Capelli in estate: hai paura dell’effetto paglia? Tutti i trucchetti per evitarlo!

Gli errori con i capelli d’estate possono costarci moltissimo ma possono essere evitati con una serie di trucchetti in grado di prevenire l’effetto paglia a fine stagione: ecco quali sono e come metterli in pratica.

errori capelli estate
(Chedonna)

Nel corso delle stagioni più fredde ci prendiamo moltissima cura dei nostri capelli, idratandoli a fondo, lavandoli solo con prodotti appropriati e acconciandoli con tecniche e strumenti che mantengano la loro integrità.

Purtroppo però nel corso dell’estate le nostre abitudini cambiano radicalmente e non sempre abbiamo modo di dedicare ai capelli le stesse attenzioni che riserviamo loro d’inverno. Potrebbe trattarsi di un errore imperdonabile!

Tutti gli errori che commettiamo in estate con i capelli e le semplici mosse per evitarli

capelli biondi estate
(Instagram)

L’estate è per eccellenza la stagione della leggerezza e della spensieratezza. Questo atteggiamento però non deve portarci a trascurare i nostri doveri di base nei confronti della chioma: per farlo basta cambiare poche, pessime abitudini.

Legare i capelli bagnati con gli strumenti sbagliati

Come sanno tutte le donne che hanno portato almeno una volta nella vita i capelli lunghi, una delle cose che capitano più frequentemente quando si cerca di legare i capelli è sentirli spezzare nell’elastico.

Questo problema, che già normalmente si verifica spesso, è ancora più frequente quando si legano i capelli bagnati. 

L’acqua cambia infatti la struttura del capello, rendendola meno solida e meno resistente. Per questo motivo è assolutamente sconsigliato utilizzare elastici classici per raccogliere la chioma bagnata. Molto meglio utilizzare elastici a spirale (detti anche a filo di telefono) oppure pinze e mollettine di plastica (meglio evitare quelle in metallo, che potrebbero facilmente arrugginire a contatto con l’acqua e in particolare con la salsedine).

Pettinare i capelli bagnati nel modo sbagliato

Come appena detto, i capelli bagnati risultano più fragili, per questo motivo vanno districati con la massima attenzione e con spazzole e pettini a denti larghi.

Da evitare assolutamente le spazzole con i denti metallici, che tendono a strappare i capelli anche da asciutti e portare con sé in spiaggia soltanto spazzoline di plastica.

Leggi Anche => Tutti gli errori che non sai di commettere quando spazzoli i capelli

Non sciacquare i capelli subito dopo il bagno al mare (o in piscina)

Quando siamo al mare la tentazione di mantenere i capelli bagnati e farli asciugare all’aria per creare le beach waves in modo totalmente naturale bisogna sapere che il sale contenuto nell’acqua di mare secca moltissimo i capelli, quindi non è affatto una buona idea tenerlo sulla chioma e sul cuoio capelluto troppo a lungo.

Lo stesso vale naturalmente per il cloro della piscina, anche se in quel caso è molto più semplice proteggere i capelli, dal momento che in piscina si utilizzano le cuffie e ci si fa sempre una doccia dopo il bagno.

Pettinare i capelli con la riga sempre dallo stesso lato

Il cuoio capelluto è molto sensibile alla luce solare, soprattutto nel caso in cui si abbia la pelle molto chiara. Per questo motivo è sconsigliabile esporre i capelli alla luce diretta del sole e farlo portando la riga sempre dalla stessa parte.

Quando portiamo la riga sempre nello stesso punto della testa, infatti, possiamo accorgerci facilmente dal fatto che i capelli tendono a non crescere più dove li dividiamo: quindi il cuoio capelluto in quel punto è completamente esposto ai raggi solari e può scottarsi facilmente.

L’ideale è utilizzare spray per capelli con protezione solare sulle lunghezze dei capelli insistendo in particolar modo sulle radici, ma un trucco fondamentale consiste nel non portare la riga sempre dalla stessa parte, soprattutto durante le giornate di sole particolarmente intense. L’alternativa è quella di indossare sempre un cappello.

Tralasciare l’idratazione dei capelli

Dal momento che i capelli sono sottoposti a forti stress ambientali in estate, è bene proteggerli e nutrirli adeguatamente, utilizzando preferibilmente delle maschere con oli e ingredienti naturali.

Leggi Anche => 5 maschere per capelli fai da te: una per ogni chioma

Le maschere per capelli a base di olio di argan o olio di cocco sono invece le migliori se si vogliono utilizzare prodotti cosmetici già pronti!

Il Consiglio di Chedonna (clicca sull'immagine per vedere il prodotto su Amazon)

Caratteristiche:

  • 🌴 BALSAMO NUTRIENTE: Queste maschere per capelli ricche ma leggere sono in grado di nutrire i capelli secchi, crespi o rovinati. Hanno un effetto revitalizzante su ricci, boccoli, capelli naturali o colorati
  • 🌴 CON CHERATINA E OLIO DI COCCO: Il trattamento lisciante alla cheratina e all’olio di cocco permette di restituire equilibrio nutrizionale ai capelli. Gli oli di argan, avocado e ricino fanno sì che restino forti e sani
  • 🌴 ANTICRESPO E DISTRICANTE: Il trattamento riduce doppie punte ed effetto crespo, e rende più forti i capelli, quindi più facili da districare. Adatto a tutti i capelli: spessi, sottili, lisci, ricci, naturali o trattati con colore
  • 🌴 RISTRUTTURANTE PER CAPELLI DANNEGGIATI: Questa maschera idratante ti ripara i capelli in pochi minuti. Tienila più a lungo per un effetto balsamo profondo, e per ottenere capelli morbidissimi e facili da gestire
  • 🌴 CURA DEI CAPELLI PERFETTA: Questa maschera al cocco non contiene parabeni né solfati, quindi idrata i capelli senza privarli dei loro oli naturali

Prezzo Di Listino:
17,95 € (7,98 € / 100 ml)

Nuova Da:
17,95 € (7,98 € / 100 ml) In Stock
acquista ora
 

Da leggere