Home Capelli

Capelli biondi: regole e consigli per tonalità luminose e splendenti

CONDIVIDI
capelli biondi
iStock Photo

Tutti i segreti sui capelli biondi: come adattarli alle varie lunghezze, le diverse sfumature tra cui scegliere e i consigli per curarli al meglio.

Da Marilyn Monroe a Gwyneth Paltrow, passando per Marlene Dietrich, Brigitte Bardot, le più recenti Scalett Johansson, Charlize Therone, Kate Hudson, Cameron Diaz e le nostrane Michelle Hunziker e Valeria Marini. Il biondo per una donna è da sempre sinonimo di eleganza e sensualità.

Nonostante i decenni di tradizione che accompagnano questo colore, il rischio di incappare nell’errore è sempre dietro l’angolo: qualche lavaggio sbagliato, una scelta di sfumatura inadeguata, un taglio non eseguito a regola d’arte e la poesia del biondo finisce in tragedia.

CheDonna.it si assume oggi il compito di scongiurare un simile pericolo. Come? Fornendovi un vademecum completo che vi aiuti nel rendere i vostri capelli biondi sempre, luminosi, belli e splendenti.

In Hai i capelli biondi? Ecco come renderli più luminosi e ricchi di riflessi vi avevamo già fornito alcuni preziosi consigli suiprodotti da utilizzare per avere una chioma splendente e sana, mentre in Rimedi naturali: maschera riflessante e ristrutturante per capelli biondi avevamo proposto un trattamento low cost e fai da te per mantenere l ciocche dorate in piena forma. Oggi vogliamo completare l’elenco di suggerimenti a suon di tagli consigliati e sfumature raccomandate.

Capelli biondi corti

capelli biondi
iStock Photo

Già in Capelli corti: tagli e idee per esser cool nel 2018 vi avevamo illustrato come la scelta del biondo possa risultare vincente per chi desideri dare un tocco elegante e femminile in più a un taglio spesso quasi mascolino.

Si può a tal proposito puntare su un classico intramontabile, come il caschetto biondo, o sull’ultimisima moda, un taglio a scodella o il sob (short + bob).

Ovunque vada l vostra preferenza il suggerimento è di arricchire il taglio con un ciuffo o con una frangia così che la luce del biondo possa circondare il vostro intero volto.

Capelli biondi lunghi

capelli biondi
iStock Photo

E’ il look per eccellenza delle principesse, quello che da bambine tutte abbiamo sognato almeno una volta. Marilyn Monroe ci ha poi insegnato che “gli uomini preferiscono le bonde” e così il sogno di lunghe ciocche color oro o quasi ha continuato almeno in parte a perseguitarci.

Il biondo da ai capelli lunghi una luce immediata e speciale, sia che si estenda su tutte le lunghezze sia che si concentri sulle sole punte. Le possibilità sono poi assai numerose quando si lavora su centimetri abbondanti: infinite sfumature e giochi di nuance diventano altrettante opportunità per dare carattere e personalizzare il proprio look.

Dal platino al biondo scuro e quasi castano, le tonalità da sfruttare sono numerosissime e la scelta non potrà che avvenire sulla base dell‘incarnato che le lunghe ciocche andranno a esaltare. Biondo scuro e cenere si sposano bene con quasi tutti gli incarnati, mentre il platino è il più difficile da portare, tranne che per le pelli chiare con sottotono freddo.

Capelli biondi sfumati

capelli biondi
iStock Photo

Gli effetti sumati sono un vero e proprio must del XXI secolo. Inq uesti anni ne abbiamo conosciuti molti, dal balayage al degradé, passando per lo shatush e tutti i suoi derivati.

Si tratta di effetti che, basanodosi su una decolorazione, hanno senza dubbio dato un volto nuovo proprio a loro, i capelli biondi. Sono proprio costoro le icone del “biondo 2.0”.

Il balayage è una tecnica di colorazione che sfrutta la schiarita a mano libera, rendendo la chioma quasi disegnata ma con un effetto naturale e sfumato. Le ciocche su cui si lavora sono di buone dimensioni e il parrucciere procede poi armato di pennello a manolibera: le linee seguite sono dunque sempre diverse e per questo un balayage nonè mai uguale all’altro. Sembra senza dubbio la giusta tecnica se si parte da un castano chiaro, biondo cenere o biondo oro.

Lo shatush è invece la tecnica resa famosa tempo fa da Belen Rodriguez. Consiste nel cotonare i capelli e decolorarne le lunghezze di almeno 2-3 toni. L’effetto finale non è certo dei più naturali, con un abbondante radice scura che scende fino a circa 1o/ 30 cm. Se però nona vete paura degli stacchi netti è la soluzione ideale per voi, capace di aprire le porte dei capelli biondo sfumati anche a chi ha per natura una chioma affatto chiara.

Il degradè è fra tutte le tecniche quella probabilmente più naturale. Piccolissime ciocche vengono decolorate di uno, massimo due toni, rispetto alla base, il tutto viene poi totalizzato per dare un effetto d’insieme molto soft e di luminosità intensa, senza stravolgere in alcun modo il colore naturale dei capelli. Occorre specificare che la decolorazione, a differenza delle classiche meches, non parte dalla radice ma circa due dita sotto. La tecnica si sposa così con qualsiasi colorazione base di capelli, donando proprio a tutte.

Capelli biondi ricci

capelli biondi
iStock Photo

I riflessi del biondo sono perfetti per valorizzare i capelli ricci. Le ciocche mosse e avvolte l’una sull’altra esaltano infatti per loro stessa natura le sfacettature di un biondo ben calibrato. Essenziale sarà dunque ce il colore, se non naturale, sia eseguito con sapienza.

La prima opzione è quella di schiarire semplicemente i capelli, optando per un effetto quasi di naturale decolorazione dovuta al sole e al mare. Maggiore luminosità e tocchi di luce più intensi adorneranno solo alcune ciocche e, con particolare intensità, le punte. L’effetto sarà comunque omogeneo e assai naturale, perfetto dunque per chi ama il biondo ma non vuole nulla di troppo impegnativo.

Per le più glamour e pretenzione ideale sarà il blonding, una tecnica che illumina in modo naturale i capelli in un gioco perfetto di luci e ombre. Il colore di partenza viene mantenuto all’attaccatura e, scendendo verso le punte, si schiarisce sempre di più. Da non confondere assolutamente con shatush o balayage: arrivati sulle punte infatti il colore del blonding torna a scurirsi.

Capelli biondi con meches

capelli biondi
iStock Photo

Da alcuni viene considerata una tecnica ormai superata ma altre donne proprio non riescono a farne a meno.

Per chi infatti parte già da una base chiara, le meches possono esser un ottima via per creare diverse gradazioni di colore e donare un tocco sfaccettato al proprio look.

Naturalmente dovete dimenticare le grandi bande biondo oro di Geri Halliwell ai tempi delle Spice Girls: le meches del XXI secolo sono rigorosamente realizzate su ciocche minuscole, schiarendole in un unico tono di decolorazione dalle radici alle punte. Il colore risulterà dunque molto ben definito ma, mantenedo tempi di posa diversi da una ciocca all’altra, si potrà dar vita a un effetto d’insieme cangiante.

Inevitabile però lo stacco dalla base: ecco perché non risulta una scelta adeguata per chi non parte già da un biondo più o meno scuro.

Ideale la soluzione delle meches anche per chi desidera dare volume ai propri capelli biondi, enfatizzando magari una chioma un po’ povera o capelli particolarmente sottili.

Capelli biondi freddi

capelli biondi
iStock Photo

Sono forse i capelli biondi più affascinanti, particolari e arditi da sfoggiare ma, ammettiamolo, non a tutte possono donare.

I capelli biondi freddi, platino e affini per capirci, hanno negli ultimi anni soppiantato conle loro sfumature argentee quelle oreo dei toni caldi e miele. L’effetto è decismente più chic ma capace di donare solo a visi dai colori chiari e dagli incarnati rosati. La pelle olivastra chiara, dai sottotoni freddi, è senza dubbio quella che viene maggiormente esaltata da simili nuance.

La colorazione da il suo meglio quando si parte da capelli già chiari, evitando così il rischio di “inclinazioni calde” che potrebbero emergere decolorando castani più scuri.

Volete esaltare al meglio il biondo freddo? Optate per tagli corti o, al massimo, medi: tra la manutenzione del colore e quella del taglio passerete certo molte gironate dal parrucchiere ma ne sarà valsa la pena.

Capelli biondi e rosa

capelli biondi
iStock Photo

Il tocco rosa ci ha conquistato dall’estate 2017 e forse anche prima. Già dalla scorsa estate il colore femminile per eccellenza ha infatti creato un duo con il biondo semplicemente irresistibile: nasce così il rose gold, un nuovo biondo caldo con sfumature rosate perfetto per le carnagioni medio-chiare e per tutte le donne che amano osare, a prescindere dall’età.

Le star lo hanno subito amato e anche noi “bionde comuni” non abbaimo potuto che virare verso questa nuance così particolare.Ricordate però cheil tono ottenuto sarà solitamente alquanto caldo: favoritelo dunque se la vostra carnagione ha già di per sè un sottotono caldo.