Home Gossip

Maria De Filippi, il duro sfogo: “Non sono cambiata, io sempre la stessa”

CONDIVIDI

maria de filippi

Dopo la finale di Amici 2018 in cui ha trionfato Irama, Maria De Filippi si lascia andare ad un lungo sfogo replicando alle critiche in tono polemico.

Maria De Filippi ha chiuso un’altra stagione trionfale televisivamente parlando. Oltre agli incassi che ha portato a casa, Maria De Filippi ha confermato di essere una vera Queen della televisione italiana. Oltre a Uomini e Donne e a C’è posta per te, uno dei programmi più amati della storia della televisione italiana, Maria De Filippi ha condotto la 17esima edizione di Amici, vinta da Irama. Il talent show più longevo della tv ha avuto il merito di rinnovarsi rispetto alle scorse edizioni anche se non è riuscito a portare a casa gli ascolti degli anni precedenti. La finale, però, ha sbaragliato la concorrenza incollando davanti ai teleschermi 4.872.000 spettatori pari al 25.1% di share.

Lo sfogo di Maria De Filippi

Maria De Filippi

Dopo la finale che ha scatenato anche le polemiche per l’eliminazione precoce di Lauren Celentano, Maria De Filippi ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. Nonostante Amici non sia più una trasmissione giovanissima, la conduttrice traccia un bilancio positivo: “Non penso di essere cambiata tanto da 18 anni a questa parte, sono la stessa con loro,sono curiosa allo stesso modo, e questo mi avvicina fino ad annullare le differenze, nonostante la distanza anagrafica. Durante il programma non c’è molto da fare ma io parlo con loro con gli occhi e mi sento identica a loro”, spiega.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>Asia Argento vs Maria De Filippi, l’attrice attacca la conduttrice: ecco perché

Queen Mary, inoltre, rivela come sia ormai obbligatoria la diretta per evitare gli spoiler e sul rapporto con i ragazzi ha aggiunto: “Con i ragazzi quest’anno abbiamo avuto una settimana di fuoco. Ho molto urlato e ho cercato di spiegargli le cose”.

La De Filippi, inoltre, oltre ad aver fatto i complimenti a Luca Tommassini, al suo primo anno come direttore artistico, è tornata sulla collocazione del talent al sabato sera, giorno particolarmente difficile per un programma seguito soprattutto dai giovani: “pensando al pubblico a casa, ti costringe a interrompere la gara per offrire un po’ di altro. E questo rende più difficile il racconto. Io lavoro per loro quindi dico la mia, ma sto bene dove sto. E se mi mettono al sabato continuerò a dire la mia, mi sembra un principio democratico”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>Maria De Filippi tra successi e paure, si racconta in Rai