Home Maternità

Gravidanza: insonnia e disturbi del sonno durante il periodo gestazionale

CONDIVIDI
(IStock)

L‘insonnia durante la gravidanza è un problema molto comune nelle future mamme e la sue motivazioni variano a seconda del trimestre in cui si verifica. Come sappiamo bene la gravidanza è un periodo ricco di numerosi cambiamenti e modificazioni ormonali. Questi fattori incidono in modo molto importante sul sonno della futura mamma, determinando appunto periodi di insonnia, questi si presentano con maggiore frequenza durante il primo ed il terzo trimestre.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: stress nella donna incinta quali effetti

Insonnia e gravidanza: da che dipende?

Durante il primo trimestre i cambiamenti avvengono a livello ormonale ed in modo particolare dei livelli di progesterone, che sono molto elevati rispetto al normale e che interferiscono con il sonno. In questo periodo infatti la mamma risente di un profondo senso di spossatezza e stanchezza che portano a vari riposi durante la giornata. Questo però spezza il ritmo sonno veglia determinando l’insonnia notturna.

Nel secondo trimestre la situazione migliora: i livelli di progesterone si stabilizzano ed il corpo inizia ad abituarsi alla gravidanza e riesce anche a riposare bene.

Nel terzo trimestre la situazione torna invece a farsi complicata perchè la pancia troppo grande  costringe la mamma ad adottare delle posizioni nelle quali non si trova a suo agio  non riuscendo di conseguenza ad addormentarsi. I movimenti del bambino ormai si fanno sentire bene rompendo il sonno della mamma e svegliandola di soprassalto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:olio di mandorle alleato contro le smagliature

Accanto a questi aspetti ormonali senza dubbio ci sono anche gli aspetti psicologici che sono responsabili dell’insonnia, ed in modo particolare l’ansia. Questa è legata all’attesa alla paura di conoscere qualcosa. L’ansia in questo caso è legata alla paura per la propria saluta e per quella del proprio bambino, all’insicurezza circa la capacità di adempiere in modo adeguato al proprio ruolo di mamma. Tutte queste paura compaiono soprattutto la notte quando la mente è più rilassata ed influiscono negativamente sul proprio sonno.