Pesce al forno, gli errori che facciamo quando lo cuciniamo

Il pesce fresco cotto in forni ha sempre un sapore speciale, indipendentemente dalla ricetta, ma ci sono errori che lo rovinano, impariamo come fare

errori in cucina
Pesce al forno errori adobestock

Una delle cotture più classiche ma anche uno dei rischio più comuni. Il pesce al forno può diventare un piacere oppure un dramma per chi cucina e tutto dipende da poche semplici mosse, da qualche trucco che è bene conoscere in anticipo.
Dalla pulizia della materia prima alla sua marinatura e condimento, fino alla cottura. Tutto può diventare facile se sappiamo come muoverci. Ma visto che il pesce fresco non è sempre a prezzi bassissimi, meglio sapere quello che dobbiamo fare.

PULIZIA DEL PESCE
Tutto dipende dalla vostra esperienza. Quando cucinate il pesce le prime volte, non andate all’avventura. Chiedete al pescivendolo se può pulirlo lui, almeno nelle operazioni principali, in modo da non rovinarlo. In alternativa potete provare da sole.
Ci sono da eliminare sicuramente le squame, raschiandole con la parte liscia di un coltello ben affilato partendo dalla coda verso la testa, ma anche le pinne. Occhio però a non rovinare la pelle, che nelle cottura è fondamentale. Infine pulite le interiora e poi passate il pesce sotto un getto d’acqua.

COME CONDIRLO
A meno che la ricetta non lo preveda espressamente, il pesce in genere non ha bisogno di condimenti eccessivi. Non stiamo parlando della marinatura, ma delle salse di accompagnamento da portare in tavola. Se sono troppo cariche, significa che c’è qualcosa da nascondere nella cottura del pesce, quindi non esagerate.

Pesce al forno, i tempi della cottura e come utilizzare il sugo, gli errori da non fare

pesce al forno
Adobe Stock

COTTURA DEL PESCE
Terminata la prima fase, quella della preparazione, comincia la seconda che è altrettanto importante. In genere nelle ricette del pesce cotto in forno sono previste temperature di 190° o al massimo 200°, dipende anche dalla potenza e dal tipo di forno che utilizzate.
Come fare però a controllare che sia cotto al punto giusto? Ceto, ci sono i tempi indicati nella ricetta e dobbiamo pensare che siano corretti. Poi però ci sono anche alcuni segreti. Il pesce al forno è ben cotto quando si stacca perfettamente dalla lisca e non presenta macchie di sangue vicino alla lisca stessa. Ecco perché potete tirare fuori la teglia, fare un piccolo taglio e verificare: se vicino alla lisca il pesce è bianco, è anche cotto.

UTILIZZARE IL SUGHETTO DI COTTURA
Il pesce cotto un forno, al di là del condimento che abbiamo usato, tende a perdere del liquido che va a mescolarsi al sugo di cottura. Tutto buono, non pensate di buttarlo, è anche quello che darà sapore al piatto.


E adesso che conoscete un po’ di segreti, provateci: il vostro pesce al forno sarà il più buono di tutti.

Da leggere