Le unghie di Tommaso Zorzi faranno tendenza? E c’è il messaggio per gli haters!

unghie tommaso zorzi
(Instagram)

Le unghie di Tommaso Zorzi sono destinate a diventare una tendenza assoluta nella nail art? Assolutamente sì, anche perché nascondono un messaggio (nemmeno troppo) segreto.

La nail art è da sempre un modo molto efficace attraverso cui le donne (e ultimamente anche gli uomini) riescono ad esprimere la propria personalità e il proprio modo di pensare.

Come accade con ogni cosa che fanno, i personaggi famosi sono seguitissimi sui social anche in virtù della manicure che scelgono in un determinato periodo. Non è un caso, per esempio, che le unghie di Giulia De Lellis siano sempre apprezzatissime ma soprattutto super imitate dalle ragazze.

Come già accennato, nell’ultimo periodo le barriere culturali che impedivano agli uomini di curare la propria manicure come le ragazze sono state allegramente abbattute e quindi oltre a Fedez (che ha lanciato una fantastica linea di smalti tutta sua) è arrivato anche per Tommaso Zorzi il momento di avvicinarsi al fantastico mondo della nail art.

Le unghie di Tommaso Zorzi e la rivincita contro gli haters

tommaso zorzi haters
(Instagram)

Partiamo con il chiarire un punto fondamentale: dal punto di vista della nail art Tommaso Zorzi è un principiante, quindi non c’è da aspettarsi una manicure folle ed esagerata come quelle che di tanto in tanto ha portato Fedez, il quale ormai è un veterano.

Tommaso però per le sue prime unghie da VIP ha scelto la nail artist delle star, che realizza anche la manicure appunto di Chiara e di Fedez: il suo profilo Instagram è Unghiedellamadonna.

Che cos’ha scelto questa abilissima nail artist per decorare le unghie di Tommaso Zorzi? Una tecnica piuttosto difficile chiamata Lettering.

Questa tecnica consiste nel tracciare carattere di vario tipo sulle unghie, nella maggior parte dei casi a mano libera e con pennelli sottilissimi.

Le lettere naturalmente possono essere semplicissime o super elaborate, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere ma anche della personalità di chi le dovrà portare.

Ecco qualche esempio dalla rete!

I vecchi marinai di una volta avevano l’abitudine di tatuare sulle dita le lettere necessarie a formare alcune parole significative, come “hold fast” che significa “tieni duro” (riferito al duro lavoro sulle navi, soprattutto quando si doveva remare).

Qualcosa di simile è successo recentemente con le unghie delle giovanissime: le lettere sulle unghie compongono parole che lanciano messaggi chiari (o ambivalenti, come nel caso di “love” e “hate” cioè “amore” e “odio”).

Il lettering semplice naturalmente è molto chiaro e molto leggibile, ma potrebbe risultare un po’ noioso. Ecco allora che arrivano le varianti al lettering semplice: in questo caso le lettere della parola “LOVE” sono state inserite in un contesto grafico che ha creato un insieme più interessante ma meno leggibile.

Naturalmente non è detto che ogni lettera debba essere staccata dalle altre. Anche se il carattere più comune utilizzato per il lettering sulle unghie è lo stampatello maiuscolo o minuscolo, non è detto che non si possa utilizzare il corsivo per effetti particolari.

In questo caso l’idea che si vuol dare è che un’unghia sia strettamente collegata all’altra e che le parole siano composte da un unico filo di inchiostro.

Le parole che si scelgono di solito sono di quattro lettere lasciando fuori il pollice, che di solito non può essere reso visibile insieme alle altre dita, se non quando si tiene la mano completamente distesa e aperta (e a meno di non metterla in posa) non capita spesso.

In italiano non esistono molte parole significative così brevi, quindi molto spesso si ricorre alla lingua inglese.

Il lettering chiaro e leggibile però non è l’unica opzione da tenere in considerazione. Sono anche molto famose sul web le manicure con lettering gotico. In questo caso i caratteri che si dipingono sulle unghie sono molto elaborati e presentano molte “grazie”, cioè molti fronzoli tipici dei caratteri che si usavano nei secoli passati.

Pe renderli vagamente più leggibili si utilizzano in questo caso colori ad altissimo contrasto, come appunto il bianco e nero.

Si potrebbe pensare che questo tipo di carattere può essere dipinto solo su unghie molto lunghe o molto larghe, ma in effetti non è così. Affidandosi a una nail artist esperta si riuscirà a portare queste piccole opere degno di un miniaturista medievale anche su unghie molto corte, esattamente come ha scelto di fare Tommaso Zorzi per le sue unghie contro gli haters.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tommaso Zorzi (@tommasozorzi)

Come si vede Tommaso ha scelto una versione minimal per le sue lettering nails: niente fronzoli o strane decorazioni, solo colore nero, pennelli piccolissimi e tanta abilità da parte della nail artist. Unica concessione al colore è un cuoricino verde acido che prende il posto di una “O”.

Non è affatto un caso: è il colore perfetto per esprimere da una parte il disappunto e dall’altro una punta di disprezzo con cui Tommaso Zorzi sta vivendo il costante attacco da parte dei suoi detrattori su Twitter.

Su questo social infatti è stato attribuito a Zorzi il nomignolo di Pippo Flop a causa delle sue deludenti performance televisive dell’ultimo periodo.

tommaso zorzi twitter pippo flop
(Twitter)

La cosa è sfuggita talmente di mano che per un momento #pippoflop è stato di tendenza sul Twitter italiano ed è facile comprendere perché il vincitore del Grande Fratello VIP da un certo punto di vista in poi non l’abbia presa proprio benissimo.

LEGGI ANCHE => Tommaso Zorzi a Drag Race? Sul web è già polemica!

Da grande comunicatore (e da furbetto) qual è, Tommaso ha trovato un modo meraviglioso per far capire che i commenti degli haters gli scivolano addosso. Esattamente come The Queen comunica ai suoi sudditi attraverso le spille, da oggi Tommaso – un’altra Queen?! – comunicherà ai suoi fan attraverso la nail art!