Home Attualità

Conti Conti: “Difficile andare avanti dopo la morte di Fabrizio Frizzi”

CONDIVIDI

carlo conti e fabrizio frizziCarlo Conti: “Difficile andare avanti dopo la morte di Fabrizio Frizzi”. Il toccante ricordo ai microfoni del settimanale Chi.

Uno strazio: definisce così Carlo Conti la morte di Fabrizio Frizzi la cui scomparsa ha causato un dolore enorme al conduttore toscano che ha perso non solo un collega ma un amico fraterno a cui era legato da un rapporto di stima, amicizia, e affetto reciproco. Carlo Conti e Fabrizio Frizzi condividevano anche l’esperienza della paternità in età matura e il loro rapporto era talmente speciale che l’uno si rivolgeva all’altro con l’appellattivo fratellone” che Conti ha usato per salutare l’amico sui social

Il dolore di Carlo Conti per la morte di Fabrizio Frizzi

carlo conti e fabrizio frizzi

Oltre a dover superare la perdita di Fabrizio Frizzi, Carlo Conti si è ritrovato a tornare nello studio de L’Eredità dove, per diverso tempo, erano stati i protagonisti di una staffetta alla conduzione. Dopo averlo sostituito lo scorso ottobre, Conti è stato scelto dalla Rai per condutte il game show fino a maggio. Tornare in quello studio, però, non è stato affatto facile per Carlo Conti come ha confermato ai microfoni del settimanale Chi: “Quando un dolore è così forte non puoi fare proclami, è un strazio che hai dentro fortissimo e ti toglie le parole. Non riesco a commentare una cosa che mi tocca così da vicino, preferisco il silenzio per cercare di metabolizzarlo. Andare in onda è stato triste: ho messo il “pilota automatico”, ma è stato difficile andare avanti perché eravamo veramente legati. Mi chiamava “fratellone” e questo dice tutto…”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>Fabrizio Frizzi, le ultime foto con Carlotta e Stella prima dell’addio

Il giorno della prima puntata de L’Eredità, dopo la morte di Fabrizio Frizzi, Conti aveva salutato così l’amico: “Eccomi qua in questo studio, queste sono le chiavi che io e Fabrizio ci siamo scambiati tante volte. Lui era il titolare e io un supplente. Ora tornano a me in maniera definitiva. Vorrei essere in ogni parte del mondo ma non in questo studio. Dico grazie a questo studio che in questi mesi ha supportato Fabrizio. Quindi grazie a tutti voi che avete incoraggiato Fabrizio in questo periodo”.

Carlo Conti ha poi commentato dell’enorme dimostrazione d’affetto del pubblico nei confronti di Fabrizio Frizzi: “L’affetto che ha ricevuto è la dimostrazione che il buonismo lascia il tempo che trova, conta ciò che il pubblico ha visto ed è quello che il pubblico ama. Fabrizio ha seminato amore e ci ha fatto capire che essere normali non è mai un difetto“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—>Rita Dalla Chiesa, sfogo Frizzi: “alle poverette mentali dico silenzio”