Meghan Markle sbaglia ancora: ecco il suo errore clamoroso a New York

L’errore di Meghan Markle a New York, nel corso del ciclo di visite organizzate insieme al Principe Harry? Per alcuni è gravissimo, per altri una piccolezza.

La valutazione dell’ennesimo “scivolone” di Meg, vero o presunto che sia, dipende moltissimo dal modo in cui il matrimonio e le scelte dei Duchi di Sussex è stato percepito dai media.

Meghan markle errore new york
(Chedonna)

Come sappiamo, infatti, dopo aver rinunciato al proprio status di reali d’Inghilterra, Harry e Meghan sono volati oltre oceano per costruirsi una nuova vita negli Stati Uniti.

Naturalmente il loro stile di vita è rimasto invariato: anche oggi conducono una vita super lussuosa avendo a disposizione una casa enorme, abiti di lusso e (quasi) tutto ciò che avevano prima di diventare privati cittadini.

In particolare, Meghan ha continuato a mostrarsi in pubblico con abiti di alta moda e con gioielli ricercati, senza contare naturalmente il prezzo dei bellissimi accessori della casa di Montecito.

Leggi Anche => Video del compleanno di Meghan: il dettaglio extra lusso che non sfugge

Queste scelte sono state fortemente criticate dai media e dai cittadini che non hanno preso positivamente la Megxit. La stampa internazionale, in particolar modo, ha continuato a criticare i Sussex. Secondo chi li critica, i Duchi stanno tentando di costruirsi una vita da reali, copiando le iniziative e la comunicazione dei membri effettivi della famiglia reale britannica. Ma senza lo stile e l’eleganza dei Reali d’Inghilterra.

L’errore di Meghan Markle nella scuola di New York

Durante la loro permanenza a New York, Harry e Meghan hanno preso parte a una serie di eventi benefici legati all’attività di Archewell, la fondazione che i Duchi sono stati costretti a fondare per le loro attività.

trucco occhi cerbiatta
(Instagram)

I Sussex inizialmente avevano pensato di poter utilizzare il marchio Sussex Royal per pubblicizzare prodotti, eventi e iniziative, ma dalla Corona arrivò un clamoroso NO, quindi per problemi legali nacque la fondazione.

Archewell si occupa di beneficenza verso donne, bambini e categorie svantaggiate. In particolare, com’è giustissimo che sia, Meghan Markle ha molto a cuore l’educazione e la protezione della popolazione nera d’America, quindi coerentemente con questo, i Duchi a New York hanno visitato una scuola di Harlem (quartiere a maggioranza nera).

Mentre il Duca prendeva posto a terra, con le gambe incrociate, insieme ad altri bambini delle elementari, Meghan ha letto agli studenti della scuola un brano dal suo ultimo libro The Bench, incentrato sul “luogo felice” che rappresenta il rifugio di ogni bambino.

Questo momento così poetico si è anche concluso con una lunga serie di affettuosi abbracci tra i bambini, Harry e Meghan. I Duchi hanno anche regalato frutta e verdura ai bambini per ricordare l’importanza di un’alimentazione sana e hanno comprato un’asciugatrice per la lavanderia della scuola, che ora potrà lavare e asciugare le divise dei bambini.

Tutto perfetto quindi? Sembrerebbe di sì, ma a quanto pare i commentatori dei media internazionali hanno trovato un punto critico nella visita di Harry e Meghan nella scuola di Harlem: l’outfit scelto dalla Duchessa.

Meghan, infatti, ha deciso di indossare un elegantissimo total look maglia – giacca – pantalone – scarpe: tutto in rosso scuro. La giacca, che Meghan non ha mai tolto, così come i pantaloni, avevano un taglio morbido e informale, quasi sportivo nella loro eleganza.

Il problema?! Costavano fior di Dollari!

meghan completo rosso
(Getty Images)

La giornalista di Venity Fair Katie Nicholl ha commentato: “Arrivare in una scuola svantaggiata di Harlem con un cappotto couture che costa più di tutti gli stipendi messi insieme dei genitori dei bambini di quella scuola non ha alcun senso. Dimostra solo che [i Sussex] non sono in contatto [con il mondo reale].

Secondo la commentatrice questi dettagli, che la famiglia reale britannica non avrebbe mai trascurato, rendono la vita attuale di Harry e Meghan una “cattiva imitazione” di quella di William e Kate.

Lo scrittore Robert Jobson, esperto di fatti e personaggi royal, ha detto, preoccupato: “Tra cinque anni più nessuno ascolterà quello che i Sussex hanno da dire, perché non li riterranno credibili”.

Si tratta di considerazioni nate dall’antipatia o c’è un fondo di ragionevolezza in queste accuse? Quello che è certo è che Harry e Meghan lavoreranno ancora sodo per diventare protagonisti di questo momento storico negli States e continueranno a portare avanti le proprie iniziative benefiche. Lo faranno bene o male? Potremo scoprirlo solo tra qualche anno.

Ti sei persa le ultime notizie sulla Famiglia Reale? Qui trovi tutti gli articoli sui Royals di Chedonna.it!

Gestione cookie