Home Attualità

Fegato intossicato? Ecco alcuni dei segnali da non trascurare

CONDIVIDI

donna con doloriSappiamo tutte come il fegato sia un organo altamente importante per il nostro benessere e per la depurazione del nostro organismo, costantemente bombardato da alimenti grassi o ricchi di tossine.
Allo stesso modo è spesso difficile capirne lo stato di salute. Ecco, quindi, alcuni segnali da tenere sotto controllo e che possono aiutarci a comprendere se il nostro fegato è in salute o se, invece, è intossicato o in sofferenza per altri motivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Purificarsi da veleni e pesticidi? Da oggi si può grazie all’alimentazione biologica

I segnali del fegato da non sottovalutare

Senso di affaticamento immotivato ed emicranie costanti. A volte possono dipendere da un fegato che lavora male e che, di conseguenza, affatica tutto l’organismo.
Pelle di colore giallastro. Può dipendere dall’accumulo di bilirubina che porta a questo fenomeno.
Urine di colore arancione. Anche in questo caso la causa può essere un eccesso di bilirubina.
Prurito persistente e senza causa. Spesso può essere causato dall’accumulo di tossine non filtrate dal fegato.
Reflusso gastroesofageo. Anche in questo caso può trattarsi di un fegato intossicato che non contribuisce più come dovrebbe nel processo digestivo.
Variazioni di peso. Si può ingrassare per via di un fegato che lavora male e che, di conseguenza, non contribuisce al normale smaltimento dei grassi. In alcuni casi, chi ha un fegato altamente intossicato può arrivare a perdere peso.
Acne improvvisa. Se tende a lasciare delle cicatrici il motivo può essere un fegato intossicato. Dopotutto, a chi non è capitato di trovarsi dei brufoletti in seguito a qualche giorno di alimentazione più grassa o ricca di alimenti non esattamente sani?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Caffè e cioccolato fanno bene al cuore

Alito cattivo. Se è un problema che persiste è bene prestare attenzione. La causa, infatti, potrebbe derivare dal fegato che fatica a processare le varie tossine.
Crampi addominali e gonfiore. Possono dipendere da un fegato che ha accumulato troppe tossine. Ovviamente ciò non vale se il problema è sporadico ma solo se diventa costante e senza altre possibili cause.