la pesata giornaliera e nel cercare piuttosto di individuare, all’interno del mese, il momento giusto per pesarsi. E se proprio non potete farne a meno? Allora, ok alla pesata ma con la consapevolezza del periodo in cui ci si trova, in modo da non andare in tilt davanti ad un aumento di peso se questo è successivo ad una cena fuori o in prossimità del ciclo mestruale.
Ma come riconoscere il momento giusto in cui pesarsi? La risposta è semplice. Basta capire quando non farlo. Ecco quindi i periodi in cui una donna dovrebbe proprio dimenticarsi della bilancia, limitandosi a proseguire con il proprio percorso senza inutili distrazioni.

I giorni nei quali è proprio meglio non pesarsi

Fonte: Istock

I momenti nei quali è meglio non pesarsi, specie per una donna, sono diversi e pur variando da persona a persona possono riassumersi in questo breve elenco:

Dopo un pasto abbondante. Se vi siete date alla pazza gioia, andando a cena fuori o facendo il bis di quella torta che vi piace tanto, pesarsi il giorno dopo non ha alcun senso. Parte dell’aumento, infatti, sarà dovuto in buona parte alla ritenzione di liquidi che avviene in presenza di alimenti salati o come si dice in gergo “non puliti”. La stessa cosa può capitare anche dopo una semplice pizza o un gelato, specie se si soffre di ritenzione o se si hanno delle intolleranze, ad esempio ai latticini. Visto che in un paio di giorni, tornando all’alimentazione di sempre, il peso tende a rientrare, perché allarmarsi ogni volta salendo sulla bilancia?

Dopo ore e ore di palestra. Allenarsi fa bene al corpo e alla mente. Subito dopo, però, si tende ad accumulare dei liquidi che, ovviamente, poi vanno via. Pesarsi poche ore dopo un’allentamento intenso quindi, oltre ad essere inutile, vi farà allarmare per niente.

Quando non si va di corpo per un po’. Inutile dirlo, se non si va di corpo il peso potrebbe aumentare. Se si sta attraversando una fase particolare, quindi, meglio dimenticarsi la bilancia e cercare di aumentare l’apporto di fibre all’interno della dieta per poi tornare a pesarsi solo dopo aver risolto il problema.

Qualche giorno prima dell’arrivo del ciclo mestruale. Ci sono donne che quando aspettano il ciclo tendono a prendere anche due o tre chili che poi, vanno via puntualmente. Si tratta di un aspetto fisiologico che dipende dagli ormoni e che fa accumulare liquidi. Meglio attendere che i giorni x passino prima di avvicinarsi alla bilancia. L’umore già teso non ne gioverebbe affatto. Da ricordare che tante donne tendono ad avere un problema analogo anche durante il periodo ovulatorio. Anche in questo caso, quindi, meglio portare pazienza.

Quando si è particolarmente stressate. L’eccesso di cortisolo, ovvero l’ormone che entra in circolo quando si è parecchio stressate, può portare ad un aumento del peso. Se si sta vivendo un momento difficile, quindi, meglio non dar troppo peso alla bilancia. Scoprire un aumento di peso transitorio infatti genererebbe dell’altro stress dando il via ad un circolo vizioso senza fine. Molto meglio dimenticarsene e cercare di trovare qualcosa in grado di allontanare la tensione. Una corsetta, dello yoga o la visione di qualche film in grado di mettere in pace con il mondo sono sempre consigliati. Per pesarsi c’è sempre tempo, ovviamente a periodo nero finito.

Momenti o circostanze particolari. Ci sono poi delle piccole variabili che ogni donna dovrebbe prendere in considerazione. Una cura antibiotica o cortisonica, un viaggio in aereo, una giornata in cui si è rimaste sedute troppo a lungo o in cui si è bevuto tantissimo senza eliminare tutti i liquidi introdotti. Di motivi per pesare di più ce ne sono tanti. Per questo motivo, tante volte, sarebbe meglio affidarsi più agli abiti e allo specchio piuttosto che alla bilancia, ricorrendo, se proprio si vuole andare sul sicuro alle misure, da prendere con il metro da sarta e, ovviamente, lontano dai giorni critici o dopo una grande abbuffata. Ricordando che in alcuni caso, come nel pre ciclo, oltre all’aumento di peso c’è anche il gonfiore da considerare senza troppi allarmismi.

Quando e come pesarsi

Fonte: Istock

A questo punto molte si staranno chiedendo quando è giusto pesarsi. La risposta è semplice. Andrebbe scelto un giorno lontano da quello pre mestruale o pre ovulatorio e che non rientri in quelli vietati appena descritti. L’ideale è pesarsi al mattino, ma ciò che conta davvero è farlo sempre nelle stesse condizioni ovvero dopo essere andata di corpo, prima di fare colazione e dopo una cena leggera. Oltre al peso andrebbero prese anche le misure perché un aumento, specie se si fa sport, a volte potrebbe indicare più massa magra, cosa decisamente positiva per la tonicità e che quindi non rappresenta in alcun modo un campanello d’allarme. Posto che per verificare com’è strutturato il peso corporeo è sufficiente rivolgersi ad un medico in grado di effettuare l’impedenziometria, quindi, prima di spaventarsi davanti a delle piccole variazioni è necessario mettersi in testa che la sola bilancia non è indicativa della bellezza o della magrezza ma da soltanto un parametro illusorio legato ad un peso che in realtà è la somma di massa grassa, massa magra, liquidi, etc…

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Perdere peso velocemente con la dieta delle micro proteine

Alla luce di tutto ciò, anche la bilancia dovrebbe trasformarsi da giudice a semplice messaggero di eventuali aumenti di peso reali. Un parametro da controllare di tanto in tanto e sempre dopo aver preso in considerazione tutte le possibili variabili. In questo modo, la vita apparirà senza alcun dubbio più leggera e senza stress a mettere i bastoni di torno, anche rispettare una dieta o vedersi belle sarà molto più semplice. Provare per credere.