Stipsi: ecco i cibi da introdurre nella dieta per contrastarla

Quando si soffre di stipsi possiamo aiutarci a partire dalla tavola: ecco i cibi da introdurre per contrastarla e ritrovare il benessere. 

La stipsi è un disturbo di cui possono soffrire indistintamente tutti. Dalle donne agli uomini passando per i bambini o gli anziani. Per stitichezza, o stipsi, si intende la difficoltà ad evacuare.

stipsi
Fonte: Canva

E quando questo avviene si tratta di evacuazioni piccole e difficili da espellere, inoltre, tali episodi avvengono meno di tre volte alla settimana. Spesso poi sono correlati anche sintomi come dolori addominali, meteorismo, gonfiore, oltre alla chiara difficoltà ad evacuare. 

Insomma un problema di cui spesso si ignorano le cause precise, anche perché può dipendere da diversi fattori, ma molto fastidioso. Scopriamo allora quali sono i cibi che aiutano a combattere la stipsi. 

Ecco i cibi da introdurre nella dieta contro la stipsi

Si può parlare di stipsi quando la frequenza di evacuazioni è meno di tre volte alla settimana. Una condizione che riguarda 20 persone su 100 e di cui spesso non vengono indagate nemmeno le cause con un medico.

stipsi
Fonte: Canva

Sicuramente ad essere tra le più colpite sono le donne, specie quelle in dolce attesa. Nella gran parte dei casi, la stitichezza non è dovuta ad una condizione specifica ecco perché spesso può essere difficile stabilirne la causa esatta. Il consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un medico per scoprire la causa e per eventuali rimedi.

In alcuni casi poi, la stipsi può dipendere dal ciclo mestruale, in genere si verifica nel periodo antecedente e qui si possono trovare: cause e rimedi.

Anche se è difficile stabilire una precisa causa della stitichezza molto spesso può dipendere da alcuni fattori. Ad esempio se ci idratiamo poco. L’organismo necessita di almeno un litro e mezzo o due di liquidi al giorno. Altre cause possono derivare da un’alterazione del microbiota intestinale.

In altri casi essa si correla ad una scarsa introduzione di fibre, o al contrario dall’assunzione eccessiva delle stesse. Anche chi conduce una vita sedentaria può soffrire di stipsi rispetto a chi pratica attività sportiva.

E infine, può capitare di soffrire di stipsi in seguito all’assunzione di particolari farmaci o antibiotici. Vediamo allora quali sono i cibi che possono aiutarci a combattere questo fastidioso problema.

1) Verdure. Preferibilmente da consumare lesse o cotte al vapore. Tra le migliori allo scopo lassativo troviamo gli spinaci, le zucchine, i fagiolini, le melanzane e i carciofi, ma anche le crucifere come broccoli o cavolfiore da consumare però con moderazione se si soffre di meteorismo.

2) Frutta. Ogni giorno si dovrebbero consumare almeno 2 o 3 frutti optando tra kiwi, pere, albicocche, prugne o fichi. Meglio ancora se riuscissimo a mangiare anche la buccia o in alternativa possiamo optare anche per le mele cotte o le prugne secche.

3) Cereali integrali. Sono quelli poco lavorati e si consumano sotto forma di seme. Ad esempio la farina integrale si ottiene dalla macinazione dei chicchi senza togliere la crusca. Essi sono ricchi di fibre solubili e insolubili e contrastano la stitichezza.

4) Legumi. Anche i legumi hanno un buon valore nutrizionale e apportano sia carboidrati che proteine. Essi sono fonti di fibre solubili come l’inulina, le pectine e così via ma anche di quelle insolubili come la cellulosa o lignina. Quest’ultime in particolare servono a ripulire l’intestino, aumentando la velocità del transito intestinale e facendo aumentare il volume delle feci.

5) Yogurt e kefir. Entrambi i prodotti fermentati a base di latte sono benefici per il transito intestinale. In particolare nello yogurt la fermentazione avviene grazie a due batteri il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus. Il kefir, invece, è un latticino ricco di batteri appartenenti al genere Lactobacillus. Qui puoi scoprire le differenze e come scegliere le yogurt giusto. 

6) Semi oleosi. Con questa espressione si intendono noci, nocciole, mandorle anacardi, pistacchi e i semi vari tra cui quelli di lino, di canapa e così via. Questi alimenti sono ricchi di grassi polinsaturi e fibre alimentari. Aiutano a contrastare la disbiosi ovvero l’alterazione della flora batterica intestinale che può essere una delle cause della stipsi. Inoltre, i semi di lino quando arrivano nello stomaco ed entrano in contatto con i liquidi qui presenti liberano poi nell’intestino delle sostanze mucillaginose che aiutano le feci a diventare più morbide.