Pesche troppo mature? Riciclale con un abbinamento sorprendente!

Le pesche troppo mature si mettono in macedonia. Giusto? Giusto, ma che noia! Ecco un modo originalissimo per svuotare il frigo e non sprecare questi fantastici frutti estivi.

Le pesche, soprattutto quelle rosa, sono estremamente zuccherine e tendono a maturare molto velocemente. Per questo motivo quando ne facciamo scorta, può succedere che maturino troppo anche se conservate in frigorifero.

Il modo più classico di consumare le pesche mature, esattamente come accade per qualsiasi altro tipo di frutta, è preparare una grossa macedonia oppure una sangria (magari analcolica, per farla bere anche ai più piccoli).

Le mamme e le nonne di una volta potrebbero decidere invece di utilizzarle per realizzare vasetti di marmellata fatta in casama c’è anche un modo molto più moderno e soprattutto molto più veloce per consumare le pesche troppo mature!

Le insalate di pesche troppo mature: una gioia con il pesce crudo!

riciclare pesche
(Canva)

D’estate la frequenza con cui consumiamo insalate e cibi freddi aumenta in maniera esponenziale, tuttavia a causa della tradizione culinaria italiana, che separa nettamente i cibi salati da quelli cotti, non utilizziamo mai la frutta nell’insalata.

Anche se questo abbinamento potrebbe sembrarci strano, soprattutto le prime volte che prepariamo un piatto del genere, il nostro palato si abituerà molto rapidamente a questo accostamento agrodolce. La scoperta più sensazionale di tutte, però, sarà che l’insalata di pesche è perfetta con il pesce crudo.

Insalata croccante di pesche con lo yogurt

Per la preparazione di quest’insalata non forniremo le quantità di ingredienti da utilizzare: basterà assecondare il più possibile il nostro gusto e mescolare gli ingredienti nelle quantità che ci sembreranno adeguate.

  • insalata amara come il radicchio o l’indivia belga 
  • pesche mature tagliate a piccoli pezzi
  • mandorle tritate grossolanamente (ottime anche le noci e le nocciole)
  • yogurt bianco magro
  • olio (un filo), sale e pepe

Ognuno degli ingredienti sopra elencati conferirà all’insalata un gusto differente: ovviamente le pesche porteranno il dolce, così come lo yogurt introdurrà un gusto leggermente aspro. Se l’amaro non è esattamente il gusto che preferite, una buona alternativa all’utilizzo di indivia e radicchio consiste nel mescolare foglie di normale lattuga con foglie di rucola, in maniera da non eccedere con l’amarognolo introducendo un alimento dal sapore neutro per dare consistenza all’insalata.

Scegliere una lattuga molto croccante, in questo caso, sarà una scelta azzeccatissima, perché bilancerà la morbidezza delle pesche e dello yogurt. Anche la granella di frutta secca aggiungerà una consistenza particolarissima all’insalata, e il trucco è di aggiungerne in maniera generosa.

L’insalata croccante di pesche e yogurt si abbina benissimo al sapore delicatissimo del pesce crudo e diventa un contorno super chic da proporre durante una cena di “quasi sushi fatto in casa”.

L’insalata di pesche agli agrumi

Questa seconda ricetta punta tutto sull’agrodolce e vede le pesche come ingrediente principale. In questo caso però le pesche non devono essere troppo mature, al contrario, devono essere succose ma ancora piuttosto dure da poter essere tagliate a fette ben definite.

Si tratta di una ricetta perfetta da realizzare per svuotare il frigo quando ci si rende conto di aver acquistato troppe pesche e che presto passeranno il punto di maturazione.

Anche in questo caso la quantità degli ingredienti per il condimento verrà lasciata alle preferenze personali.

  • pesche o peschenoci ancora sode
  • succo di limone
  • foglioline di menta
  • sfoglie di zenzero fresco
  • olio (un filo), sale e pepe

Se si utilizzano le pesche sarà necessario privarle della buccia per evitare che qualche ospiti trovi sgradevole la loro peluria, mentre se si utilizzano le peschenoci il consiglio è di tagliarle senza eliminare la buccia per dare più sapore e consistenza all’insalata.

Per un gusto più esotico si può sostituire metà succo di limone con succo di lime e per ottenere sfoglie di zenzero perfette basterà usare la mandolina che si utilizza per tagliare le carote alla julienne.

Anche quest’insalata si abbina stupendamente con il pesce crudo, ma il gusto asprigno del limone la renderà perfetta da abbinare anche a un piatto che fa proprio del limone il suo protagonista assoluto: il pollo al limone senza vino.

Leggi Anche => Ti servono altri segreti infallibili per piatti perfetti? Li trovi tutti nella raccolta Trucchi In Cucina di Chedonna.it