Home Coppia

Rapporto di coppia: ecco cosa può rovinarlo

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopriamo insieme quali sono i comportamenti che rovinano il rapporto di coppia.

L’estate è una stagione molto delicata quando si parla di rapporti sentimentali. Film e romanzi ci hanno abituate ad una versione un po’ edulcorata degli amori estivi, fatti di primi baci, di passeggiate sulla spiaggia e di addii strazianti poco prima di fare rientro a casa. La verità è che per nascere tanti amori, molti altri devono necessariamente essere terminati: alcuni vittime delle vacanze estive ed altri della lunga stagione invernale.
Comunque si sia giunti alla parole fine, ciò che cercheremo di capire oggi, è come si deteriora un rapporto iniziato nel migliore dei modi.
In genere del rapporto di coppia si hanno due immagini, quella iniziale fatta di sorrisi, carezze e parole sussurrate e quella finale, fatta di musi lunghi, silenzi e vuoti da colmare. Ma cosa c’è in mezzo? Difficilmente si tende a pensarci ma un amore è più resistente di quanto non si pensi e prima della crisi vera e propria ci sono tanti piccoli gesti che possono portare alla parola fine. Azioni piccole, brevi lontananze, scene di vita quotidiana che nessuno si sognerebbe mai di considerare la causa di una crisi ma che, invece, sommate tra loro, sono proprio i mattoncini che creano il percorso che presto o tardi condurrà la coppia inesorabilmente alla fine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Crisi di coppia: come risolverla in 5 passi

Le principali cause che portano al deterioramento del rapporto di coppia

Fonte: Istock

Come già detto prima di ogni crisi c’è un periodo, più o meno lungo, nel quale la coppia mette in atto, senza accorgersene, una serie di atteggiamenti che, alla lunga possono risultare sfibranti per il benessere del rapporto a due. A volte a perpetrarli è per lo più uno dei due, altre volte sono modi di fare che si innescano quasi in automatico per via della confidenza o della convivenza. Qualunque sia la ragione, nella maggior parte dei casi è lì che inizia il vero problema che col tempo scaturirà in una crisi di coppia, cogliendo entrambi impreparati a gestire quanto li aspetta.
Provare a riconoscere ciò che c’è prima di una crisi, quindi, può aiutare ad evitare il peggio. Basterà individuare le mosse sbagliate e correggersi in tempo, salvaguardando così il rapporto che rimarrà sano senza conoscere momenti bui, o quasi.

Mettere se stessi prima della coppia. Il primo passo quasi inevitabile che ogni membro della coppia mette in atto quando l’innamoramento lascia il posto ad un sentimento ormai collaudato è quella di tornare a mettere se stesso al primo posto. Quando si è innamorati, infatti, specie i primi tempi, si tende a mettere l’altra persona al primo posto. Anche solo vederla sorridere ci rende felici e questo basta perché i nostri pensieri siano costantemente rivolti su di lei. Con il passare del tempo, però, la routine quotidiana ci riporta al punto di partenza. Si sente il bisogno di riconoscersi in quanto individuo e si inizia a pensare più a se stessi che al noi. Questo crea una prima invisibile crepa nel rapporto. La soluzione? Pensare a se stessi è più che giusto ma non è necessario farlo in modo assoluto. Continuare a dare attenzioni all’altra persona, facendogli sentire ciò che proviamo e coinvolgendola maggiormente, eviterà inutili allontanamenti che con il tempo potrebbero farsi sempre più grandi fino a determinare una vera e propria crisi.

Darsi per scontati. È una delle cose che i primi tempi si pensa di non fare mai ma che poi, complice la routine di tutti i giorni, finisce con il travolgerci, portandoci a “sederci”. Dare l’altra persona per scontata è uno degli errori più gravi in un rapporto di coppia, soprattutto perché porta allo scemare dell’interesse, a non porsi più interrogativi su come l’altro si sente e a non cercare di rendere sempre viva la storia. A volte per la stanchezza, altre per il troppo lavoro, si arriva a mettere da parte il tempo insieme, ritrovandosi a condividere solo le parti più noiose della vita, dedicando a se stessi o agli amici quelle più belle. Ciò, porta ovviamente ad una frattura che col tempo darà via ad una vera e propria spaccatura. Inutile dire che per evitare che ciò avvenga l’unica via è quella di imparare a dedicarsi del tempo di qualità, ricordando che l’altro c’è fin quando il rapporto è sano e che nulla, nella vita, è sicuro al 100%. Lo stesso amore che adesso fa da collante, infatti, se sottoposto a crepe e scossoni di ogni tipo potrebbe venir meno. La cosa preferibile da fare, quindi, è quella di cercare di lottare da subito per il rapporto, senza attendere di trovarsi già nel bel mezzo di una crisi dalla quale potrebbe essere difficile uscire.

scoprire infedeltàTradire la fiducia altrui. Questo, purtroppo, è un tasto dolente perché a volte l’impegno a mantenere un rapporto basato sulla fiducia è solo da una parte. Sull’importanza di potersi fidare l’uno dell’altra sono stati spesi fiumi di parole, pertanto l’unico consiglio utile che si può dare sull’argomento è quello di lottare ogni giorno affinché il rapporto sia davvero sincero. Non si parla solo di tradimenti ma anche di bugie, promesse non mantenute o verità taciute. Qualsiasi forma di segreto, a meno che non si tratti di una sorpresa, è una piccola mina che si va ad inserire nel rapporto e che potrebbe esplodere da un momento all’altro. E questo vale anche per quei momenti in cui non si sopporta un determinato aspetto dell’altro o si preferisce evitare di dire qualcosa che si sa potrebbe portare ad una discussione. Meglio una lite in più che una pace basata solo sulle bugie.

Lasciar prevalere la pigrizia. Quando ci si sta innamorando e si è intenti a conoscersi, ogni momento è buono per passare del tempo insieme. Per incontrarsi si è pronti a tutti e spesso ci si trova disposti anche a fare qualche sacrificio pur di veder sorridere l’altra persona. Una volta che il rapporto è finalmente avviato e che si è più sicuri l’uno dell’altra, le cose tendono spesso a cambiare. Certo, nessuno dice che si debba stare sempre sull’attenti, pronti a corteggiarsi e a fare di tutto per dimostrare i propri sentimenti. Sedersi sugli allori, però, è decisamente deleterio. Dirsi che ci si ama non basta a tenere in piedi un rapporto. Affinché il rapporto si mantenga stabile, è necessario impegnarsi a vicenda per tener viva non solo la passione ma anche la voglia di stare insieme, di conoscersi sempre meglio e di condividere momenti di vita insieme.

30La gelosia. Questa è forse una delle prime cause che vengono in mente quando si parla di crisi di coppia. Dopotutto chi non si è trovato almeno una volta a fare una scenata di gelosia o a subirne a sua volta? Se essere gelosi indica la presenza di un sentimento, esserlo troppo può portare a liti costanti e a tensioni che col tempo possono portare ad una crisi. Una coppia che non vive nella reciproca fiducia ha infatti vita breve. Lentamente tenderà ad allontanarsi, a nascondersi le cose per non litigare e ad aggredire verbalmente l’altra persona se teme di aver fatto qualcosa per la quale potrebbe subire un’ennesima sfuriata. D’altro canto una mancanza di gelosia può essere interpretata come una mancanza di interesse. Come comportarsi, quindi? Essere gelosi in modo sano, ovvero senza scenate e senza pedinamenti. In caso di dubbi è sempre meglio cercare il dialogo ed interrogarsi sul perché ci si sente in questo modo. Se la colpa è oggettivamente dell’altra persona, forse è il caso di farsi qualche domanda sul rapporto ma se si tratta solo di insicurezza, allora è meglio lavorare su se stessi al fine di non appesantire la relazione.

La simbiosi. L’idea di entrare in simbiosi diventando quasi un’unica persona ha un che di altamente romantico ma, alla lunga, può creare delle dinamiche in grado di rovinare il rapporto. Non si tratta di quanto tempo si sta insieme, quello se si ama farlo può davvero rientrare nelle 24 ore della giornata. Il problema è come si vivono quelle ore. Ogni persona dovrà sempre mantenere la sua personalità senza appoggiarsi in tutto e per tutto all’altro. Il rischio, altrimenti è quello di risultare noiosi e di perdere di vista persino se stessi. E se non si sa più chi si è come si fa a capire cosa o in questo caso chi si ama? Via libera quindi alle prese di posizione, all’affermazione dei propri spazi e al dire sempre ciò che si pensa. Essere se stessi è bellissimo e la coppia nasce per completare due metà in un unico tondo, non per annullarle.

L’invidia. Ogni coppia è una piccola squadra e come tale deve procedere per il benessere generale. Provare invidia per i successi dell’altro, quindi, è del tutto sbagliato così come lo è far pesare i propri successi. Stare insieme significa tifare sempre l’uno per l’altra, gioire delle vittorie dell’altro considerandole come proprie e soffrire per le sue sconfitte senza mai fargliele pesare. Le migliori coppie, dopotutto, sono quelle formate da grandi amici che, oltre all’amore reciproco, hanno saputo inserire nel rapporto anche elementi indispensabili come la fiducia ed il rispetto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Coppia: i tre segni che siete pronti per una vacanza insieme

Facendo attenzione a questi punti, riuscire a mantenere sano il rapporto di coppia sarà decisamente più facile e scongiurerà possibili crisi. È importante ricordare infatti che risolvere una crisi in atto è molto più difficile rispetto al prevenirla. Senza contare che seguire le indicazioni sopra riportare, oltre ad evitare fratture nel rapporto, renderà lo stesso ben più solido e piacevole da vivere.