Il trucco occhi minimal è il più amato dalle VIP: cos’è e come si fa?

Il trucco occhi minimal è perfetto in primavera: fa risaltare la profondità dello sguardo con pochi tocchi di colore ed è adatto a ogni età.

Quando si parla di make up primaverile la parola d’ordine è sempre “meno è meglio”. Se d’inverno un trucco carico ed appariscente è più adatto al periodo, con i primi caldi diventa quasi necessario alleggerire.

trucco occhi minimal
(Chedonna)

Alleggerire non significa necessariamente rinunciare al make up oppure applicarne quantitativi minori.

Significa, nella maggior parte dei casi, optare per una palette molto delicata e utilizzare pochi tocchi di colore per conferire espressività e profondità allo sguardo senza sovraccaricarlo.

Si tratta di un make up utilizzato moltissimo dalle VIP italiane nel loro tempo libero. Lontano dallo schermo nella maggior parte dei casi showgirl e donne di spettacolo preferiscono mostrarsi “quasi” senza trucco.

Il “quasi” è d’obbligo. Questo tipo di make up viso si basa sulla realizzazione di una base perfetta, naturale e molto idratata e sull’attenta correzione delle imperfezioni.

Il risultato? Un look fresco e giovanile, che ci toglie qualche anno e ci fa apparire bellissime, pronte a lasciarci trascinare dalla gioia della primavera.

Il trucco minimal delle VIP: i segreti per un risultato perfetto

Quando abbiamo l’impressione che una donna molto bella non sia truccata, o sia truccata pochissimo, significa che il make up minimal c’è e ha raggiunto il suo obiettivo.

trucco minimal vip
(Chedonna)

Per ottenere questi risultati è fondamentale conoscere perfettamente la texture e il sottotono della propria pelle, nonché le sue esigenze dal punto di vista nutritivo.

Il trucco occhi minimal risalta, infatti, solo su una pelle perfetta. A questo scopo si consiglia di utilizzare con la massima attenzione correttori colorati per coprire inestetismi ed eventuali macchie del viso.

Per quanto riguarda invece la realizzazione di una base trucco perfetta per la primavera, sarà importantissimo affidarsi a fondotinta fluidi, dalla texture non troppo corposa ma in grado di mantenere la pelle idratata.

Sugli occhi infine ci si dovrà affidare a tonalità neutre che dovranno essere scelte sulla base dell’incarnato.

Chi ha un sottotono caldo dovrebbe optare per colori con piccole quantità di arancio o di giallo. Assolutamente ideali per questo tipo di make up saranno il color pesca e il beige. 

Chi ha invece un sottotono freddo dovrà optare per il rosa pallido, avendo la massima cura nell’evitare colori troppo chiari. Se il colore dovesse risultare davvero molto vicino al bianco si darà l’impressione di uno sguardo spento e poco vivace, poiché il bianco andrà a “rubare” lucentezza all’occhio. La sclera (appunto la parte bianca intorno alla pupilla) apparirà quindi giallognola e opaca per contrasto, e non è davvero l’obiettivo che si vuole ottenere.

Con prodotti di questi colori si andrà a illuminare e rendere omogenea la parte interna e centrale della palpebra mobile, in maniera da far apparire l’occhio più grande, più luminoso e anche più espressivo.

Si consiglia l’utilizzo di prodotti dal finish matte se si ha una pelle matura e qualche piccola increspatura sulla palpebra dovuta al cedimento della pelle.

Per quanto riguarda le parti scure del make up, cioè quelle in corrispondenza dell’angolo esterno dell’occhio e talvolta della piega della palpebra, l’ideale è optare per colori che siano di pochi toni più scuri rispetto al colore di base.

Scegliere colori troppo scuri, che creino un effetto troppo drammatico, non è una buona idea in primavera, perché l’occhio apparirà più infossato di quanto non sia in realtà, “regalandoci” qualche anno in più.

Molto meglio scartare a priori il nero e il grigio optando per tutte le tonalità del marrone, dalla più calda alla più fredda, sempre in armonia con il nostro sottotono.

Uno dei make up da provare assolutamente in questo periodo è il soft cut crease, che consiste nell’applicazione di pochissimo prodotto scuro ben sfumato. Il risultato è un look assolutamente classico ed elegante, perfetto a qualunque età e facile da portare ogni giorno.

Un’altra ottima alternativa è il cat eyeche si basa sul sapiente utilizzo di una linea di matita morbida (preferibilmente marrone scuro e non nera) che andrà a sostituire il troppo drammatico eyeliner.

E chi proprio non vuole rinunciare all’effetto lucido?

make up occhi minimal
(Chedonna)

Il make up minimal è perfetto anche in versione “luccicante”. Si realizza con ombretti in crema o addirittura rossetti da spalmare e sfumare sulle palpebre.

Anche in questo caso l’utilizzo del nero è bandito in favore di tutti i toni del marrone. Le linee andranno tracciate prima dell’applicazione dell’ombretto e successivamente coperte, in maniera che appaiano sfumate e meno evidenti.

Questo finish è però adatto soltanto a coloro che hanno la palpebra mobile ancora molto tesa e priva di rughe. In caso contrario, purtroppo, le piccole ombre create dalle rughette saranno molto visibili.