Non solo in bagno e in cucina. Dove si accumula il calcare e come rimuoverlo?

Il calcare si può trovare in diversi punti della casa, scopriamo dove e come eliminare con trucchi infallibili e veloci.

Il calcare è il nemico numero uno del bagno e della cucina,  rubinetti, soffione doccia e water e non solo. Lo possiamo ritrovare in tutti gli accessori, oggetti e angoli della casa che sono a contatto con acqua, ma alcune volte passano in secondo piano. Basti pensare al pentole, bicchieri e non solo.

calcare
Foto:Freepik

Anche negli elettrodomestici come lavatrice, scaldabagno e lavastoviglie si può accumulare il calcare, è del tutto normale soprattutto se l’acqua che scorre dai rubinetti è calcarea, quindi molto dura. Visto che il calcare si deposita su sanitari, rubinetteria, piatti e tanti altri oggetti, scopriamo come rimuoverlo con rimedi infallibili in alcuni punti della casa.

Come eliminare il calcare in casa

E’ importante prestare attenzione in casa per evitare che il calcare possa annidarsi non solo risulterà difficile rimuoverlo, ma potrebbe opacizzare stoviglie e rubinetteria per non parlare delle goccioline adese che rimangono su piastrelle e pavimenti.

wc
Foto:Freepik

Scopriamo i punti delle casa dove si può annidare il calcare e come si rimuove.

1- Piastrelle del bagno. In particolar modo quelle presenti nel box doccia o vicino alla vasca. E’ inevitabile che non si accumuli il calcare visto la presenza di abbondante acqua ogni volta che ci si lava. Basta riscaldare in un pentolino un pò di aceto e acqua e poi mettete su una spugna con retina e procedete a pulire. Sciacquate e asciugate subito per evitare che le goccioline di acqua possano trasformarsi in calcare. Se dopo tutto notate che il calcare è ancora presente preparate una soluzione di aceto e bicarbonato che miscelato all’acqua ha una maggiore azione. Dovrete ottenere una soluzione cremosa e pastosa che distribuirete su una spugna e poi passate più volte sulla zona da trattare e poi sciacquate e asciugate bene. In caso di vetro del box doccia sporco e con calcare ecco come pulirlo.

2- Bollitore del tè. Chi non ha in casa il bollitore per il tè, se non si presta la giusta attenzione l’acqua residua rimasta potrà a lungo andare formare il calcare. Basta mettere nel bollitore acqua abbondante e aceto e bicarbonato. Poi chiudete e portate ad ebollizione e poi spegnete e non svuotate, lasciate per mezz’ora e poi rimuovete l’acqua, pulite per bene e mi raccomando asciugate con un panno morbido in cotone.

3-Filtri del rubinetto. Basta svuotare e poi rimuovete il filtrino interno e pulitelo basta lavarlo sotto acqua corrente e poi lo mettete in una ciotolina con dell’aceto e acqua per 6-8 ore oppure potete farlo di notte perchè non aprite il rubinetto. Potete procedere in questo modo due volte al mese.

4-Soffione della doccia. Il nemico numero dei fori del soffione della doccia è il calcare, questo non garantirà un getto di acqua continuo, quindi se volete rimuovere ogni traccia di calcare non vi resta che leggere un articolo dedicato interamente a questo.

5-Wc. Durante il giorno scorre tanta acqua, quindi non si può asciugare ed evitare che si possa formare il calcare, è inevitabile. L’unica cosa che si può fare è preparare una soluzione di borace con aceto bianco e unite qualche goccia di olio essenziale così da lasciare un odore gradevole. Dopo averla preparata, la versate nel wc. coprire con copriwater e poi lasciate agire una notte intera. Il mattino seguente con lo spazzolone per wc e strofinate bene anche più volte. Vi consigliamo di procedere una volta a settimana con una soluzione di aceto e acqua e versate all’interno, oppure preparate una soluzione di acqua e bicarbonato che deve essere cremosa e poi distribuite su una spugnetta abrasiva e strofinate le pareti interne al wc.

6-Moka. Non tutti hanno in casa la macchia espressa del caffè, ma c’è chi preferisce il caffè preparato con la moka. Ma a lungo andare si può formare il calcare nel serbatoio dell’acqua, quindi non va trascurata la pulizia. Provate a preparare una soluzione di acqua  e aceto, mettete nel serbatoio e fate un primo caffè a vuoto, procedete in questo modo una volta al mese. E’ del tutto normale che si possano formare dei residui di calcare nella moka, quindi non trascurate mai la pulizia.

Come pulire la moka: i trucchi per igienizzarla
Foto:Adobe Stock

7-Rubinetti del bagno e cucina. I punti della casa quasi scontati che il calcare si annida, la soluzione più veloce e lasciare agire un pò di aceto e poi pulite con una spugna morbida. Se lo sporco è ostinato strofinate con uno spazzolino e poi sciacquate e asciugate bene.

8-Vetro di ciotole e bicchieri. Spesso accade quando non si asciuga per bene dopo il lavaggio, ecco come procedere. Mettete in una bacinella acqua calda e unite il bicarbonato, immergete gli oggetti da lavare e lasciateli in ammollo per 6 ore, poi sciacquateli bene e  asciugate per bene. Segui qualche consiglio in caso di bicchieri opachi.

Il consiglio che possiamo darvi è quello di evitare di lasciare umide le stoviglie, rubinetti e piastrelle, così da evitare che le goccioline di acqua possano trasformarsi in calcare!

Da leggere