Il taglio di capelli per dopo l’estate è arrivato dall’Oriente!

La scelta del taglio di capelli per dopo l’estate può essere difficile, soprattutto se la chioma risulta molto rovinata e c’è bisogno di tagliare una gran quantità di capelli. Fortunatamente arriva il taglio geniale che sta bene a tutte e che sta facendo impazzire soprattutto le donne orientali.

Tagliare i capelli dopo l’estate è quasi un rito di passaggio che segna la fine delle vacanze e il nuovo inizio della routine quotidiana. Per molte donne questo momento rappresenta l’occasione perfetta per cambiare immagine dando alla chioma la possibilità di ricrescere sana e forte dopo un periodo di stress.

Cos’è l’airy bob e perché è il taglio di capelli ideale dopo l’estate

taglio capelli dopo l'estate
(Instagram)

Il bob è un taglio per capelli medi o corti che si caratterizza per essere molto sfilzato e leggero, perfetto per assecondare qualsiasi tipo di piega, dalla più dritta e rigorosa fino a quella che in questo periodo sta incontrando il gusto di moltissime donne.

L’airy bob è infatti un classico taglio bob sul quale viene realizzata una piega molto morbida e “ariosa” (da qui il nome dell’acconciatura), che dà ai capelli un look molto naturale, giovane e fresco.

L’obiettivo di questo taglio è quindi riuscire a trasportare anche nel primo autunno la spensierata leggerezza estiva, facendo in modo che i capelli sembrino ancora modellati dal vento e dalle onde.

Per realizzare la piega ideale del 2021, quindi, sarà necessario abbandonare la piastra e utilizzare solo la spazzola rotonda per lisciare i capelli conferendo comunque ad ogni ciocca volume ed elasticità.

Se invece i capelli voluminosi non sono esattamente la vostra acconciatura preferita è sempre possibile optare per una piega meno voluminosa ma non “ingessata”, per un effetto super naturale e “mi sono svegliata così”.

Questo taglio si presta perfettamente anche a piccole eccentricità e giochi di colore, magari sfruttando il rosa che secondo Federico Fashion Style è uno il colore must del periodo.

E se portiamo i capelli naturalmente mossi o li abbiamo arricciati con la permanente? Non c’è assolutamente nessun problema: basta ricordare che anche il taglio di Marilyn Monroe è considerato un bob e che i suoi riccioli erano morbidi e ariosi esattamente come li porteremmo nel 2021.

Dal lato completamente opposto della tendenza si pongono naturalmente le donne orientali, che con i loro capelli perfettamente lisci passano con facilità da un airy bob più  moderno a un rigoroso carré simile (ma non troppo) a quello che divenne di gran moda all’inizio del 1900.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pindo Chan Salon (@pindochan)

Troppo rigoroso, e dà l’impressione che le asiatiche non sappiano divertirsi? Niente di più sbagliato, come dimostra questo adorabile video.

A chi sta bene l’Airy Bob?

Una piega morbida e ariosa, in grado di ammorbidire i tratti del viso e renderli più giovanili, sta bene davvero a tutte le donne.

In particolare, rende il viso quadrato o dalla mandibola forte molto più delicato, ingentilendone i tratti.

Il piccolo mento del viso a cuore sarà enfatizzato da questa piega, che però in questo caso non dovrà mai essere troppo voluminosa per evitare che il viso “sparisca” in mezzo ai riccioli apparendo troppo piccolo e smunto.

Chi ha questo tipo di volto ha anche la fortuna di poter provare una baby bang, cioè una frangetta cortissima come quella che ha reso inconfondibile il personaggio di Amelie Poulain e che oggi è diventata il segno distintivo di Alessandra Amoroso.

Leggi Anche => Il caschetto di Alessandra amoroso? Sta bene a tutte (e ringiovanisce)

Il viso rotondo sarà perfettamente incorniciato da un airy bob quasi completamente liscio: soprattutto se si portano i capelli fino alla mandibola è meglio non gonfiarli eccessivamente per evitare il classico e sgraziato “effetto palloncino” che farà sembrare il viso ancora più rotondo.

C’è solo un tipo di volto su cui il bob (o caschetto o carré) non sta bene: il viso rettangolare o allungato. Il motivo è semplicissimo: interrompendosi a metà del volto questo taglio metterà in risalto la lunghezza della mandibola, creando una disarmonia visiva davvero notevole.