Pensi in negativo? Scopri perché succede e cosa fare per cambiare la tua mente

Rientri tra coloro che pensano sempre in negativo? Ecco perché succede e cosa fare per rimediare.

Il pensiero negativo è qualcosa che prima o poi capita a tutti. Anzi, sarebbe quasi più corretto dire che a volte ci si trova a pensare così tanto in negativo da farne una costante.

Un problema che riguarda molte più persone di quanto si pensi e che per alcune è indubbiamente più gravoso che per altre. Scoprendone la causa, però, è possibile iniziare a lavorare per cambiare i propri schemi mentali. E tutto per iniziare a vedere la vita da una prospettiva più positiva e, di conseguenza, più bella.

Perché pensi sempre sempre in negativo: la causa che dovresti conoscere

donna triste
fonte foto: Adobe Stock

Secondo il neuro psicologo Rick Hanson, il pensiero negativo fa parte dell’uomo fin dai tempi dell’evoluzione. Cosa alla quale è strettamente connesso. Quando ancora si viveva di caccia, lottando ogni giorno per la sopravvivenza, il cervello era infatti più improntato a cogliere le situazioni negative o pericolose piuttosto che quelle positive e innocue.

Un meccanismo innato e volto alla sopravvivenza ma che ai nostri giorni si traduce in un carico di stress che alla lunga può risultare nocivo. Eppure, smettere di pensare in negativo e di rimuginare su ciò che non va, per molti è davvero difficile se non impossibile. Ciò dipende dall’abitudine e dalla facilità con cui avviene il tutto.

Un meccanismo che porta ad essere sempre come sul campo di battaglia, logorando sia la mente che lo spirito. Per questo motivo la via più saggia è quella di lasciare l’attenzione ai problemi solo per le situazioni di pericolo per rilassarsi in tutte le altre. Impossibile? La scienza dice di no.

Pensi in negativo? Ecco come passare al pensiero positivo

cubo happy
fonte foto: Adobe Stock

Recenti studi hanno dimostrato che imparare a programmare la mente verso il pensiero positivo funziona. Certo, all’inizio sarà difficile e necessiterà di una certa energia mentale. Una volta acquisito il metodo, però, si potrà procedere con maggior scioltezza iniziando a godere degli effetti positivi che ciò ha sulle nostre vite.

Per riuscirci può essere importante distrarre la mente tutte le volte che ci si scopre intenti a rimuginare su qualcosa. Per farlo si può prendere in mano un cruciverba, ascoltare della musica, cantare in una lingua diversa dalla nostra. Ogni azione che comporti la distrazione dal pensiero negativo andrà più che bene.

Anche imparare ad astrarsi e a guardare ai propri pensieri come a delle nuvole passeggere può aiutare a creare un certo distacco. Cosa che pian piano aiuterà a provare emozioni meno pesanti quando ci si trova ad elaborare un pensiero negativo. E tutto per far sempre più spazio a modi di pensare propositivi.

LEGGI ANCHE -> Volersi bene: i modi di agire che fanno bene alla mente

Un lavoro che renderà anche la vita di tutti i giorni più semplice e bella. Motivo per cui vale la pena provare. Dopotutto è ormai risaputo che siamo quel che pensiamo e che lavorando sulla nostra mente possiamo ottenere dei veri e propri miracoli.

Di percorsi da intraprendere a tal proposito ce ne sono diversi che vanno dall’iniziare a piacersi e a volersi bene al diventare più forti grazie all’autostima. Ciò che conta è trovare la via che si preferisce ed intraprenderla senza più esitare.

Da leggere