Eyeliner a 50 anni? Meglio di no, ecco le alternative vincenti

L’eyeliner a 50 anni è ancora amico del nostro make up? Non necessariamente: si tratta infatti di un’arma a doppio taglio! 

Quando trucchiamo gli occhi abbiamo sempre un obiettivo: rendere lo sguardo più vivo e accattivante, correggere eventualmente piccoli difetti della forma degli occhi e mascherare occhiaie e segni del tempo.

errori eyeliner 50 anni
(Chedonna)

Com’è facile intuire però è il trucco occhi che abbiamo sempre eseguito da giovani non necessariamente andrà bene anche nelle fasi successive della nostra vita. Il motivo è che il nostro viso cambia a causa del tempo che passa e, per questo motivo, il nostro make deve cambiare con esso, adeguandosi alle nuove caratteristiche della pelle ma anche alle nuove caratteristiche dei tratti del viso.

In particolare la pelle degli occhi cambia moltissimo nel corso del tempo, assumendo caratteristiche davvero molto diverse da quelle originali. A partire dai 35 – 40 anni la pelle di una donna può essere considerata matura, quindi  ha bisogno di essere idratata, trattata e truccata in maniera diversa.

A livello cosmetico il trucco delle palpebre dovrà cambiare moltissimo, e purtroppo l’eyeliner sarà un prodotto che dovremo lasciarci alle spalle prima o poi, esattamente come altri cosmetici “sbagliati”.

Trucco occhi a 50 anni: l’eyeliner e altri cosmetici da evitare

Intorno ai 50 anni sulla palpebra cominciano inevitabilmente a formarsi delle piccole grinze che rendono la palpebra irregolare e rugosa. Questo significa che determinati prodotti avranno su di essa un effetto molto diverso da quello che avevano prima.

errori eyeliner 50 anni
(Canva)

Gli ombretti metallizzati e iridescenti per esempio dovranno essere lasciati da parte, perché la loro particolare composizione rifletterà la luce nei punti in cui è stato possibile applicarlo, ma accentuerà le ombre che si creano tra le piccole pieghe della palpebra, facendola apparire ancora più rugosa.

Leggi Anche => Le pieghette della palpebra ti rovinano il trucco occhi? I rimedi infallibili

Per quanto riguarda gli ombretti, quindi, sarà necessario virare verso ombretti matte dai colori neutri, scegliendo una palette che si armonizzi con il tono e il sottotono della nostra pelle, tenendo comunque presente che il sottotono dell’epidermide tende a diventare freddo durante la vecchiaia.

Leggi Anche => Qual è il sottotono della tua pelle? La nostra guida per individuarlo in pochi secondi

La rugosità della palpebra renderà molto difficile e imprecisa l’applicazione dell’eyeliner, che a 50 anni sarà probabilmente il caso di sostituire con cosmetici e tecniche più adatte al momento.

Una delle alternative migliori per non rinunciare alla riga nera sulla palpebra superiore consiste nel sostituire la riga di eyeliner con una riga di matita nera morbida.

La matita morbida sarà facile da sfumare leggermente, creando una sorta di piccolissimo smokey eyes che sarà in grado di camuffare le imprecisioni della linea dovute alle grinze della pelle.

Se si aveva l’abitudine di tracciare un’ala di eyeliner piuttosto lunga o comunque ben visibile oltre l’angolo esterno della palpebra, è arrivato il momento di rinunciare completamente ad essa. Il motivo è che le piccole rughe ai lati degli occhi (le cosiddette, odiose zampe di gallina) sono tra le prime rughe a comparire sul viso di una donna e sarebbero messe ulteriormente in risalto da un’ala di eyeliner.

Un’altra tecnica con cui sarà possibile ottenere lo stesso risultato è l’applicazione di un ombretto nero o grigio fumo con un pennellino sottile e dalla punta dritta. Lavorando con grande calma e grande precisione, applicando soltanto poco prodotto alla volta, sarà possibile realizzare una linea leggermente sfumata che seguirà la linea della palpebra in maniera molto naturale.

Il consiglio è di applicare sempre del primer sulla palpebra prima di passare all’applicazione dell’ombretto: in questo modo si eviterà lo sgradevole “effetto follout” che rischierà di macchiare la base trucco realizzata sul viso con le polveri scure dell’ombretto.

make up over 50
(Pinterest)

Bisogna dire però che entrambe le tecniche esposte finora (la linea di matita e quella di ombretto) non assicureranno di certo la stessa saturazione di colore dell’eyeliner. Questo significa che non riusciremo a ottenere il nero deciso a cui eravamo abituate: per rimediare al problema il consiglio è di rendere più intenso e affascinante lo sguardo applicando delle ciglia finte piuttosto fitte. Quelle perfette, che non danneggiano il trucco, non irritano la pelle e non strappano le ciglia naturali sono le geniali ciglia finte magnetiche. provare per credere!