Aiuto, le patate al forno si sono attaccate alla teglia!

Uno dei contorni più gettonati in cucina, uno di quello che ci può fregare: se le patate al forno si attaccano alla teglia in fondo è colpa nostra

Se pensiamo al contorno per eccellenza nella nostra cucina, sicuramente le patate sono ai primi tre posti. E le patate al forno viaggiano al pari passo di quelle fritte, perché stanno bene un po’ con tutto, dalla carne al pesce.
Ma qual è la differenza tra un risultato perfetto è uno modesto? Se le patate rimangono attaccate alla teglia, allora non abbiamo fatto un buon lavoro. Se è vero che questa è una ricetta che abbiamo preparato centinaia di volte, sarà capitato anche a noi e la colpa è di un errore che molto probabilmente commettiamo, per superficialità o perché non ci pensiamo proprio.
Dalla scelta delle patate alla loro cottura in forno, ci sono piccole ma fondamentali scelte che fanno la differenza ogni volta. E basta poca attenzione per fare la differenza. Ecco gli errori più comuni e le soluzioni più comode

LA SCELTA DELLA PATATA
Tutte le patate sono buone m a non sono tutte adatte per preparare ogni ricetta. Se per preparare gli gnocchi ci servono patate vecchie, che contengono maggior quantità di amido, invece per le patate al forno dobbiamo puntare su quelle novelle. La minore quantità di amido permetterà alle patate di diventare fragranti senza attaccarsi alla teglia.

patate al forno
foto Chedonna

Quindi nel dubbio, chiedete sempre all’ortolano (al supermercato sono indicate).

Aiuto, le patate al forno si sono attaccate alla teglia! Tre passaggi fondamentali

AMMOLLO E TAGLIO
Uno degli errori più comuni è quello di sbucciare le patate e metterle direttamente nella teglia o in padella, senza fare l’ammollo in acqua. Un passaggio invece importantissimo, perché aiuterà a non farle attaccare durante la cottura.
Quindi prendiamo una ciotola e riempiamola con acqua rigorosamente fredda per almeno 40-45 minuti. E cerchiamo di tagliarle a pezzi simili. Non è solo una questione estetica, ma anche di tempi: più sono uguali, più il tempo di cottura sarà omogeneo.

patate
Foto Chedonna

 

OLIO E TEGLIA
Prendo la teglia, verso le patate, poi un filo d’olio e un po’ di rosmarino e via in forno. Ecco, l’errore inconsapevole è in corso. La base e le pareti della teglia, ancora prima di mettere le patate, devono essere unte molto bene. Con l’olio o con il burro, è una questione personale anche zse la prima soluzione è più salutare.
Poi un altro po’ di olio prima di infornare sulle patate, le condiamo e via in forno. Visto come è semplice?

 

I TEMPI CONTANO
Uno pensa che le patate al forno cuocano da sole e in effetti è così. Ma non sono una torta, che se apriamo lo sportello si può ammosciare. Quindi un altro errore comune è quello di dimenticarle nel forno senza girarle mai e lasciarle magari anche 5 minuti in più per farle diventare croccanti.
Sbagliato: le patate devono essere girate almeno un paio di volte. Diciamo dopo 5 minuti da quando le abbiamo messe e a metà cottura. In tutto, per una teglia normale calcoliamo 40 minuti a 190° senza andare oltre.

Leggi anche