Non commettere più questo errore nello spazzolare i capelli e goditi una chioma morbida e setosa!

Quali errori facciamo con i capelli? Spesso li spazzoliamo male, perché non conosciamo tutti i fantastici benefici che si possono ottenere con la spazzola!

Errori capelli grassi
Spazzolare troppo i capelli Foto:Adobe Stock

Spazzolare i capelli ogni giorno serve a evitare la formazione di noti ma anche a mantenere in salute il cuoio capelluto.

Molto spesso però ci spazzoliamo in maniera errata oppure non abbastanza di frequente. 

Tra gli errori molto comuni c’è anche quello di utilizzare una spazzola poco adatta al tipo e alla lunghezza dei capelli da spazzolare. A lungo andare questo, oltre a non offrire benefici significativi, potrebbe anche danneggiare i capelli o irritare il cuoio capelluto.

Come fare allora?

Tutti i consigli per spazzolare i capelli nel modo migliore

spazzolare capelli
(Pexels)

Una delle cattive abitudini più diffuse tra le persone con i capelli molto lunghi è quella di pettinare i capelli molto a lungo quando sono bagnati e, allo stesso tempo, non pettinare abbastanza i capelli quando sono asciutti.

Quest’abitudine andrebbe completamente capovolta, dal momento che costituisce da sola uno degli errori peggiori che si possano commettere con i capelli.

Questo deriva dal fatto che da bagnati i capelli sono molto più deboli, mentre da asciutti sono più resistenti. Questo significa che è necessario spazzolarli delicatamente dopo lo shampoo per evitare di danneggiarli.

Un altro errore molto frequente consiste nel non spazzolare i capelli abbastanza spesso durante il giorno. Fermo restando che sarebbe necessario spazzolare i capelli almeno una volta al giorno, preferibilmente al mattino, si dovrebbe spazzolare i capelli anche a sera.

I benefici principali di questa pratica costante consistono nella riattivazione del microcircolo del cuoio capelluto e nell’efficace rimozione delle cellule morte, la cui caduta provoca l’antiestetica forfora secca che, anche se viene considerata spesso un problema estetico e addirittura un disturbo di salute, è un fenomeno perfettamente normale.

Come si scelgono correttamente le spazzole per capelli?

La scelta della spazzola adatta al tipo e alla lunghezza dei capelli da spazzolare è assolutamente fondamentale per ottenere buoni risultati.

Se si hanno capelli molto spessi sarà necessario utilizzare una spazzola con denti non troppo fitti: in questo modo si eviterà che i capelli si incastrino tra un dente e l’altro durante la spazzolatura.

Al contrario, se si hanno capelli piuttosto fini si potranno utilizzare spazzole dai denti più fitti e non metallici. L’ideale sarebbe utilizzare in questi casi spazzole con denti di plastica o di bambù, meglio ancora se dall’estremità arrotondata.

Bisogna ricordare però che le spazzole dai denti di plastica possono generare molta elettricità statica, cosa che invece non avviene con le spazzole realizzate in materiale naturale.

Inoltre, se si utilizzano spazzole dai denti in ferro bisogna tener presente che sarà molto più facile graffiare il cuoio capelluto. Per questo motivo sarà assolutamente necessario essere estremamente delicate. Anche se con spazzole di altri materiali il rischio di graffiarsi è minore, si rischia comunque di stressare il cuoio capelluto provocando la produzione di una maggiore quantità di sebo e, quindi, rendendo più velocemente i capelli più grassi.

Leggi anche => Le cause dei capelli grassi e i rimedi più efficaci nel gestirli

Le tecniche per evitare errori nello spazzolare i capelli

Come si sa, i capelli lunghi formano nodi: spazzolare frequentemente e accuratamente i capelli, almeno due volte al giorno, eviterà la loro formazione.

Uno degli errori che si commettono più di frequente in questo senso è spazzolare la lunghezza dei capelli con più movimenti, spesso strattonando i capelli con forza nella speranza di riuscire a sciogliere i nodi più velocemente.

Inutile sottolineare che si tratta di una tecnica sbagliata che danneggia i capelli. L’ideale sarebbe spazzolare tutta la lunghezza con un solo movimento da eseguire dalle radici alle punte.

Come già accennato, spazzolare i capelli accuratamente, ogni giorno, due volte al giorno, è il metodo ideale per massaggiare il cuoio capelluto, riattivare il microcircolo e liberare la pelle della testa dalle cellule morte: in pratica è quasi uno scrub per la testa.

Affinché lo scrub sia efficace sarà necessario eseguirlo accuratamente su tutta la superficie della testa. 

La tecnica migliore per farlo si compone di tre fasi: 

  • mettersi a testa in giù e cominciare spazzolare i capelli dalla nuca
  • proseguire lungo i lati della testa fino ad arrivare alle tempie
  • rimettersi a testa in su e spazzolare i capelli partendo dalla fronte, seguendo in pratica lo stesso percorso di prima e spazzolando i capelli all’indietro

L’intero processo dovrebbe durare almeno un minuto al mattino almeno un minuto alla sera.

Infine, è molto importante aver cura della spazzola, eliminando tutti i capelli rimasti impigliati nei suoi denti e soprattutto lavandola con acqua tiepida e shampoo almeno due volte al mese, per eliminare le cellule morte e la polvere che necessariamente vi si depositano.

Da leggere