Home Psiche

Psiche: la profezia che si auto avvera

CONDIVIDI
(IStock)

” Se gli uomini definiscono certe situazioni come reali esse sono reali nelle loro conseguenze” , con queste parole W.Thomas ha spiegato quella che viene definita definita la profezia che si auto avvera. Essa rappresenta un meccanismo mentale che fa si che le nostre aspettative si avverino realmente, essa sta ad indicare quanto le convinzioni influenzino la costruzione della realtà.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Che legame c’è tra frustrazione e aggressività?

La profezia che si auto avvera

Provate ad immaginare a pensare a quella cosa che più di tutto vorremmo che si realizzasse proprio adesso, concentriamoci fortemente su di essa. Cerchiamo adesso di concentrarci sull’emozione che deriva dal fotto che possa realizzarsi. Quando l’ansia inizia a farsi strada proviamo a cercare una soluzione, a questo punto siamo coscienti che si sta attivando quel comportamento, insensato, che porta al compimento del nostro desiderio e quindi la profezia si sta attuando.  La profezia che sia auto avvera  incide in modo determinante sulla nostra vita, sulla visione che abbiamo di noi stessi, sui nostri comportamenti e su quelli di chi ci circonda.

Dal punto di vista psicologico questa profezia viene vista come una previsione che si realizza solo per il fatto che è stata espressa: la previsione genera l’evento e l’evento quindi conferma la previsione ed il suo verificarsi! Le profezie si verificano molto più spesso di quanto pensiamo: siamo noi che con la nostra mente prevederemo come ci comporteremo in futuro.

Ma quali sono i fattori che la determinano? Senza dubbio la selezione delle informazioni hanno un ruolo importante visto che confermano o meno le nostre idee, l’altro fattore è invece l’atteggiamento che noi abbiamo verso determinate situazioni e che incide su di essa. Quante volte ci è capitato di avere un’opinione su una persona e poi il nostro comportamento ha portato l’altro ad agire così da confermare la nostra idea iniziale?  Vi è mai capitato?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: L’aspetto psicologico della superbia