Cuocere le uova senza errori: basta fare queste semplici cose per svoltare

Anche la semplice cottura delle uova (sole, al padellino, strapazzate) ha regole precise da seguire, come evitare gli errori? Ve lo spieghiamo

Provate un po’ a pensarci: quante uova avete maneggiato nella vostra vita, quanti piatti avete preparato, cucinato e mangiato che le contengono? Uno degli ingredienti più gettonati nelle nostre cucine è anche uno dei più facili. O forse no, perché in realtà è anche molto semplice commettere degli errori che possiamo evitare solo con un po’ di attenzione.

->> LEGGI ANCHE: Usi bene l’olio extra vergine d’oliva? Ecco gli errori che probabilmente stai commettendo

Cuocere troppo le uova sode
Se per le uova strapazzate, anche un minuto in più sul fornello non fa differenza, per quelle sode invece può diventare un disastro. Ma per evitarlo, ci sono le contromisure. Intanto i tempi: bollitele per il tempo ideale anche in base ai vostri gusti e alla ricetta che dovete preparare.
Dopo 9 minuti in pentola l’uovo sarà già sodo ma con un tuorlo abbastanza umido, ideale ad esempio da aggiungere nelle insalate. In genere però è sempre meglio 10-11 minuti ma in ogni caso cercate di essere precise. Piuttosto, dotatevi di un timer.
Per un perfetto uovo sodo, fate arrivare l’acqua ad ebollizione bollire, poi aggiungete le uova e verificate che siano coperte dal liquido almeno per un paio di centimetri almeno. Infine tenete già pronta una ciotola con acqua freddissima per raffreddarle in fretta se vi servono subito.

Non avere fretta

Le uova cuociono presto, ma non così presto. Per questo, uno degli errori più comuni è aumentare subito la temperatura del fuoco, soprattutto quando prepariamo una frittata o anche solo un uovo strapazzato.
Il segreto è uno solo: togliere la padella dal fuoco quando le uova ancora non sono cotte fino alla consistenza che volete e rimangono un po’ liquide. Tanto, grazie al calore che arriva comunque dal fondo della padella finiranno la loro cottura.

Cuocere le uova senza errori: sale e forno sono amici

Quando aggiungere il sale


Può sembrare un’operazione banale e che non provoca rischi, ma che il sale nelle uova ha dei tempi precisi, specialmente quando le strapazzate. Succede infatti che le proteine contenute nel tuorlo, durante la cottura tendono a far compattare l’uovo. Ma poi quando spegnete e impiattate, rischiate che siano troppo solide e quindi rilascino liquidi nel piatto.
Come evitarlo? Sembra strano, ma basta il sale in cottura invece aiuta le uova ad avere una consistenza perfetta, cremosa e compatta al punto giusto. Per questo, però, deve avere il tempo di agire e quindi usatelo subito, non verso la fine della cottura.

 

->> LEGGI ANCHE: Gli errori imperdonabili che si commettono preparando l’insalata di mare: ecco i più comuni

Uova al tegamino? Cottura in forno

Si dice che tutto sanno preparare le uova al tegamino, anche chi non sa cucinare. E invece se non rispettate i tempi giusti, rischiate comunque di avere dell’albume ancora crudo vicino al tuorlo. Ed ecco che anche il più semplice dei piatti diventa un errore.


Come rimediare? Cucendo le uova in una padella che possa andare anche in forno. Quindi, prima 30-40 secondi sul fuoco. Poi però mettete la padella in forno a 190 °C sul ripiano più in alto facendole cuocere per altri 4 minuti, compattando l’albume. Tirate fuori e saranno buonissime.