Se le patate al forno restano molli stai commettendo questi errori

Se quando cuoci le patate al forno restano molli e non formano la crosticina probabilmente stai commettendo questi errori.

Tra i contorni più apprezzati e in grado di soddisfare il palato di tutti troviamo le patate al forno. Squisite sia con secondi piatti a base di carne che di pesce si mangiano in tutte le stagioni dell’anno.

patate forno molli
Fonte: Canva

Le patate al forno fanno da accompagnamento a piatti tradizionali come un roastbeef o il classico pollo arrosto della domenica. Un contorno insomma che si sposa bene con tutto. E tra l’altro possono essere considerate sfiziose tanto quanto le patate fritte.

Non tutti però riescono a preparare patate al forno croccanti fuori, con un’invitante crosticina e morbide dentro. Ecco che allora dobbiamo conoscere quali sono gli errori da non commettere per far sì che le patate arrosto non vengano molli.  

Ecco gli errori per non fare patate al forno molli

Le patate al forno per quanto possano sembrare un contorno semplice da portare in tavola necessitano invece di alcuni accorgimenti. Quando si preparano infatti molto spesso succede di incappare in alcuni banali errori.

patate forno molli
Fonte: Canva

Se si sbaglia qualcosa accade allora che le patate, anziché venire con una bella crosticina all’esterno, diventino molli e si spappolino tutte una volta che dobbiamo servirle a tavola come contorno.

Un risultato dunque tutt’altro che invitante. Scopriamo come preparare patate al forno croccanti e non molli.

1) Fare pezzi tutti diversi. Tagliare le patate a pezzi tutti della stessa dimensione è importante per non farle cuocere in modo disomogeneo. Se i cubetti hanno tutti dimensioni diverse fra loro ciò significa che cuoceranno in tempi diversi. Quindi alcuni pezzi resteranno più crudi mentre altri saranno addirittura bruciacchiati.

2) Farle troppo piccole. Se pensiamo che tagliare le patate a pezzi piccoli sia la mossa giusta stiamo sbagliando. La dimensione ideale è di 2 o 3 centimetri al massimo. Se sono troppo piccole, infatti, non riusciranno a fare la crosticina all’esterno. Possiamo anche tagliarle a spicchi purché non dimentichiamo di rispettare sempre le dimensioni.

3) Scegliere patate farinose. Meglio evitare le patate un po’ vecchie, quelle che insomma sono un po’ più farinose della norma, e che invece sono più adatte per preparare piatti come gli gnocchi. Le patate più farinose tenderanno infatti a sfaldarsi più facilmente.

LEGGI ANCHE -> Errori da evitare per una cottura delle patate a puntino

4) Girarle spesso. Le patate vanno girate durante la cottura ma solo a metà della stessa e non continuamente altrimenti rischiamo di romperle tutte. Inoltre, usiamo un mestolo di legno.

5) Teglia con bordi alti. La teglia giusta deve avere i bordi bassi, solo così il vapore non ricadrà verso il basso.

LEGGI ANCHE –> Gli errori da non commettere con la carne macinata

6) Mettere le patate ammassate. Le patate sulla teglia dovranno essere distanziate e non una sopra l’altra altrimenti rischiamo di farle mollicce e poco cotte.

7) Temperatura troppo bassa o troppo alta. La temperatura ideale per cuocere patate al forno non molli e farle con la crosticina è intorno ai 200°C.

Rispettando pochi e semplici passaggi otterremo patate al forno squisite ed eviteremo l’effetto molliccio.