Home Attualità

Avanzi di Natale: ecco come riutilizzarli

CONDIVIDI

polpette

Con la fine della prima parte di queste feste, le case degli italiani che hanno scelto di festeggiare i giorni della vigilia e del Natale in modo tradizionale si sono riempite di avanzi di pranzi e cene all’insegna dei cibi più disparati. Un insieme di alimenti che se non conservati o riutilizzati andrebbero sprecati. Un vero peccato che è possibile evitare con qualche accortezza che farà bene anche al portafoglio.
Ecco quindi alcuni consigli utili per non buttare nulla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Melograno: scopriamo le sue tante proprietà

Come riutilizzare gli avanzi del Natale

Una prassi comune è quella di congelare determinati cibi in modo da poterne usufruire nei giorni a venire. Ciò è possibile con pasta fresca, polpettoni e secondi di carne o di pesce che possono così andare a sostituire pranzi o cene futuri.
Se il cibo è tanto persino per il vostro congelatore, la carne può essere tritata e riutilizzata come ripieno per tortellini o ravioli o per realizzare delle ottime polpette da abbinare a salse o contorni avanzati. Stessa cosa vale per il pesce. Salumi e formaggi possono essere gustati anche nei giorni a venire e con loro anche eventuali tartine o antipasti a base di pasta sfoglia che possono diventare i protagonisti di un simpatico aperitivo improvvisato durante una giocata a tombola.
Vini e spumanti potranno diventare l’ingrediente finale da sfumare nei risotti dei giorni a venire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cachi: scopriamo le loro proprietà benefiche

Infine pandori e panettoni possono essere affettati e serviti o usati come base per dolci rivisitati. Un esempio? Potrete realizzare delle formine con il pandoro, tostarle ed usarle per arricchire gelati, creme o budini.