Gli errori imperdonabili che si commettono preparando l’insalata di mare: ecco i più comuni

insalata di mare
Fonte: Canva

Quando si prepara l’insalata di mare ecco gli errori imperdonabili e più comuni che si possono commettere e che rischiano di compromettere il risultato finale. 

L’insalata di mare è un classico della cucina italiana da consumare in occasione delle feste ma anche da servire per un pranzo o una cena a base di pesce. Semplice e leggera è uno di quei piatti che fa sempre piacere portare in tavola perché buono e delicato.

E non dobbiamo considerarla solo un antipasto, infatti, l’insalata di mare se arricchita con delle patate bollite o pomodorini, carote a julienne e qualche ciuffetto di insalata può diventare anche un secondo. 

Un piatto che però necessita di alcune regole di base per prepararlo. Spesso infatti molti di noi commettono alcuni imperdonabili errori che ne vanno a compromettere il risultato finale. Scopriamo quali sono più comuni.

Ecco gli errori da evitare quando si prepara l’insalata di mare

calamari gamberi
Fonte: Canva

L’unione di diversi sapori ma tutti provenienti dal mare. Cozze, vongole, gamberi, calamari, polpo sono alcuni degli ingredienti che possiamo mettere nell’insalata di mare. Per fare più veloce, di sicuro, un buon metodo è di farsi pulire tutto dalla propria pescheria di fiducia in modo da poter poi procedere alla cottura delle diverse tipologie di pesce spediti.

Spesso quando si prepara l’insalata di mare si commettono alcuni banali errori di preparazione. E per quanto possa sembrare un piatto semplice da preparare necessita invece di alcuni importanti accorgimenti. Vediamo subito quali sono gli errori su cui non incappare.

1) Non cucinare tutti i tipi di pesce insieme. Questo è forse l’aspetto più antipatico dell’insalata di mare perché a differenza di altri piatti non possiamo cuocere tutti i vari pesci insieme. Ognuno necessita di tempi di cottura diversi. E farlo comprometterebbe il risultato in termini di consistenze e sapori.

2) Pulire male il pesce. Quando si consuma l’insalata di mare dobbiamo evitare di metterci a pulire crostacei e molluschi sul piatto. L’ideale è pulire tutto il pesce prima di servirlo. Ad esempio togliamo la barbetta dalle cozze, eliminiamo il filo nero, ovvero l’intestino al gambero e così via. Qui trovi anche come pulire perfettamente le cozze con questi trucchi. 

3) Non mettere il surimi. In diverse ricette lo aggiungono ma è sempre bene evitare prodotti che non siano di alta qualità. Il surimi infatti non è un alimento esotico quanto un prodotto creato dall’industria alimentare.

4) No ai prodotti surgelati. Uno dei fondamenti dell’insalata di mare è utilizzare il pesce fresco. Evitiamo di mettere nel piatto pesci surgelati. L’unico su cui si può fare un’eccezione è il polpo perché se lo acquistiamo surgelato o se lo cuociamo dopo averlo scongelato avrà la carne più tenera perché frollata. Per gli altri non abbiamo scuse.

5) Gettare acqua di cottura di vongole e cozze. Quando si cuociono cozze e vongole si forma una squisita acqua di cottura che molti gettano in maniera errata. Infatti è proprio questa il principale condimento della nostra insalata di mare, basterà filtrarla e unire a piacere odori ed eventualmente aceto o limone.

LEGGI ANCHE –> Pulire i frutti di mare dalla sabbia senza fatica: ecco la tecnica infallibile

6) Dimenticare gli odori. Il prezzemolo è uno degli odori che non dovranno mancare nell’insalata di mare. Gli odori sono fondamentali per conferire sapore a questo piatto.