Ascelle che puzzano: gli errori da non commettere per averle sempre fresche e profumate!

Capita spesso di avere le ascelle che puzzano anche dopo averle lavate. Ecco le cause e soprattutto gli errori da non commettere assolutamente.

Le ascelle al di là di tanti luoghi comuni sono senza dubbio il principale biglietto da visita per una persona, ancor di più per una donna.

ascelle che puzzano donna con ascella sudata
Foto: Chedonna.it

Nonostante si dedichi loro lavaggi quotidiani e generose applicazioni di deodoranti, capita di ritrovarsi durante la giornata ad emanare cattivo odore. Scopriamo perché questo avviene, quali sono gli errori da evitare per avere sempre ascelle fresche come appena lavate!

Perché capita di avere le ascelle che puzzano

Il cattivo odore che spesso emaniamo dalle ascelle dipende principalmente dai batteri che prolificano facilmente in questa importante piega del nostro corpo in cui, data la presenza di ghiandole specifiche si suda molto.

ascelle che puzzano ascella donna
Adobe Stock

Questo spiacevole evento può accadere durante l’estate per le evidenti alte temperature ma anche in inverno quando si indossano maglioni pesanti e soprattutto di fibra sintetica.
Il sudore di per se non emana cattivo odore ma è la sua permanenza sotto le ascelle che causa una proliferazione batterica che a sua volta genera l’odore acre.

Le cause del cattivo odore si possono trovare in fattori di scarsa igiene, metabolici, ormonali o anche alimentari. Nelle donne per esempio il sudore si presenta più acido in prossimità del ciclo mestruale.

->>LEGGI ANCHE: Scrub viso per l’Autunno: zucca (e semi) per una pelle perfetta!

Ascelle che puzzano: ecco quali sono i principali errori che molti commettono

Questi gli errori più comuni che possono causare le ascelle che puzzano. Il cattivo odore può dipendere da scelte inconsapevoli.

1- Scarsa igiene

Sembra quasi ovvio che se non ci si lava spesso le ascelle, i batteri ed il cattivo odore prolifereranno. Una doccia al mattino e una alla sera dovrebbero bastare per rinfrescare le ascelle, se così non fosse, si potrà programmare un lavaggio extra durante la giornata.

2- Detergente sbagliato

La scelta del detergente sarà fondamentale. Da evitare assolutamente quelli troppo aggressivi o profumati. Si dovrà scegliere un prodotto con il giusto Ph, quello della nostra pelle è 5.5. Sceglierlo per pelli sensibili e senza profumazioni sarà la scelta più indicata.

3- Risciacquo insufficiente

Molto spesso il cattivo odore potrebbe essere causato da un risciacquo insufficiente del sapone. Se sulla pelle resteranno dei residui di sapone creeranno assieme ai batteri un binomio perfetto per generare cattivo odore.

4- Asciugatura insufficiente

Dopo aver deterso e risciacquato abbondantemente le ascelle, le si dovrà asciugare perfettamente prima di applicare un deodorante.

5- Scelta del deodorante

Dopo l’igiene la scelta del deodorante sarà fondamentale per assicurare ascelle fresche e profumate per tutto il giorno. La scelta principale da compiere sarà quella tra il deodorante e l’antitraspirante.
Questi sono due prodotti formulati in modo diverso. Il deodorante ‘deodora’ mentre l’antitraspirante limita la naturale secrezione del sudore.
Gli antitraspiranti sono consigliati in casi specifici di iper sudorazione e prima di utilizzarli sarebbe bene chiedere sempre consiglio ad un farmacista o al medico dermatologo.

->>LEGGI ANCHE: Labbra secche con i primi freddi: rimedi migliori a prova di bacio!

Ascelle che puzzano: i rimedi naturali per deodorarle

Dato per assunto che l’igiene scrupolosa è il miglior modo per avere ascelle sempre fresche, esistono dei rimedi naturali con cui poter preparare degli eccezionali deodoranti fai da te. Seguendo questo video tutorial potrete preparare un buonissimo deodorante di cui non potrete più fare a meno!


Un altro ottimo deodorante naturale, economico e facilmente reperibile è il cristallo di allume di rocca. Un prodotto che regalerà ottime prestazioni e ascelle freschissime.